Come mettere offline un sito WordPress per manutenzione Una tecnica molto semplice per mettere sulle vostre pagine "lavori in corso"

<span class="entry-title-primary">Come mettere offline un sito WordPress per manutenzione</span> <span class="entry-subtitle">Una tecnica molto semplice per mettere sulle vostre pagine "lavori in corso"</span>

Durante la manutenzione del vostro blog in wordpress può capitare, magari nel bel mezzo delle visite, di dover gestire un’emergenza: tipicamente un plugin che ha smesso di funzionare, un tema che non si comporta come dovrebbe oppure, semplicemente, un problema con il database dell’hosting.

Questo può essere decisamente problematico e, soprattutto se avete molti visitatori, si può affrontare in diversi modi: quello che faccio io, in prima istanza in questi casi, è quello di disattivare i plugin: quantomeno quelli che non sono indispensabili al sito, e soprattutto quelli che tendono a consumare molte risorse in termini di I/O (si veda precedente articolo “Elenco dei plugin WordPress che consumano più risorse“). Questo renderà più gestibile il vostro sito lato amministratore, permettendovi di isolare quella che, in almeno 2 casi di 3, è la causa del rallentamento. Per mandare offline esistono più metodi, ed in questo articolo vedremo un paio dei più comuni.

Metodo “Naive”: cambiare il tema del sito, passando ad uno dei tanti disponibili gratuitamente per farlo (ad esempio il classico Changing Room WordPress Theme, che vi permetterà di redirezionare tutte le pagina ad una singola di “lavori in corso” che si può, ovviamente, personalizzare). La cosa migliore, anche se spesso non rapidissima da attuare, sarebbe quella di migrare in locale tutto, testarlo a parte, assicurarsi che sia tutto ok e solo dopo aver controllato rimettere il sito online.

Metodo “Brutale”: rinominare la cartella in cui è presente il sito (via File Manager di cPanel, ma anche via FTP). Se avete più siti sotto lo stesso hosting è il modo più semplice per andare offline, anche se potrebbe essere sgradevole per i visitatori vedere una pagina 404 (che sarà quella di default di Apache, che è solitamente in inglese ma che si può solitamente personalizzare dal cPanel). In certi casi, se wordpress sta saturando le risorse del sistema, è la soluzione più semplice che eviterà problemi al vostro hoster: scaricate in locale il vostro sito via FTP, fatevi una copia del database, collegate in locale il sito (aggiornando il file wp_config.php di conseguenza) e cercate di capire, in locale, cosa non va. L’esperienza, ed un minimo di intuito, aiutano molto in questa fase che cambia decisamente di caso in caso.

Aggiornamento (10 settembre 2015). I metodi base sono questi due, a cui possiamo aggiungere un terzo per mettere un sito generico sotto server Apache in manutenzione, e che ho spiegato in un post a parte (Photo by Bilal Kamoon ).

Ti piace questo articolo?

1 voto

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Come mettere offline un sito WordPress per manutenzione

Durante la manutenzione del vostro blog in wordpress può capitare, …
Votato 10 / 10, campione di 1 utenti

Ti potrebbero interessare (Guide WordPress):

Cerca altro nel sito

Clicca sul box, e scegli la sezione per vederne i contenuti.