Hosting italiani più veloci: ping test

Hosting italiani più veloci: ping test

Questa settimana propongo un test piuttosto classico che ho realizzato anche in passato, e che riguarda il confronto della responsività, in termini di ping-test, di vari servizi di web hosting italiani. I risultati possono risultare orientativi, anche se soltanto in parte, per decidere a quale servizio affidarsi per ospitare i propri siti e servizi web.

© Tomas Sereda – Fotolia.com

Bisogna premettere che un test del genere deve essere sempre preso con il beneficio del dubbio, in quanto le misurazioni che ho riportato sono soggette a svariati fattori non controllabili come la velocità di connessione, il traffico di rete e via dicendo.

In termini tecnici il rumore indotto dalla connessione di rete che ho utilizzato potrebbe risultare piuttosto determinante per l’esito stesso del test, tant’è che – a seconda del provider e del tipo di connessione che utilizzate – potreste ottenere tranquillamente risultati diversi (in tutto o in parte). Questa volta, per maggior precisione, prenderò come riferimento la responsività di Google considerandola come ottimale, e confronterò in un grafico il comportamento della stessa rispetto ai servizi che ho analizzato.

C’è da aggiungere che – in questo tipo di approccio – stiamo facendo un’ulteriore approssimazione grossolana, se volete: l’IP che sto pingando, infatti, è quello che risponde all’URL principale del sito, e potrebbe non coincidere con quello che utilizzerete per il vostro servizio (se acquistate un server dedicato o anche un semplice IP dedicato, ad esempio, è praticamente certo che non sia così). Ad ogni modo questa tipologia di test fornisce rapidamente – questo è il suo principale vantaggio, a mio parere – un buon grado di approssimazione del funzionamento della rete e del server, ovviamente misurato in un periodo di tempo prefissato e limitato (oggi pomeriggio alle 16 circa).

Gli hosting presi in considerazione sono tutti italiani, precisamente i seguenti nove (alcuni sono stati testati a suo tempo e tutti sono stati da me recensiti o comunque discussi in passato):

  1. Pop.it
  2. Globalitalia
  3. Hosting99
  4. Keliweb
  5. Misterdomain
  6. Netsons
  7. Seeweb
  8. SL-Hosting
  9. Tol.it

Di seguito riporto brevemente i risultati che ho ottenuto: pingando nell’ordine i siti (e soffermandomi sui primi 25 pacchetti inviati/ricevuti) emerge un quadro generale che evidenzia una sorta di “classifica” dei web server più responsivi. Nell’ordine si tratta dei seguenti (dal “migliore” al “peggiore”, ricordo che si tratta di un’approssimazione che è solo orientativa e non tiene conto di fattori davvero fondamentali, come ad esempio il prezzo o la qualità dell’assistenza):

  1. netsons.com, uno storico hosting condiviso (all’epoca gratuito) che sembra riesca ancora ad avere un discreto successo;
  2. seeweb.com, uno dei primi a rendere popolare il cloud anche nel nostro paese;
  3. keliweb.it, leader nel settore cloud hosting e per le soluzioni più avanzate (dedicati, multi-dominio, VPS);
  4. misterdomain.eu, probabilmente tra i migliori (e più essenziali) hoster low-cost d’Italia;
  5. tol.it, che risulta essere uno di quelli la cui responsività è più vicina a quella di riferimento (google.it);
  6. hosting99.it, di cui avevo già parlato in un’apposita intervista e che propone anche soluzioni di backup dei vostri siti;
  7. globalitalia.it
  8. slhosting.it
  9. pop.it, ottimo anche solo per la registrazione di domini

I dati dettagliati sono riportati nel grafico di seguito, dal più “lento” al più responsivo di oggi:

Per concludere riporto anche il dettaglio dei 25 tempi di risposta in un’unico grafico, serve più che altro a dare un’idea generale del test (e della variabilità estrema del traffico di rete in certi casi).

Valutazioni utenti

0 / 5 ( 0% )

0 voti