Quali sono i pannelli di controllo più comuni per gli hosting?

Quali sono i pannelli di controllo più comuni per gli hosting?

5030486811_ec42a7be65_control-panel

Il pannello di controllo permette, mediante un’opportuna interfaccia web, al cliente proprietario di un sito di controllarne qualsiasi aspetto. Questo è utile per operazioni di amministrazione del sito una tantum, ad esempio qualora dobbiate configurare il vostro dominio (record A o CNAME, ad esempio), dobbiate sistemare dei file PHP via interfaccia WEB oppure, tanto per dire, dobbiate risolvere un problema del database o del sito in seguito ad un defacing.

Di solito le opzioni più comuni sono:

  1. cPanel
  2. Plesk

che sono sostanzialmente equivalenti a livello di potenzialità. Il primo è un po’ più comune in effetti, mentre il secondo viene utilizzato ad esempio da VHosting Solution. Entrambi permettono di effettuare le operazioni tipiche dei control panel degli hosting, cioè:

  1. creare sottodomini, domini aggiuntivi;
  2. gestire ogni sito (piani semi-dedicati ad esempio) in maniera individuale;
  3. accedere al filesystem per zippare cartelle, modificare, aggiungere o cancellare file;
  4. accedere al database, crearlo, modificarlo, ottimizzarlo e farne backup;
  5. impostare funzionalità avanzate di statistiche sul sito (AWstats, ad esempio);
  6. impostare le pagine di errore 404;
  7. creare o gestire accessi ad account FTP;
  8. pianificare attività mediante cron-job;
  9. creare backup personalizzati del sito;
  10. verificare l’eventuale sovra-utilizzo delle risorse (Plesk permette di prefissare delle quote, ad esempio);
  11. cambiare versione di PHP in uso;

Photo by Matteo Bagnoli

Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Ti potrebbero interessare (FAQ Hosting & Dintorni):

Cerca altro nel sito

Clicca sul box, e scegli la sezione per vederne i contenuti.