Come mostrare al mondo un theme WordPress realizzato da te

Come mostrare al mondo un theme WordPress realizzato da te

Se hai creato un theme seguendo le regole del codex di WP potresti valutare di condividerlo in rete: del resto, creare un theme gratuito per WordPress è un’opportunità sotto tanti punti di vista: permette di farvi conoscere come sviluppatori accreditati, di fare esperienza seriamente, e di imparare a sviluppare in WP “a regola d’arte“. Il sito destinazione in questo caso sarà WordPress.org, forse uno dei siti web più popolari al mondo che ti potrà fornire una visibilità considerevole e far conoscere la tua creazione.

Se desiderate condividere gratuitamente il vostro theme, anzitutto dovrete zippare la cartella in cui ci sono i vari file e caricare il file compresso all’indirizzo:

https://wordpress.org/themes/upload

In pratica

1) farete login col vostro account wordpress.org,

2) effettuerete l’upload

3) dovrete attendere la revisione del theme da parte del team di WP.

Se state pensando alla cosa in modo più commerciale, potreste condividere il theme a pagamento e rivenderlo (è un caso significativo di open source a pagamento, in effetti) l’indirizzo su cui andare è questo:

https://wordpress.org/themes/commercial

e la procedura è abbastanza simile.

Ancora, potreste rivolgervi ad uno dei tantissimi marketplace di theme, tra cui ad esempio ThemeForest.

Non è banale farsi accettare la propria creazione, in effetti, che oltre ad essere rigorosamente originale deve rispettare una serie di requisiti di qualità. I requisiti per realizzare theme in WP possono cambiare a seconda dei casi, di norma si richiede che:

  • di utilizzare PHP ben strutturato e privo di errori o warning;
  • di generare HTML valido;
  • di utilizzare CSS valido e ben strutturato;
  • di seguire un minimo di linee guida per l’aspetto del theme (Site Design and Layout)

Maggiori informazioni sull’argomento si possono trovare nella pagina WordPress dedicata allo sviluppo di theme.

Per ThemeForest, invece, valgono in linea di massima le indicazioni di Envato, leggermente più specifiche in effetti, tra cui:

  • nessun errore PHP nè warning generato;
  • utilizzo obbligatorio delle funzioni wp_title, wp_head, wp_footer, post_class e body_class;
  • check e verifica di funzionamento del feed RSS;
  • inclusione effettuata sempre con la funziona get_template_part;
  • utilizzo di almeno un wp_nav_menu.

Nota: per iniziare il lavoro potrebbero esservi utili i cosiddetti theme per sviluppatori, in questo caso: tra i theme di base da cui partire, segnalo i seguenti.

https://wordpress.org/themes/base-wp

https://wordpress.org/themes/catch-base

https://wordpress.org/themes/bootstrap-basic

https://wordpress.org/plugins/easy-foundation-shortcodes

Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Ti potrebbero interessare (Guide WordPress):

Cerca altro nel sito

Clicca sul box, e scegli la sezione per vederne i contenuti.