Insegnante americano utilizzava un jammer per impedire agli studenti di usare i cellulari Dean Liptak è stato sospeso per cinque giorni dopo l'incredibile scoperta da parte della scuola

<span class="entry-title-primary">Insegnante americano utilizzava un jammer per impedire agli studenti di usare i cellulari</span> <span class="entry-subtitle">Dean Liptak è stato sospeso per cinque giorni dopo l'incredibile scoperta da parte della scuola</span>

L’insegnante della Fivay High School Dean Liptak, in Florida, è stato sospeso per cinque giorni dall’insegnamento: durante le lezioni, per non fare distrarre i propri studenti avrebbe utilizzato un jammer, cioè un inibitore di frequenze che impedisce l’uso di qualsiasi cellulare o tablet nella zona. La presenza del dispositivo era stata notificata in amministrazione da un operatore telefonico mobile, che stava giusto cercando l’origine del problema e che, inizialmente, si riteneva fosse utilizzato da qualche studente.

Questi dispositivi, i jammer, permettono di inibire completamente l’uso di telefoni cellulari (ad es. rete GSM), ma anche di segnali GPS ed altri dispositivi quali detonatori a distanza. Il loro utilizzo in Italia (Art. 340, 617 e 617 bis del Codice Penale) ed in molti paesi europei, per inciso, viene consentito solo in circostanze eccezionali, ad esempio da parte delle forze di polizia ed ai militari, e non può essere usato da altri proprio perchè per la pericolosità e potenziale fraudolenza delle situazioni che potrebbe creare. L’insegnante, del resto, avrebbe acquistato il prodotto su internet, dopo aver vari video su Youtube per carpirne il funzionamento: la legge federale americana, tuttavia, non permette l’uso di questi dispositivi se non, come visto sopra, da parte di autorità e personale autorizzato.

A sua discolpa, Liptak – ex wrestler, oltre che insegnante di scienze – avrebbe dichiarato che il suo intento fosse quello di mantenere l’attenzione degli studenti sulle “questioni accademiche”, vista l’inutilità di sfruttare altro tipo di provvedimenti come il sequestro dei telefoni durante le ore di lezione, e che un semplice interruttore sul jammer avrebbe, nuovamente ripristinato il funzionamento dei dispositivi in caso di emergenza (fonti: ArsTechnica, HackRead).

Photo by G0SUB

Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Ti potrebbero interessare (Sicurezza informatica):

Cerca altro nel sito

Clicca sul box, e scegli la sezione per vederne i contenuti.