Come aggiornare il browser, guida dalla A alla Z

Come aggiornare il browser, guida dalla A alla Z

Se stai cercando il modo per aggiornare il tuo browser (Firefox, Chrome, Safari, Edge e così via) lo troverai su questa pagina. Aggiornare il browser, infatti, o effettuare un update del browser, è fondamentale per mantenere un adeguato livello di sicurezza del proprio sistema operativo, evitare alcuni malware e virus che arrivano da internet e limitare i casi di navigazione non sicura sul web.

In alcuni casi, inoltre, è utile aggiornare il browser nel caso in cui:

  1. la navigazione sia più lenta del solito;
  2. alcuni siti che prima funzionavano ora si blocchino;
  3. non sia possibile accedere a determinati siti;
  4. servizi come Facebook, Gmail ed altri non funzionino come dovrebbero, si vedano male o delle funzionalità sembrino non funzionare (le pagine si “congelano”, ad es.);

Non è detto che si risolva sempre grazie ad un aggiornamento del browser, ma si tratta certamente di un’operazione da fare.

Come si aggiorna un browser?

Fare l’aggiornamento al proprio browser può – nella pratica – essere problematico anche per gli utenti più esperti: vediamo in questo articolo qualche indicazione utile per poter effettuare questa operazione senza rischiare nulla, senza perdere dati importanti salvati (tipo password o bookmark) e soprattutto come cambiano le procedure di update del browser che state usando: Firefox, Internet Explorer, Chrome, Opera, Safari rispettivamente (ove disponibili) su Windows, Mac e Linux.

Le due principali circostanze che possono capitarvi riguardano

  1. i browser che si aggiornano internamente;
  2. quelli che, invece, richiedono un’operazione dall’esterno.

Tutto questo lo vedremo meglio tra un attimo; niente paura, comunque, perchè non si tratta di nulla di difficile.

In generale potete avere:

  • con sistema operativo Windows i browser Internet Explorer, Opera, Firefox, Chrome,
  • con sistema operativo Mac Safari, Opera, Firefox, Chrome ;
  • con sistema operativo Linux Opera, Firefox, Chrome più un’infinità di alternative open source che non sto qui ad enumerare.

A seconda del caso in cui vi trovate, troverete in questa pagina le istruzioni su come procedere!

Passo 1: individuare il vostro browser!

Internet Explorer, Mozilla Firefox, Google Chrome, Opera o Safari (più altri prodotti prevalentemente sperimentali su cui non mi dilungherò): i vari browser – come ho già discusso – presentano caratteristiche diverse tra loro, e questo sia a livello di resa grafica delle pagine che di struttura e/o progettazione: per questo motivo aggiornarli potrebbe risultare non immediato, tanto più che le procedure di update cambiano in base al sistema operativo utilizzato. Niente paura, comunque: questo genere di operazioni vanno effettuate periodicamente, e sarà bene che ogni utente si vada ad impratichire al massimo a seconda del caso in cui si trova.

Passo 2: determinare che versione state usando

Prima cosa da tenere presente è sapere con certezza l’ultima versione rilasciata di un certo browser: per verificarlo andate sul sito della Microsoft per IE (http://windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/download-ie), su quello di Mozilla Firefox (https://www.mozilla.org/it/firefox/new), di Opera (http://www.opera.com/it), di Chrome (http://www.google.com/intl/it_it/chrome/browser) o di Safari (https://www.apple.com/it/safari).

Confrontate ora il numero di versione attuale con quello che rileverà il vostro browser, e se il primo è maggiore del secondo è il caso di aggiornare quanto prima. Diffidate, inoltre, da qualsiasi annuncio, risultato di ricerca o banner che prometta “l’ultima versione aggiornata di …” e riporti a siti web differenti (che potrebbero contenere malware, virus, keylogger e via dicendo):

  • sito originale (ad esempio): windows.microsoft.com/it-it/internet-explorer/download-ie
  • sito non affidabile: http://windows.software123.it/it-it/versione-aggiornata-internet-explorer/download

Abituatevi ad identificare correttamente i siti ufficiali da quelli balordi perchè, tra l’altro, è un’ottima misura di sicurezza anti phishing (paypal.com è un conto, it-paypal.com oppure secure-paypal.com sono quasi certamente siti farlocchi o truffe).

Per verificare manualmente che versione di browser state facendo funzionare, è molto semplice.

Aprite una finestra del browser che state usando e:

  1. Firefox : cliccate su “Informazioni su Firefox” da Firefox (su Mac) oppure da Aiuto (su Windows);
  2. Internet Explorer: cliccate sull’icona con la rotellina e successivamente su “About Internet Explorer” / “Su Internet Explorer“, oppure verificate online sul sito della Microsoft;
  3. Google Chrome: cliccate sull’icona con la chiave inglese e successivamente su “About Google Chrome” / “Su Google Chrome“;
  4. Opera: cliccare sul bottone opera-settings-button in alto a sinistra e successivamente “About Opera“: il numero di versione comparirà nella finestra del tipo 19.0.1172.23, che farà riferimento alla versione 19;
  5. Safari: cliccate su Safari e “Informazioni su Safari“.

Se ad esempio avete Firefox v. 30.2 e l’ultima versione sul sito ufficiale è la 31.1, è il caso di aggiornare il vostro browser.

Passo 3 Aggiornare!

Passiamo ora alle procedure di aggiornamento: potete procedere, in maniera decisamente diretta, a cancellare la vecchia versione del browser e ad installare la nuova, come fareste con qualsiasi altro programma. Questo è l’ideale (solo in certi casi, in effetti) se siete stati recentemente affetti da malware o virus (che ovviamente avete rimosso nel frattempo), ma attenzione: cancellerà – su Windows, quantomeno – tutte le password salvate, i segnalibri (bookmark / siti preferiti) e così via. Fatevi sempre un backup dei dati personali, prima di procedere!

Se invece decidete (come nella maggioranza dei casi sarà meglio) di aggiornare la versione esistente:

  • Firefox: dalla finestra di informazioni di Firefox vista prima, dovreste riuscire ad aggiornare in automatico il browser. Se così non fosse, cliccate su “Preferenze“, poi l’icona “Avanzate” ed adesso “Aggiornamenti“. Selezionate ora “Installa automaticamente aggiornamenti” e sarete a posto.

Screen 2014-08-21 alle 16.54.03

  • Internet Explorer: gli aggiornamenti possono essere installati automaticamente con gli update di Windows, basta ricordarsi di aggiornare periodicamente ed evitare browser o sistemi operativi troppo vecchi.
  • Google Chrome: può essere complicato da aggiornare ma basta fare le cose con ordine: Per applicare un aggiornamento da Chrome fate clic sul menu Chrome nella barra degli strumenti, poi selezionate “Aggiorna Google Chrome”. Nella finestra di conferma è necessario ora fare click su Riavvia. Al successivo riavvio del browser, l’aggiornamento verrà applicato automaticamente. Gli utenti Linux dovrebbero solitamente fare uso il gestore di pacchetti per tutti gli update, mentre quelli Mac potranno sostituire l’app aggiornata con la vecchia sovrascrivendola nella cartella applicazioni, senza perdere nulla perchè i dati sono memorizzati altrove (tipicamente in ~/Library/Application Support/Google/Chrome/Default/
    Bookmarks)
  • Opera: cliccate su Opera > Verifica aggiornamenti (Check for updates) e seguite le istruzioni a video.
  • Safari: gli aggiornamenti possono essere installati automaticamente con gli update di OSX, basta ricordarsi di aggiornare periodicamente ed evitare browser o sistemi operativi troppo vecchi.

Photo by fhwrdh

Ti piace questo articolo?

1 voto

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Come aggiornare il browser, guida dalla A alla Z

Se stai cercando il modo per aggiornare il tuo browser …
Votato 8 / 10, campione di 1 utenti

Ti potrebbero interessare (Guide informatica e varie):

Cerca altro nel sito

Clicca sul box, e scegli la sezione per vederne i contenuti.