7 domande a cui rispondere prima di installare WordPress

7 domande a cui rispondere prima di installare WordPress

Quando si decide di creare un blog in WordPress, è importante avere le idee chiare su tutti gli aspetti e le eventuali difficoltà in cui potremo incorrere. Ci sono in particolare, nella mia esperienza, almeno 10 domande a cui sarà necessario dare una risposta concreta, e le vedremo ordinatamente in seguito.

  1. Che tipo di sito vuoi realizzare? WordPress è ideale per il tuo blog aziendale o personale, ma può essere trasformato in un CMS completo in modo relativamente semplice, grazie all’innesto di opportuni plugin, theme e framework. Spesso invece si parte un po’ alla cieca con WordPress, senza considerare che se il nostro sito è specialistico andrebbe realizzato da un consulente, oppure mediante addon a pagamento più avanzati.
  2. Hai pensato a quali pagine fisse inserirai? Ci sono alcuni tipi di pagine, come “Chi siamo” o “Contatti”, che andrebbero inserite fin da subito nel tuo sito web; capire quali sono, elencarle e prevedere da subito cosa servirà per realizzarle (per esempio il plugin Contact Form 7 per la pagina dei contatti) ti aiuterà ad affrontare al meglio le problematiche di pubblicazione delle prime pagine. Pensa da subito anche ad uno stile di scrittura da adottare, sulla base delle tue preferenze, competenze e gusti dei potenziali visitatori.
  3. Dove andrai ad installare WP? Hai deciso di installare WordPress in un hosting di prova (ad esempio gratuito) oppure direttamente su un hosting professionale? Ci sono moltissime considerazioni da fare in merito alla scelta dell’hosting, ma in generale per iniziare l’hosting condiviso va bene quasi sempre. Dopo aver deciso questo, dovrai anche capire se installarlo nella directory principale (sito web unico su quell’hosting) oppure in una sottocartella (più siti nello stesso hosting o multidominio).
  4. Hai già pensato alla home page? Capire cosa mettere in home è fondamentale fin da subito: in base alle tue scelte o preferenze, puoi scegliere un theme che offra una home già pronta, eventualmente editabile in modo semplice e veloce, puoi anche optare per un framework che possa aiutarti a gestirla e modificarla nel tempo oppure puoi crearne una tu da zero con l’editor integrato di WordPress. Sulla home spendi qualche tempo per capire meglio quali soluzioni adottare, perchè è la pagina che i visitatori vedranno più spesso, molto probabilmente.
  5. Hai già pensato alle categorie del sito? Tieni conto che oltre alle pagine fisse del sito, potresti aver bisogno di dividere il blog in categorie: ad esempio una categoria per le notizie, una per gli eventi che organizzi e così via. Se il tuo sito è di natura discorsiva potrebbe piacere molto ai tuoi utenti, e può essere anche una buona scusa per attrarli: ma è importante aver già elencato la maggioranza delle categorie che pensi di usare. Fai attenzione a non confondere tag con categorie, in questa fase, perchè sono due cose diverse pensate per usi diversi.
  6. Pensa alle strategie di promozione. Per far conoscere il tuo sito web ed evitare che resti isolato ed invisibile al mondo, devi studiare una strategia promozionale per farlo conoscere. Essa prevede sia la possibilità di postarlo e discuterlo periodicamente sui social (eventualmente creando una pagina Facebook o un account Twitter), fare uso di ottimizzazione per i motori di ricerca o SEO (eventualmente mediante un consulente web qualificato), sfruttare gli annunci a pagamento di Facebook o Google Adwords per mirare un pubblico targetizzato e così via. Le cose da conoscere sono tante, e qui potresti avere bisogno di un aiuto esterno da parte di uno o più consulenti.
  7. Pensa ai contenuti del sito. Cosa sei in grado di offrire, a parte raccontare te stesso o la tua azienda? Cosa puoi dare agli utenti del sito che la concorrenza non può dare? In cosa puoi migliorare l’approccio? Cosa non funziona nel tuo settore sul web? Sono domande forse difficili ma richiedono una risposta, e questo perchè il tuo sito web non sia inutile o troppo banale. La cosa fondamentale, in questa fase, è quella di avere soprattutto le idee chiare sui contenuti che vorrai caricare, fornendo servizi, guide o articoli che possano invitare gli utenti sul tuo sito web in modo naturale.
Ti piace questo articolo?

1 voto

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

7 domande a cui rispondere prima di installare WordPress

Quando si decide di creare un blog in WordPress, è …
Votato 8 / 10, campione di 1 utenti

Ti potrebbero interessare (Guide WordPress):

Cerca altro nel sito

Clicca sul box, e scegli la sezione per vederne i contenuti.