[Mac] Come immettere testo a voce, anziché digitando (dettatura) Come dettare al Mac: si può fare facilmente, non è troppo complicato ed è molto pratico

<span class="entry-title-primary">[Mac] Come immettere testo a voce, anziché digitando (dettatura)</span> <span class="entry-subtitle">Come dettare al Mac: si può fare facilmente, non è troppo complicato ed è molto pratico</span>

In questo articolo riporto un po’ di caratteristiche poco note di Mavericks, l’ultimo sistema operativo di casa Apple: parliamo di dettatura vocale (utile per blogger e web writer), monitoraggio risorse ed altro ancora. Queste caratteristiche sono disponibili anche nelle versioni successive del sistema operativo della Apple (aggiornamento 21 febbraio 2015)

Dettatura e voce: detta & scrivi in automatico!

Schermata 2013-12-18 alle 16.27.03

Come si accede: cliccare sull’icona delle lente di ingrandimento e digitare “Dettatura e Voce“.

Una delle funzioni secondo me più interessanti della nuova versione del sistema operativo è relativa alla possibilità di affidare la scrittura direttamente al Mac: mediante il riconoscimento vocale si può fare in modo di attivare la dettatura della nostra voce direttamente in formato testo, e questo su qualsiasi text editor come TextWrangler, Open Office e così via (scopri: i programmi gratuiti di videoscrittura per Mac).

Si fa così per abilitare questa caratteristica:

  1. aprire un programma di videoscrittura, ad esempio Word o un qualsiasi editor di testo;
  2. cliccare su Preferenze di sistema, e selezionare Dettatura e voce;
  3. nella schermata che apparirà, assicurarsi che sia selezionata sotto l’icona del microfono la scritta “Microfono interno“, che sia selezionata la lingua in cui parleremo (italiano, inglese, ecc.);
  4. a questo punto resta da stabilire come aprire la finestra per dettare: il software infatti non è autonomo, nel senso che “dettatura voce” del Mac si integra con qualsiasi applicazione di videoscrittura, e deve essere abilitata con la combinazione di tasti che è indicata sotto la voce “Abbreviazione“.
  5. se lasciamo la scelta di default basta premere due volte il tasto Fn (è il primo a sinistra, in basso, sulle tastiere del Macbook);
  6. tenendo aperto Word, proviamo a premere due volte Fn ed ecco fatto: siamo pronti a dettare, e se proviamo a parlare verrà scritto in automatico tutto quello che diremo (e che il software riesce a rilevare).

Screen 2015-02-21 alle 19.23.39

Qui un esempio live dell’icona che dovreste vedere all’interno di Word o di Textwrangler.

Screen 2015-02-21 alle 19.30.53

L’ho testato sul mio Macbook e sembra funzionare abbastanza bene per quanto sia necessario:

  • parlare in modo chiaro, non troppo velocemente;
  • scandire attentamente le frasi;
  • stare davanti allo schermo mentre si parla.

Se avete il “callo” da tastiera e dovete scrivere testi piuttosto lunghi, può essere una soluzione interessante da sperimentare. C’è da dire, comunque, che dal punto di vista della privacy il software invia la vostra voce ad un server di riconoscimento vocale remoto, per cui è richiesto che siate connessi al web per poter funzionare. Per attivare, di default, si preme due volte il tasto Fn e, come potete vedere nella screenshot, troverete una piccola finestra che confermerà l’abilitazione della dettatura: per chiudere basta cliccare su Fine. Abilitando la dettatura migliorata, inoltre, il software dovrebbe funzionare anche se siete offline. (fonte: LifeHacker)

 


Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Ti potrebbero interessare (Guide informatica e varie):

Cerca altro nel sito

Clicca sul box, e scegli la sezione per vederne i contenuti.