Come creare e gestire una newsletter

Come creare e gestire una newsletter

Inviare email per la pubblicità della tua azienda, informare degli aggiornamenti del tuo blog via email i tuoi lettori o mandare annunci o offerte pubblicitarie mirate fa parte delle più comuni attività di marketing (o email marketing) che si possono effettuare mediante una newsletter. In questo articolo cercheremo di scoprire quali siano le principali soluzioni per newsletter disponibili sul mercato, tra soluzioni gratuite ed a pagamento, per effettuare questo tipo di operazioni.

Di solito questo servizio è associato ad un sito web o ad una pubblicazione online come un quotidiano, per cui nulla vieta di creare la propria, e di inviare così agli utenti interessati le comunicazioni mirate che desiderano (esempio: io ne ho creata una per ricevere gli aggiornamenti sui domini .it scaduti). Di base la newsletter è un servizio gratuito per gli utenti, ma ne esistono diverse varianti a pagamento: per chi desidera gestirla, invece, è un servizio a pagamento per quanto esistano eccezioni gratuite per un numero limitato di iscritti.

I principali servizi per l’invio di newsletter sono i seguenti; di norma, permettono di gestire l’invio di email, aggiungere email ai contatti, gestire statistiche e così via.

  1. Aweber. Uno dei servizi più completi ed utilizzati dai web marketer, collegato ad un’azienda molto famosa (e dalla buona reputazione) negli Stati Uniti. Permette di provare gratuitamente il servizio di newsletter per un mese, per poi eventualmente passare alla versione a pagamento (19 dollari al mese fino a 500 iscritti alla volta, nessun limite sul numero di mail inviabili). Servizio disponibile solo in inglese.
  2. SendBlaster. SendBlaster (arrivato alla versione 3 al momento in cui scriviamo) è una soluzione software per l’invio di newsletter per Windows, molto semplice e flessibile da utilizzare. Anche qui c’è una versione base gratuita ed una a pagamento estesa. Disponibile in italiano.
  3. VoxMail. Altro servizio molto interessante, che permette l’invio gratuito fino a 15.000 mail al mese fino a ben a 2.500 iscritti; la versione a pagamento permette di pagare con una tariffa flat sulla base del volume di traffico e di iscritti.
  4. MailChimp. Servizio che utilizzo anch’io attualmente per le newsletter di questo sito, offre numerosi servizi opzionali anche nella versione gratuita, la creazione di template di email personalizzati e tanto altro ancora. Disponibile solo in inglese, al momento in cui scrivo.
  5. Newsletter.it. Servizio creato da HTML.it, permette di gestire gratis la vostra newsletter ed è tutto in italiano.
  6. Mailant Permette di inviare gratuitamente (e per sempre, per come scritto nel sito) tutte le newsletter che si desiderano.
  7. GetResponse – Uno dei servizi anglofoni più famosi oltre ad Aweber, permette di inviare mail e newsletter mirate con prezzo base 12 euro al mese; da qualche anno c’è anche in italiano, ma non dispone di un servizio gratuito.
  8. MailUp – Servizio di newsletter in italiano che funziona con logica “cloud“, ovvero facendovi pagare in proporzione al volume di traffico che stimate di generare, con destinatari illimitati. Disponibile gratuitamente in prova, con la possibilità ulteriore di includere logo personalizzato dell’azienda, allegati e così via.

C’è da ricordare, inoltre, che non bisogna fare confusione – come alcuni fanno – tra mailing list e newsletter, in quanto la prima è in qualche modo parte della seconda. Una newsletter è un servizio di gestione per l’invio di comunicazioni via posta elettronica automatizzate (autoresponder, tratte da un feed RSS di un blog ecc.) o semi-automatizzate, mentre una mailing list è l’elenco degli indirizzi email per l’invio di news o, più frequentemente, di pubblicità mirate.

 

 


Ti piace questo articolo?

1 voto

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Come creare e gestire una newsletter

Votato 10 / 10, da 1 utenti