WordPress.com e domini gratuiti passano in blocco ad HTTPS obbligatorio

WordPress.com e domini gratuiti passano in blocco ad HTTPS obbligatorio

WordPress ha appena annunciato, dal proprio sito ufficiale, di aver messo a disposizione domini gratuiti in HTTPS sulla piattaforma WordPress.com: uno standard per la sicurezza informatica che impedisce ad es. che le credenziali di accesso del nostro sito viaggino in chiaro. La novità è stata introdotta in modo automatico e senza richiedere alcun intervento da parte dell’utente.

Ricordiamo che esiste una sostanziale distinzione tra siti hosted in WordPress su domini gratuiti .com e gli altri, per cui rimandiamo all’articolo linkato per più dettagliate informazioni: la novità riguarda esclusivamente i domini WordPress hostati sul servizio gratuito wordpress.com, non su quelli ospitati normalmente sui servizi di hosting che utilizziamo (che eventualmente andrebbero attivati manualmente). L’iniziativa fa parte, inoltre, della corrente Let’s Encrypt lanciata dalla EFF, che punta all’utilizzo massimizzato di SSL (scopri che cos’è) sulla maggioranza dei siti web, al fine di limitare i casi di spionaggio/furto di dati e di comunicazione in chiaro in generale. Da tempo, inoltre, Google ha annunciato di includere HTTPS tra i fattori di ranking SEO di un sito, per quanto tecnicamente l’unica certezza sia legata alla possibilità di proteggere meglio le comunicazioni tra il proprio browser ed il proprio sito web in fase di editing (il resto sono illazioni non verificabili, il comunicato ufficiale è del 2014).

La novità è quindi che anche WordPress.com ha ufficialmente aderito all’iniziativa, sulla scia di quanto fatto ad esempio da Whatsapp nell’ambito di una globale rivalutazione delle tecniche di crittografia nelle comunicazioni online di ogni tipo (fonte).

Photo by christiaan_008


Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.