Vantaggi degli hosting Linux

Vantaggi degli hosting Linux

L’hosting con sistema operativo Linux è uno dei più utilizzati a livello di servizi e siti web: anche se molti non lo sanno, la maggioranza dei servizi web che tutti usiamo, leggiamo e sfruttiamo sono basati su una soluzione server con questo celebre sistema operativo open. Le regioni di questa specifica scelta rispetto ad altre (su tutti, l’hosting con sistema operativo Windows Server) sono squisitamente tecnologiche oltre che pratiche.

La maggioranza dei prodotti software che utilizziamo per i nostri siti quotidiani, per i blog, per i siti web aziendali e così via, sono basati su soluzioni software open source: per rimanere nel banale pensiamo a PHP, MySQL, Apache formano una triade preferenziale rispetto a qualsiasi altra combinazione. Sono supportati nativamente dal sistema operativo, per cui il loro utilizzo in ambito Linux è da preferirsi rispetto a qualsiasi altra possibilità che la tecnologia possa offrire ad oggi. Inoltre, c’è da considerare che Linux supporto anche Perl, Python, Java e numerosi altri linguaggi utili per la più grande varietà possibile di applicazioni web, in ambito di dedicati, integrazioni software, cloud e via dicendo. Essendo la scelta più comune per un sito web generico, ma anche per moltissime soluzioni di altro genere (quindi ci sono anche siti di e-commerce che girano ottimamente sotto Linux, ecc.), Linux ha il vantaggio di supportare nativamente, a differenza di Windows, la maggioranza dei linguaggi, dei framework e delle soluzioni custom utilizzabili.

L’hosting con sistema operativo Linux va bene, quindi, per WordPress, Joomla!, Drupal, e molti altri; cosa che peraltro vale anche per i sistemi Windows, visto che sia Linux che Windows supportano Apache, MySQL e PHP (che sono i reali requisiti per questo genere di siti web). Stesso discorso vale quindi anche per altre tipologie di siti e portali, forum e blog, tenendo conto che ovviamente se un CMS richiede un modulo specifico che c’è solo in Windows o Linux allora saremo obbligati, in tal senso, ad utilizzare l’uno oppure l’altro.

Sistemi operativi Linux utilizzati comunemente per l’hosting sono, ad esempio, Debian, Ubuntu e CentOS; in alcuni casi, ci sono aziende del settore che utilizzano distribuzioni (cioè versioni del sistema operativo) appositamente dedicate quali, ad esempio, Red Hat Enterprice Linux (RHEL) e SUSE Linux Enterprise Server. A livello customer ed utilizzatore quotidiano, comunque, non serve davvero conoscere troppi fronzoli lato tecnico: basterà accertarsi che l’hosting sia Linux in una qualsiasi distribuzione e, almeno per i servizi web di base, tutto funzionerà nel migliore dei modi. Del resto Linux segue la filosofia dell’open source ed è molto spesso addirittura gratuito, per cui non grava sulle tasche dei servizi che basano il proprio business su di esso se non per i casi di personalizzazione, sistemistici e di programmazione nello specifico. Per questo, non graveranno neanche sui clienti finali dei servizi di hosting: quelli, come voi (probabilmente), interessati a trovare un buon servizio di hosting per il proprio sito web.

Leggi anche il seguente articolo che mette a confronto gli hosting Windows con quelli Linux-based.

Meglio un hosting Windows o uno con Linux? Guida rapida alla scelta


Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Ti potrebbero interessare (FAQ Hosting & Dintorni):

Cerca altro nel sito

Clicca sul box, e scegli la sezione per vederne i contenuti.