Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Vai al contenuto

Ancora una falla su Adobe Flash, attenzione ai link nelle email

Il 13 ottobre i ricercatori informatici della Trend Micro (TM) hanno scoperto un particolare tipo di attacco di massa informatico che sfrutta una nuova, ennesima falla di Adobe Flash: le versioni interessate sono in particolare la 19.0.0.185 e la 19.0.0.207 (che è anche l’ultimo rilascio attualmente disponibile).

L’aggiornamento sarà  disponibile nei prossimi giorni qui.

Se preferite, potete seguire le istruzioni per disabilitare Flash se il vostro browser già  non lo facesse di suo.

Per sfruttare la falla è stata fatta una massiva campagna di phishing sugli indirizzi email governativi (several foreign affairs ministries) con al proprio interno link a siti con finte news sulla politica estera: i link in realtà  contengono script malevoli che sfruttano la falla in questione, in quella che è nota come operazione Pawn Storm. Si tratta di un’operazione di spionaggio digitale sviluppata all’incirca nel 2007 e che prosegue ancora oggi, incentrata a targhetizzare un numero di vittime di alto profilo, da istituzioni a personalità  dei media. Attenzione, quindi, a fare click in maniera indiscriminata o spensierata sui link riportati nelle email: vale per tutti, non solo per chi gestisce o usa indirizzi istituzionali.

Tra le potenziali vittime dell’attacco informatico in questione troviamo, secondo quanto riportato da Trend Micro:

  • governo, autorità  militari e dei media USA e suoi alleati;
  • dissidenti poltici russi;
  • attivisti, media, governi e autorità  militari ucraine;
  • stati membri della NATO;
  • governi europei, asiativi e del Medio oriente.

mentre i vettori di attacco sono principalmente:

  • alcune forme di spear phishing (email che sembrano provenire da contatti noti) rivolte ad utenti Linux e Windows, di cui SEDNIT è uno dei malware attivi;
  • altre forme di infezione si presentano come pagine di Outlook versione web in tutto identiche alle originali, che sono sfruttate per rubare le credenziali di accesso della vittima;
  • un malware per iOS noto nelle due varianti IOS_XAGENT.A e IOS_XAGENT.B che ruba le credenziali ed i dati personali del dispositivo della vittima.

Il ruolo di Adobe Flash nelle due versioni indicate è particolarmente rilevante, in quanto una componente malevola viene sfruttata attivamente per effettuare questa forma di exfiltration o furto di dati personali. La falla in questione è stata segnalata alla Adobe, e si dovrebbe aggiornare Adobe Flash non appena sarà  trovata una soluzione, sperabilmente nelle prossime ore.

Ti potrebbe interessare:  Badlock, la falla informatica che colpisce i sistemi Samba e Windows

Photo by gruntzooki

Da non perdere 👇👇👇



Questo sito web esiste da 4413 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 3955 articoli (circa 3.164.000 parole in tutto) e 12 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Non ha ancora votato nessuno.

Ti sembra utile o interessante? Vota e fammelo sapere.

Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.
Il nostro network informativo: Lipercubo.it - Pagare.online - Trovalost.it.