Che cos’è la banda larga

Che cos’è la banda larga

Questa è una FAQ dedicata ad un parametro importante per l’informatica in generale; parliamo della banda larga, e di tutto quello che è legato ad essa. Partiamo ovviamente dalla definizione di base – la banda in generale – per poi passare a definire la banda larga, specificatamente legata alla connessione veloce su internet.

Banda in informatica

La banda è la quantità massima di dati che può passare su un mezzo in un certo periodo (per esempio un mese: la banda mensile di un hosting); in genere si esprime in GB / tempo: ad esempio, se un hosting mi fornisce al massimo 100GB / mese, significa che avrò a mia disposizione 100GB di traffico a consumo per il mio sito, sommando il traffico di tutti i visitatori. Superata questa soglia non sarà più garantito il funzionamento – anche se gli hosting attuano diverse politiche in merito, e raramente lasciano davvero “a piedi” il cliente.

Se ammettiamo che in media una visita (o meglio una visualizzazione o impressione), nello specifico, vada a consumare 1 MB di banda (giusto per fare un conto agevole), significa che l’hosting supporterà fino a 100,000 impressioni mensili. La banda di un hosting è tipicamente limitata per ragioni di spazio, e bisogna fare attenzione a quegli hosting che propongono questa formula: la praticità ed usabilità della soluzione varia di caso in caso.

Pubblicità

L’hosting commerciale tende a mettere in risalto la banda associandola, a seconda dei casi, tipicamente ad una quantità espressa in Gigabyte , oppure Gigabyte per mese.

Nota: se stavi cercando nello specifico cosa sia la banda di un hosting, trovi le informazioni che ti servono qui.

La larghezza di banda di un hosting (o di un sito / web service)

La larghezza di banda di un sito web è una cosa diversa: si tratta della capacità del server di scaricare e/o uploadare dati, ed è espressa tipicamente in bit per secondo. In linea di massima, quindi, non c’è alcun riferimento temporale, bensì si tratta di una capacità istantanea.

Differenza tra larghezza di banda e banda

Bisogna fare attenzione a queste due quantità e soprattutto a non confonderle: quella che interessa a livello pratico è il più delle volte la prima, mentre la seconda è un limite più che altro teorico. La larghezza di banda fa quindi riferimento, in definitiva, alla quantità di informazione trasmissibile sul canale di comunicazione [GByte o più frequentemente Gbit], mentre la banda rappresenta la quantità di informazione massima che può scorrere nel tempo, ad esempio [GB / mese].

LEGGI ANCHE:  Cos'è la firma elettronica

Banda larga (internet)

In genere la banda larga o broadband corrisponde con la banda (come l’abbiamo definita in precedenza) che in grado di convogliare e trasportare più tipi di segnale; ci sono diverse tecnologie che permettono di farlo tra cui ad esempio il cavo coassiale e la fibra ottica. Nel contesto the Internet la banda larga fa riferimento ad una generica connessione veloce, senza una specifico riferimento ad alcuna velocità. Per come viene comunemente utilizzato questo termine la banda larga è un tipo di accesso ad Internet che sia molto più veloce delle vecchie – ed ormai non più utilizzate – connessioni dial-up. La definizione di banda larga, al momento della scrittura di questo articolo potrebbe coincidere con 100 Mbps, è destinata a cambiare e ad evolversi anno dopo anno, in corrispondenza dell’affermarsi o meno delle tecnologie.  In linea di massima ogni connessione considerabile banda larga possiede una velocità superiore ad 1 Mbit/s.

Banda larga in Italia

La banda larga si sta diffondendo in questi anni anche grazie al supporto di Tim, che sta proponendo un’offerta molto conveniente per favorire la diffusione della banda larga in fibra all’interno dei principali centri italiani e delle province. Se inizialmente questa possibilità era riservato soltanto alle grandi città come Roma e Milano, ad oggi la banda larga in fibra fino a 100 Mb/s (in teoria, perché spesso in pratica il suo valore effettivo vado al 30 al 90% di quanto indicato nominalmente) si sta diffondendo anche nei piccoli paesi e nella provincia in generale. Secondo le stime effettuate dal Mise,  entro il 2020 dovrebbe essere coperto da banda larga il 100% delle abitazioni, a cui saranno forniti almeno 30 megabit al secondo. Ovviamente il tutto passa per un aggiornamento infrastrutturale organizzativo ad oggi tutt’altro che scontato, ai fini della riduzione del digital divide.

(fonte)

LEGGI ANCHE:  Come aggiornare a Windows 10 sugli smartphone Nokia
Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.