Come usare Bitly.com per monitorare i click di un URL Scopriamo che cos'è il servizio gratuito Bitly e come usarlo

<span class="entry-title-primary">Come usare Bitly.com per monitorare i click di un URL</span> <span class="entry-subtitle">Scopriamo che cos'è il servizio gratuito Bitly e come usarlo</span>

A cosa serve BITLY.com? Quando capita di vedere in giro URL con prefisso Bit.ly o Bitly.com, in effetti, non è scontato per chiunque pensare alla reale ragione per cui questi indirizzi vengono messi online, anche se in parte la spiegazione è legata al fatto che si tratta di “accorciatori di URL”. In realtà questi indirizzi servono a monitorare il numero di click che sono effettuati dagli utenti sugli URL stessi, e vengono per questo motivo molto utilizzati nelle campagne di web marketing per misurarne l’efficacia (che nello specifico è legato al tasso di click, o CTR: più è alto, meglio è).

Bitly è senza dubbio uno dei migliori servizi di URL shortening, diventato popolare anche grazie a numerose campagne di web marketing che si sono viste negli ultimi anni. Per farne uso basta andare su Bitly, dovete fare un bel su Create (una volta fatto login con Twitter o Facebook o un proprio indirizzo email) che trovate in alto a destra, e poi inserire l’URL che si desidera accorciare.  Si può anche inserire un title nel bitly creato, e poi sarete pronti a copia-incollarlo dove preferite, creando così una “scorciatoia” per il vostro indirizzo preferito.

Supporta nella versione free fino a 500 URL diversi, limite superabile solo a pagamento a costi davvero piccoli, almeno ad oggi.

Il codice univoco dopo l’URL (ad esempio abcde12) serve ad identificare univocamente l’URL destinazione, e viene generato dal sistema in modo del tutto casuale; una volta che ne prendete uno, è vostro per sempre. Ma non si tratta solo di accorciare URL, in quanto:

  1. si può usare il servizio per mascherare indirizzi (ad esempio link affiliati) e monitorarli per conto vostro;
  2. per generare QR-code gratuitamente (visto che vengono associati in modo automatico dal sito);
  3.  per monitorare il numero di click ricevuti nel tempo e, da qualche tempo, la loro fonte di provenienza (un po’ come accade per Analytics).

Come accorciare gli URL con Bit.ly

Per accorciare i vostri URL dovrete:

  1. andare su Bitly.com;
  2. loggarvi col vostro account Google, Facebook o Twitter (i dati di accesso, per la cronaca, resteranno non pubblici e riservati solo a voi; la password non sarà condivisa con Bitly);
  3. inserire il nome di un indirizzo da accorciare (ad esempio http://www.stophost.it/blog/wordpress-joomla-quale-scegliere-64.html) e postarlo all’interno della casella;
  4. cliccare su Shorten URL;
  5. ricopiare l’URL generato (nel caso specifico http://bitly.com/indirizzo_custom) per utilizzarlo dove vorrete, o salvarlo in un file di testo per il futuro. Potete sia scriverlo voi che farlo generare a caso dal sistema, nel primo caso dovrete trovarne uno libero per tentativi.

Come vedete di seguito, nella lista sono progressivamente elencati gli indirizzi che avrete generato nel tempo, con indicazione di data e numero click.

0 voti


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Consulente SEO, ingegnere informatico e fondatore di Trovalost.it, Pagare.online, Lipercubo.it e tanti altri. Di solito passo inosservato e non ne approfitto.