Bluetooth: le varie versioni a confronto

Argomenti: ,
Pubblicato il: 28-10-2020 21:16 , Ultimo aggiornamento: 01-03-2021 09:40

Nel 1999 la versione 1.0 del bluetooth vinse il premio Best of show Technology Award” come una delle nuove tecnologie più dirompenti e potenzialmente interessanti di quel periodo: e a vedere quello che è successo dopo, effettivamente, non c’è da dargli torto.

Bluetooth è una tecnologia wireless a breve raggio in grado di connettere dispositivi tra loro, come ad esempio cuffie o auricolari BT con il nostro cellulare, smartphone con PC e così via. Senza l’impiccio di avere un filo per connettere i dispositivi, BT rappresenta una tecnologia funzionale ed economica, tant’è che viene sfruttata anche da app molto popolari come Immuni al fine di misurare la distanza ed il tempo di esposizione tra due dispositivi. Uno scopo specifico (bluetooth non è pensato per misurare le distanze, di suo) per cui si ricorre ad un algoritmo di misurazione molto particolare, sul quale bisognerebbe forse discutere un attimo prima di dare credito sconfinato all’utilità dell’app (ad oggi, purtroppo, soltanto presunta).

Al di là della sua apparente “leggerezza” di formato, BT è un vero e proprio standard industriale consolidato, utilizzabile –  a partire dalla versione 5.0 – per tutti i dispositivi di tipo IoT. Sviluppato originariamente dalla Ericsson e successivamente dal Bluetooth Special Interest Group (SIG), sappiamo anche che il nome Bluetooth deriva da un curioso “nome in codice” originariamente usato dalla SIG per il progetto, ed è un riferimento a un re danese del X secolo di nome Harold Bluetooth, responsabile dell’unione di Norvegia, Svezia e Danimarca.

Bluetooth sfrutta delle onde radio a corto raggio (le prime versioni lavoravano nell’ordine di grandezza di massimo 10 m, con le ultime versione si arriva anche ad un centinaio), ed è in grado di comunicare con due stati distinti:

  1. di default, ogni dispositivo con BT è in standby, in attesa di un segnale che possa accoppiarlo, e ogni secondo circa il dispositivo verifica se non ci sia qualche richiesta in arrivo;
  2. una volta accoppiato, il BT permette di comunicare tra i due dispositivi sia in un verso che nell’altro.

La comunicazione dei dati può essere di vario genere, ed è prevista una estrema flessibilità a riguardo: abbiamo ad esempio il segnale audio (quando usiamo il BT in macchina per parlare al telefono), segnale video (se condividiamo lo schermo del nostro telefono via BT con una TV), segnale dati (la rubrica che condividiamo con l’autoradio BT in modo da poter comporre i numeri mentre siamo in auto).

Le varie versioni di bluetooth si sono susseguite in modo incessante negli anni, dotando di conseguenza soprattutto gli smartphone di successive generazioni: nel 2001 si sono viste le prime stampanti BT, nel 2004 è uscito il BT 2.0 per le cuffie, attorno al 2008 si è vista la versione 3.0, nel 2011 la 4.0 fino ad arrivare a quella diffusa sui telefoni di ultima generazione, che va sotto il nome di BT 5.0. La versione BT 5.0 introduce molte novità importanti in ambito tecnologico, soprattutto il basso consumo di potenza (tecnologia LE) ed un raggio d’azione praticamente raddoppiato rispetto alle versioni precedenti

Quello che abbiamo spiegato finora, per comodità, è riassunto all’interno di questa tabella sintetica.

CaratteristicheBluetooth 1.x, 2.x, 3.x Bluetooth 4.x Bluetooth 5.x
Range/Distanza massimaFino a 100mFino a 100mFino a 250m
VelocitàElevato1 Mbps (24 MB/s)2 Mbps (48 MB/s)
Consumo di potenzaElevatoElevatoBasso
Message capacity31byte255byte
Supporto Dispositivi IoTNoNo
AffidabilitàBassaBassaAlta
Supporto LE (Low Energy)No

La potenza del segnale BT viene espressa in dBm, un’unità di misura analoga a quella usata per misurare (ad esempio) anche il segnale Wi-Fi.

C’è latenza nel bluetooth?

In genere sì, inevitabilmente esiste una piccola latenza dell’ordine dei millisecondi (ms), che pero’ è limitata in base alla tecnologia in uso: ad esempio nel caso della aptX Low Latency tale latenza non può essere superiore a 32 ms.

Qual è la portata del Bluetooth 5?

BT 5.0 è uno standard trasmissivo a basso consumo energetico, e riesce ad avere una portata massima di circa 243 m (800 piedi), 4 volte in più del suo predecessore BT 4.2. Ogni versione sembra effettivamente tesa ad introdurre un miglioramento in termini di distanza massima (non minima), quindi è un dispositivo che, almeno da quello che capiamo, non si capisce bene come possa misurare con precisione distanze di meno di 2 m (così come richiesto da app di contact tracing come Immuni)

Compatibilità tra versioni BT

In genere esiste, ed i dispositivi con BT 5.0 sono in genere retro-compatibili con quelli 4.0, 4.1 e 4.2.

Cosa cambia tra Wi Fi e Bluetooth?

Ci sono varie differenze per quanto, alla fine, si tratti in entrambi i casi di comunicazioni senza fili; BT, nello specifico, ha una portata più piccola del Wi-Fi.

Come scoprire che versione Bluetooth usa il mio smartphone Android?

È molto semplice: basta andare su Impostazioni> Applicazioni> Applicazioni in esecuzione; qui dovresti trovare l’icona del BT, basta tappare e si vedrà la versione in uso.

Quali sono le caratteristiche di BT 5.0?

Le principali caratteristiche della tecnologia BT versione 5.0 sono le seguenti:

SMSHosting Usa il codice PROMO per uno sconto sul primo acquisto: PRT96919
  • 48 MB/s di velocità di comunicazione dati (in precedenza erano massimo 24MB/s)
  • distanza coperta di quasi 250m
  • riproduce contenuti audio su due dispositivi differenti, effettuando quello che viene chiamato tecnicamente split del segnale (funzionalità detta double audio)
  • ideale per le app IoT che devono mantenere una connessione costante con l’ambiente circostante, come nel caso di sensori di prossimità o volumetrici

Bluetooth 5.0 funziona con 4.2?

L’hardware Bluetooth 5.0 è completamente compatibile con Bluetooth 4. 2: uno smartphone, ad esempio, abilitato Bluetooth 5 funziona con altoparlanti, cuffie, altoparlanti, automobili, fitness tracker e così via Bluetooth.

(fonti: Researchgate.net)

Nessun voto disponibile

Che te ne pare?

Grazie per aver letto Bluetooth: le varie versioni a confronto di Salvatore Capolupo su Trovalost.it
Bluetooth: le varie versioni a confronto (Guide, Assistenza Tecnica, Mondo Wireless)

Articoli più letti su questi argomenti:

Seguici su Telegram: @trovalost