Chiamate via Whatsapp, tutto quello che devi sapere (Video)Chiamare gratis si può: basta una buona connessione ad internet

Cosa sono le chiamate Whatsapp

Le chiamate WhatsApp sono un’alternativa alle telefonate che, da qualche tempo, permette di effettuarle anche mediante videocamera (videochiamate): ogni persona al mondo può entrare in contatto con chiunque abbia uno smartphone con WhatsApp installato. Quindi le chiamate di questo tipo possono essere sia audio (chiamate classiche come se usassimo il telefono) che videochiamate.

Questa app, anche se forse non è la migliore in assoluto, è sicuramente una delle più importanti e popolari tra le persone: grazie alle sue funzionalità possiamo in definitiva 1) inviare e ricevere messaggi testuali istantanei, alternativi ai classici SMS, 2) ricevere e fare telefonate vere e proprie, sia solo con audio che con video.

Come funzionano le chiamate Whatsapp

Con l’app di Whatsapp è possibile chiamare qualsiasi numero che abbiamo in rubrica, ad esclusione dei numeri di emergenza come il 118 ed il 112. L’ app di Whatsapp ha bisogno di una connessione ad internet per poter funzionare: questa connessione può essere sia quella wireless di casa che quella dello smartphone (in base al piano tariffario che avete). È possibile chiamare solo le persone di cui abbiamo il numero in rubrica, ovviamente, oppure quelle che siano presenti all’interno di gruppi Whatsapp di cui facciamo parte anche noi.

Telefonare con whatsapp è possibile, ovviamente, grazie alla connessione ad internet, che deve essere abbastanza stabile e veloce (sui telefoni di tutti i partecipanti) da consentirla. Se la connessione ad internet di uno degli interlocutori è bassa o degradata, ciò potrebbe riflettersi in chiamate Whatsapp in cui la voce di qualcuno si sente male, solo a tratti, oppure la voce va e viene o magari non si sente nulla.

Che cosa ci serve per chiamare con Whatsapp

Chiamare con Whatsapp non è più un problema, al giorno d’oggi, e le ultime versioni del software hanno permesso una rapida diffusione di questa possibilità anche tra i meno esperti: insomma, è alla portata di tutti! Per fare le telefonate con questo usatissimo software di messaging, infatti, è necessario avere a disposizione una delle due alternative seguenti:

  1. avere accesso via smartphone ad una connessione ad internet a casa o in ufficio;
  2. avere a disposizione internet direttamente sul proprio telefono, ad esempio connessioni 3G o 4G.

Potete chiamare amici, parenti, colleghi e chiunque abbia un numero di telefono classico, sia di casa che su smartphone. Questo vale solo per le chiamate ordinarie, e per chi già possiede Whatsapp installato.

Le chiamate Whatsapp, così come quelle di Skype, non sono ancora abilitate per chiamare, ad esempio, numeri di emergenza (118, 112, 1500, …) ed altre numerazioni particolari.

Quanto costa chiamare con Whatsapp?

Chiariamo da subito che Whatsapp è un’applicazione gratuita, che ha da qualche tempo abolito il canone annuale di pagamento (peraltro, all’epoca, molto piccolo): per cui è completamente gratuito farne uso, e questo rende sicuramente realistico pensare di fare chiamate gratis. Nonostante questo, bisogna fare attenzione lo stesso, perchè la durata delle telefonate influisce sul traffico internet, a determinate condizioni che ora vedremo.

Come avvengono le chiamate?

Le chiamate via Whatsapp avvengono via internet, quindi dovrete avere una connessione attiva e funzionante al web; le chiamate così sono gratuite, senza altri costi aggiuntivi – se non quello di internet che comunque pagate fisso. Se trovate una connessione wireless libera e siete in giro, ad esempio, non pagherete nulla nel farne una.

La persona che state chiamando, invece, pagherà o meno a seconda della situazione in cui si trova a sua volta: su wireless gratuita o di casa o comunque nota, oppure su connessione via cellulare. La chiamata influirà quindi sul traffico internet del vostro telefono, che potrete visione e – sui modelli di telefono Android, iPhone, Windows Phone e BlackBerry più recenti – monitorare a vostro piacimento.

Come funziona la chiamata?

Nell’ordine, spiegato passo-passo, bisogna fare come indicato.

  1. Assicurarsi di essere connessi ad internet, via wireless (preferibile) oppure attivando la connessione dati se non disponibile diversamente. Nel farlo, tenete conto che sarà necessario disporre di traffico dati residuo sul proprio telefono, altrimenti la chiamata non potrà avvenire.
  2. Aprire Whatsapp cliccando sull’icona apposita, e (se necessario) configurarlo la prima volta sul proprio telefono se necessario (basta seguire le istruzioni guida).

wp_ss_20160606_0002

Per effettuare la chiamata via WhatsApp, è sufficente a questo punto aprire la chat con la persona, dei nostri contatti, che desideriamo contattare, e premere poco dopo il tasto che raffigura una cornetta: al momento in cui scrivo, sull’ultima versione dell’app si trova in alto a destra (vedi freccia gialla di seguito).

wp_ss_20160606_0004

Dopo pochi istanti, il vostro telefono inizierà a squillare e starete, quindi, chiamando con Whatsapp.

Utilità: registrare le chiamate WhatsApp

Fino a qualche tempo fa non era possibile farlo, ma oggi le cose non stanno più così: una possibilità è quella di installare un’app apposita, che permette di registrare le chiamate non solo con Whatsapp ma anche con Viber, Facebook, Skype, Whatsapp, Telegram, Slack e così via.

Questa app si scarica dal Play Store ufficiale, si chiama Call Recorder ed è gratis.

Utilità: bloccare le chiamate WhatsApp

Se non vuoi ricevere una chiamata Whatsapp da un certo contatto, nessun problema: lo puoi semplicemente bloccare. In genere la funzione chiamata purtroppo non puo’ essere completamente disabilitata, ma è possibile evitare di ricevere chiamate in momenti inopportuni in un modo molto semplice: disattivando il collegamento ad internet dello smartphone (sia quello wireless che quello dati del telefono), e facendone uso solo come telefono.

Se ad esempio un contatto ti da’ fastidio e continua a chiamarti via Whatsapp, devi aprire la chat con il contatto, tocca il suo nome, seleziona Blocca Contatto, poi tappa su Blocca e Segnala e Blocca. Adesso è rimasta solo una cosa da fare: fare scorrere verso sinistra la chat con il contatto all’interno della schermata Chat, quindi poi seleziona Altro > Info contatto > Blocca contatto > Blocca o Segnala e blocca. Hai fatto: la persona in questione non ti darà più fastidio via chiamate Whatsapp, e puoi anche bloccarne le chiamate mediante smartphone.

In alternativa, per vedere tutti quelli che hai bloccato o che vuoi eventualmente sbloccare, apri le Impostazioni di WhatsApp e vai nella parte dove c’è scritto Account, poi scegli l’opzione Privacy, seleziona Contatti Bloccati e vai su Aggiungi nuovo… per aggiungere altri contatti ai bloccati, oppure seleziona quelli già bannati per sbloccarli, se vuoi fare questo.

Chiamate di gruppo con WhatsApp

Grazie a Whatsapp è possibile effettuarechiamate di gruppo, quindi tra più di due persone, fino a 8 partecipanti alla chiamata.

La cronologia delle videochiamate di gruppo sarà visibile nella scheda CHIAMATE. Prima di fare una chiamata di gruppo, è necessario assicurarsi di avere una connessione ad internet ben funzionante e veloce (potete testare facilmente la vostra connessione da internetveloce.eu), ricordandovi anche che la qualità della videochiamata dipenderà dal contatto con la connessione più lenta. Se preferisci, durante una videochiamata di gruppo hai la possibilità di disattivare il video facendo tap (ovvero toccando) l’opzione Disattiva fotocamera. Su Android, le videochiamate sono disponibili su Android 4.1 e versioni successive.

Se stai partecipando ad una chiamata in cui c’è una persona che hai bloccato, puoi partecipare lo stesso alla chiamata di gruppo, anche se ovviamente non puoi aggiungerla creando tu il gruppo (deve farlo qualcun altro). Durante lo svolgimento di una videochiamata di gruppo, non è possibile rimuovere gli altri partecipanti. Il partecipante deve riagganciare per disconnettersi dalla chiamata

Come fare una videochiamata WhatsApp

Ci sono tre modi per effettuare una videochiamata mediante Whatsapp: il primo è quello di aprire la chat di gruppo, già esistente, e selezionare Chiamata di gruppo. Dopo pochi secondi starai già chiamando! Se poi devi ancora creare il gruppo, cerca i contatti che vuoi aggiungere dopo aver selezionato videochiamata di gruppo e poi seleziona Videochiamata.

Se invece vai dalla scheda CHIAMATE dell’app, seleziona nuova chiamata (l’icona è quella della cornetta con un segno + a fianco), poi seleziona Nuova chiamata di gruppo, cerca i contatti che desideri aggiungere, e per finire tappa Videochiamata (l’icona con la videocamera).

Infine, per effettuare una videochiamata di gruppo partendo da una chat singola: apri la chat di WhatsApp con uno dei contatti che desideri chiamare con video, seleziona Videochiamata, e easpetta che l’altra persona accetti la chiamata. Fatto questo, tappa su Aggiungi partecipante, cerca un altro contatto che vuoi aggiungere alla chiamata, quindi tappa su AGGIUNGI, ed eventualmente tappa Aggiungi partecipante se vuoi aggiungere altri contatti.

Chiamata WhatsApp non funziona

Le chiamate Whatsapp non funzionano, non sentite nulla o il vostro interlocutore non vi sente, oppure – ancora  – l’audio della telefonata va e viene? In questi casi potrebbe dipendere dalla scarsa connettività di uno dei partecipanti, cosa che ovviamente bisogna assicurarsi prima di chiamare: se siete connessi col telefono, e state usando la connessione dati, dovrete assicurarvi di stare in un luogo in cui le chiamate prendono bene. Se invece siete connessi con il wireless di casa, assicuratevi di essere sufficentemente vicini al router.

Per fare un test per capire se internet funziona, provate ad aprire una pagina web con il browser del PC (se connessi a Whatsapp WEB) oppure quello del telefono, e verificate se riuscite ad aprire google.it. Se lo aprite, avete connessione, altrimenti no. Per verificare la velocità di connessione, potete effettuare un test da questo strumento.

2 voti