Hosting di siti per adulti, si può? La maggioranza dei provider di hosting non permettono contenuti adult, per una varietà di ragioni prevalentemente tecnologiche

<span class="entry-title-primary">Hosting di siti per adulti, si può?</span> <span class="entry-subtitle">La maggioranza dei provider di hosting non permettono contenuti adult, per una varietà di ragioni prevalentemente tecnologiche</span>

Se il vostro obiettivo è un hosting per siti per adulti (video, chat, gallerie foto e via dicendo) è necessario fare una serie di importanti considerazioni che affronteremo in questo articolo.

Termini di servizio: molti hosting non permettono di hostare porno!

Prima di tutto, le TOS (Terms of Service): molti hosting non permettono ai webmaster di utilizzare i propri servizi per siti porno. Questo avviene per una serie di ragioni legate, più che ad una forma di moralismo o di non voler associare il proprio nome a certi servizi (magari per ragioni etiche o per le leggi dei rispettivi paesi), ad un’utilizzo efficente delle risorse: ospitare su un condiviso un “clone” di YouPorn, per capirci, provoca uno sbilanciamento delle risorse in favore di un’unico sito e richiede, spesso, accorgimenti specifici che hanno un costo extra.

Per questo motivo è bene partire dal presupposto che per questa nicchia di siti siano preferibili hosting dedicati, VPS o al limite cloud o VPS.

Esistono comunque vari hosting a costo ragionevole (come Arvixe) che permettono ai webmaster di ospitare e mantenere siti per adulti a prezzi contenuti e ragionevoli. Basta trovare quelli giusti!

Server all’estero: è la soluzione?

Sfatiamo una leggenda che mi pare parecchio diffusa sul web: non è vero che sia necessario (o sufficente) hostare i siti per adulti all’estero. Questo è solo un paravento: ricorrere a provider di hosting low cost è una soluzione in svariati ambiti ma in questo, secondo me, no: la tracciabilità di chi realizza un sito adult è sempre legata ad un nome visibile in chiaro, al limite mediante il WHOIS del dominio, per cui attenzione in ogni caso a:

  1. caricare nel vostro sito soltanto video e foto di cui detenete i diritti, specie se state monetizzando mediante programmi di affiliazione (esistono appositi marketplace per l’acquisto di materiale inedito anche se, per inciso, costano parecchio);
  2. fare attenzione a come viene gestita la VPS per evitare sovraccarichi ed errori imprevisti;
  3. occhio allo spam, che in ambito SEO per l’adult è diffusissimo.

Ricordo inoltre che è semplicistico pensare di aggirare le leggi italiane semplicemente hostando il sito all’estero, specie per attività che siano risaputamente illegali o borderline.

Una possibile soluzione può essere ad esempio ExMasters, che offre server dedicati a costi, di fatto, neanche troppo contenuti.

Non serve per forza un dominio .XXX

PEr quanto sia strombazzato dai vari servizi di hosting e dall’ICANN, le estensioni di dominio .XXX non sono prettamente necessarie, nè obbligatorie, per i siti per adulti: di sicuro costano di più (circa 100 euro all’anno solo il dominio) e sono, ovviamente, facilmente riconoscibili dagli utenti. Ma ne vale davvero la pena?

Portali per adulti white-label

Esiste una soluzione “di mezzo“, inoltre, che sembra essere parecchio in voga presso vari webmaster, cioè i cosiddetti siti white-label: siti già pronti all’uso e minimamente personalizzabili, per i quali pagate solo un nome di dominio (ad esempio mediante aste online di domini scaduti) e vi associate la white label e siete pronti a partire. C’è pero’ il problema che questo tipo di approccio crea tendenzialmente siti clone tutti identici tra loro, e per questo passibili di penalizzazioni da parte di Google o, più comunemente, del tutto ignorati da esso e dai visitatori. Ad ogni modo se voleste sperimentare questa soluzione ci sono moltissime whitelabel adult che potete trovare facilmente con Google.

Provider di hosting adult: rivediamoli nel concreto…

Alcuni hosting di mia conoscenza che permettono l’adult: Arvixe e ExMasters, per gli altri vi conviene chiedere direttamente. La lista non è completa, e se il vostro hosting (di cui siete titolari) volesse essere inserito in lista perchè ammette l’adult hosting come politica basta segnalarlo dal nostro sito Di solito è consigliabile hostare siti adult solo su dedicati e VPS, e chiedendo sempre prima all’assistenza se sia possibile una cosa del genere per evitare di avere problemi in seguito.

Ti piace questo articolo?

6 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Hosting di siti per adulti, si può?

Votato 8 / 10, da 6 utenti