Goo.gl non esiste più: guida alle principali alternative

Goo.gl non esiste più: guida alle principali alternative

Goo.gl è un servizio per accorciare gli URL troppo lunghi molto utilizzato fino ad inizio 2018, momento in cui è stato dismesso ed ha smesso di funzionare come annunciato ufficialmente da Google, a suo tempo. Gli URL vecchi a quanto pare dovrebbero continuare a funzionare, ma non sarà possibile crearne di nuovi nè cambiare i vecchi. A questo punto è lecito chiedersi quali siano le principali alternative per accorciare gli URL, oggi: insomma, come creare gli shortlink?

Cos’è uno shortlink

Letteralmente significa “link abbreviato“, “link piccolo“, “link corto“,  e serve ad abbreviare URL troppo lunghi con versioni alternative (o alias) identici, ma dal nome diverso. Per arrivare a questa pagina, ad esempio, potete accedere mediante http://bit.ly/2KAZHsF che è l’indirizzo alternativo che ho creato. È inoltre possibile usare gli shortlink per monitorare il numero di click su un link in una campagna di marketing sul web, ed è anche possibile associare un QR code univoco ad ogni URL.

Vediamo i principali servizi di shortlink gratuiti disponibili in rete.

bit.ly

Bitly è sicuramente uno dei migliori servizi di URL shortner, diventato popolare anche grazie a numerose campagne di web marketing che si sono viste negli ultimi anni. Per farne uso basta andare su Bitly, cliccare su CREATE (una volta fatto login con Twitter o Facebook o un proprio indirizzo email) che trovate in alto a destra, e poi inserire l’URL che si desidera accorciare.  Si può anche inserire un title nel bitly creato, e poi sarete pronti a copia-incollarlo dove preferite, creando così una “scorciatoia” per il vostro indirizzo preferito.

Per raggiungere questa pagina, ad esempio, potete salvare http://bit.ly/2KAZHsF nei vostri bookmark. Utilizzabile fino a 500 URL diversi nella versione free, limite superabile solo a pagamento, e raggiungibile anche mediante bitly.com.

ow.ly

L’accorciatore di URL Ow.ly è meno noto del precedente ed è anch’esso gratis, ma richiede necessariamente un account Hootsuite per poter funzionare; permette di accorciare gli indirizzi URL, conteggiare il numero di click, misurare il traffico che arriva mediante essi e così via. Con la versione premium sono anche disponibili servizi di monitoraggio ulteriori.

Ouo.io

Questo URL shortner è particolare perchè permette di monetizzare i click, cioè di prendersi una fee per tutte le volte che la gente con cui condividerete il link farà click sui banner. In sostanza funziona così: create uno shortlink di un URL a vostra scelta, poi quando andrete a condividerlo le persone per poter accedere subito ai contenuti vedranno dei banner pubblicitari, e solo dopo il contenuto della pagina. Non si guadagneranno certo miliardi di euro in questo modo., ma per alcuni settori commerciali potrebbe almeno in parte funzionare come strategia.

TinyURL

TinyURL è uno dei servizi più vecchi che esistano per poter accorciare URL; molto semplice ed essenziale, altrettanto funzionale anche se non dispone di

IS.gd

Una possibile alternativa a goo.gl è senza dubbio is.gd; nome strano e difficile da ricordare, ma molto facile da usare anche questo. Tira fuori degli indirizzi abbreviati tipo https://is.gd/RZatOx.


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Consulente SEO, ingegnere informatico e fondatore di Trovalost.it, Pagare.online, Lipercubo.it e tanti altri. Di solito passo inosservato e non ne approfitto.
Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.