Hosting WordPress: ecco i migliori, a meno di 50 € Una lista di hosting low cost per WordPress, con dominio incluso, per il vostro sito

<span class="entry-title-primary">Hosting WordPress: ecco i migliori, a meno di 50 €</span> <span class="entry-subtitle">Una lista di hosting low cost per WordPress, con dominio incluso, per il vostro sito</span>

Nel corso degli ultimi 15 anni ho avuto modo di testare numerosi servizi di hosting WordPress, ed ho pensato di stilare una bella lista dei servizi migliori, più efficenti e facili da usare. Nel farlo ho preso un po’ di appunti nel tempo, che poi ho messo assieme in questo articolo in modo da aiutarvi a cercare quello più adatto alle vostre necessità. La scelta del servizio di hosting non è mai facile: tutti i provider sembrano uguali, tutti sembrano dare il massimo al cliente – ma purtroppo, alla prova dei fatti, non sembra essere così.

Hosting WordPress in molti casi significa semplicemente hosting condiviso con Linux, PHP, MySQL e Apache o Nginx: la configurazione classica per chi lavora sul web, crea siti per se stesso o per altri e cerca una configurazione che sia semplice da mettere in piedi. Se vi spaventa la presenza di tutti questi componenti non c’è da preoccuparsi: in molti casi, infatti, WordPress viene fornito da questi servizi già preinstallato, per cui ve lo ritroverete già pronto all’uso, in versione standard, sul vostro account, e già configurato al dominio del sito che volete creare.

Stanchi di cercare tra liste di suggerimenti sul web che non portano a niente? Perfetto, siete arrivati nel posto giusto: in questo articolo ho riportato i più importanti servizi di hosting che supportano WordPress, con un occhio particolare dedicato alle funzionalità di questo CMS/blog, ma anche alle caratteristiche tecniche che fanno la differenza tra un pacchetto ed un altro (scegli la sezione che preferisci, per arrivare subito al punto).

La risposta la trovi qui sotto, scorrendo la pagina – il resto sarà un approfondimento per farti capire di cosa si tratta, e come fare la scelta migliore per le tue esigenze.

Che cos’è WordPress ?

Se desideri creare un sito WordPress è  uno dei sistemi più versatili, flessibili e facili da usare che possano esistere: è gratuito, open source ed estendibile, dispone di numerosi theme (per la grafica del sito) e plugin sia free che a pagamento, e con un po’ di perizia è possibile modificarlo in qualsiasi punto in modo sicuro e veloce. Sono tantissime le offerte commerciali che riguardano gli hosting per WordPress, visto che tutte le aziende del settore offrono almeno un pacchetto di questo tipo: non ti resta che continuare a leggere per saperne di più.

WordPress è una tecnologia per blog open source, facile da estendere e semplice da programmare, basata su PHP e MySQL, molto utilizzato dai principianti e non tecnici per via della sua grande facilità di gestione dei contenuti. A livello operativo offre le funzionalità di pubblicazione dei post e delle pagine, la gestione dei contenuti (CMS) e le varie funzionalità aggiuntive utile per chi volesse pubblicare contenuti su un blog su internet. Circa un blog su quattro, al momento in cui scrivo, è supportato da WordPress, ma anche siti ad uso generale e di natura differente o più complessa possono essere realizzati in WP.

Dove scaricare WordPress

Potete scaricare da questo indirizzo (in italiano), ma anche in inglese ed in altre lingue.

Perchè non usare un hosting gratuito?

È vero che molti hosting danno l’hosting gratis: ma il più delle volte sono soluzioni abbastanza spartane, carenti tecnicamente per quanto adatte per fare dei test o creare piccoli siti “di facciata”. Se vuoi avere un rientro di investimento (ROI), guadagnare col tuo sito o potenziare la tua presenza sul web, è indispensabile un minimo investimento in termini di soldi: piaccia o meno, è così.

Gli hosting gratuiti sono tantissimi e spesso funzionano bene, chiaramente, ma non possono darti le garanzie di funzionamento e di qualità che ti servono: rischi di vedere il tuo sito non decollare mai, e crearti più problemi che altro.

Hosting suggeriti per WordPress

I migliori hosting per WordPress, nella mia esperienza e ad oggi, sono questi.

  1. TopHost – Hosting economico assolutamente da segnalare, certamente tra quelli dai costi più contenuti in Italia: ideale per blogger, per piccole aziende e per chi investe un minimo sul proprio sito e lo vuole avere subito online. Il servizio di hosting (anche di base) solitamente andrà benone per il vostro sito in WP. Si segnala, inoltre, per un pannello di controllo decisamente funzionale e facile da usare anche per l’utente più sprovveduto o meno esperto, minimizzando anche la possibilità di commettere errori o cancellazioni involontarie: le indicazioni sono tutte in italiano, e sono piuttosto chiare. Qualche problema in fase di configurazione potreste rilevarlo, nel senso che: 1) il database va dimensionato, e dovrete stare attenti a non sforare la quota di spazio 2) il pannello diconfigurazione è proprietario, cioè è diverso dai classici cPanel e Plesk, ma alla fine è solo questione di abitudine.
  2. SiteGround – Un servizio molto completo e professionale, che costa un po’ di più della media (va detto) ma che ripaga ampiamente, grazie ad assistenza in chat molto comoda, velocità, qualità e moltissime opportunità che gli altri hosting non danno (ad esempio SSH su hosting condiviso). Anche il servizio di backup è interessante, in questo caso: vi permetterà di ripristinare lo stato di un sito in una data specifica con un semplice click, sia lato file che lato database, senza dover ricorrere a soluzioni di backup esterne. Ideale se fate le modifiche al sito direttamente online senza usare siti di staging, che comunque vengono fornite al cliente su richiesta e sono comunque one-click: un click e si attivano. Assistenza in italiano, sia in chat che via ticket o telefono.
  3. SupportHost – hosting italiano per WordPress di buona qualità anche questo: assistenza veloce e competente, attivazione di piani di hosting scalabili sulle vostre esigenze specifiche e molto altro. In questo caso, a differenza del precedente, sono ammessi contenuti per adulti purchè legali. Supporto in italiano anche se la sede dell’azienda è a Londra.
  4. MisterDomain – Altra azienda che mi sento di consigliare per l’installazione del vostro WordPress, nonostante non sia disponibile un’assistenza velocissima… è davvero molto economico. Conviene utilizzarlo come eventuale alternativa a Tophost, anche se in questo caso costa un pochino di più.
  5. V-Hosting – Hosting siciliano su cui sto attualmente hostando molti miei siti, offre una soluzione per WordPress molto conveniente e con la possibilità di attivare (ad esempio) Varnish SuperCache. Molto interessante perchè comunque usano Plesk, che è comodo e veloce, ed offrono varie opzioni di configurazione avanzata: ad esempio la cache lato server, il reverse proxy di Nginx da usare con Apache (configurazione base Apache, quindi il file htaccess funziona), configurazione dei siti assegnando ad ognuno un eventuale cliente e così via.
  6. Hosting Virtuale – Provider di hosting italiano con un buon supporto sia telefonico che mediante forum, ticket ed email. Tra i numerosi piani di hosting che offre presenta anche un’offerta di hosting per WordPress che è acquistabile come upgrade (aggiornamento) di un’offerta denominata piano personale. Una scelta sicura e decisamente adatta alla maggioranza delle necessità.
  7. Keliweb – hosting italiano di buona professionalità e gestito mediante le migliori tecnologie sul mercato (Intel, OnApp, cPanel ecc.). Dispone di supporto veloce, piani di hosting Windows e Linux, PHP e ASP e integrazione di un network CDN per velocizzare l’accesso al proprio sito web. Il piano di hosting KeliCMS ad esempio è specifico per l’installazione di WordPress (ma anche di Joomla!, Drupal e molti altri); sono ammessi contenuti adult (sempre bene chiedere prima, specificando la natura del sito).
  8. Digital Ocean – Una delle migliori scelte che possiate effettuare a livello di hosting oltreoceano, anche se in questo caso parliamo di droplet, cioè di hosting dedicati virtuali (VPS) da configurare all’occorrenza: si crea una droplet per WP e già avrete WordPress pronto all’uso. Non per principianti, insomma, ma solo per utenze webmaster avanzate. Assistenza molto veloce (in inglese, in questo caso) mediante email e ticket, elevato grado di sicurezza e velocità dei server davvero eccellente. Attualmente quasi tutti i miei siti sono qui, spendendo una media di meno di 5 euro al mese per ogni sito che si mette online: certamente non una scelta di hosting economico in senso stretto, per quanto garantisca un bel po’ di flessibilità assoluta che altri non danno.

Questi sono sono tutti hosting che ho avuto modo di testare con WordPress, che è la piattaforma che ho utilizzato maggiormente in questi anni. Ad oggi quasi tutti i siti sui quali ho lavorato erano fatti con questa piattaforma di blog free e open source, anche oggi con l’imminente arrivo della versione WordPress 5.0 c’è da scommettere che sarà possibile

Lista di hosting per WP

Di seguito vengono elencati gli hosting che possono andare bene per WordPress, in particolare ho ritenuto opportuno indicarvi quelli con il TTFB (Time To First Byte) più basso (quindi più veloce a caricare le pagine all’inizio) secondo un mio test recente.

Hosting TTFB (s)
Tophost 0.23
Supporthost 0.18
Keliweb 0.22
MisterDomain 0.48
Aruba 0.21
1&1 0.54
Siteground 0.43
V-Hosting 0.47

In questa lista abbiamo riportato i principali hosting che supportano WordPress.

Cosa vuol dire “hosting per WordPress”?

Chiarire il significato di questa frase è analogo a quanto detto in proposito di altri tipi di hosting specifici per CMS in un certo linguaggio; WordPress richiede tre componenti sul web server (hosting), ovvero:

  • PHP 7 (come linguaggio di programmazione)
  • MySql 5 (per il database indispensabile al sito in WP)
  • Apache 2 o webserver analoghi, come ad esempio NGINX – che va molto di moda perchè sembra essere più veloce di Apache, anche per WordPress.

WordPress si adatta e funziona benissimo in generale sugli hosting con sistema operativo Linux, per cui in prima istanza possiamo considerare hosting per WordPress quelli che possiedono nativamente il supporto a Linux. La maggioranza degli hosting condivisi permette in effetti di utilizzare appieno tale tecnologia, per cui la stessa locuzione “hosting per WordPress”, a dire la verità, è notevolmente da ridimensionare, visto che ogni CMS può, in generale, funzionare su qualsiasi tipo di hosting a patto che siano supportate le tre caratteristiche base linguaggio (PHP), database (MySQL) e webserver (Apache).

WordPress non fa eccezione e funziona egregiamente, se ben configurato, su qualsiasi hosting (anche se dedicato o VPS), e questo potrebbe influire sulle prestazioni, specialmente nel caso in cui si debbano fronteggiare moltissimi visitatori: ripetiamo, la cosa essenziale è che siano supportati dal provider i tre suddetti software, ovvero PHP, Apache e MySql.

Ora vedremo i principali strumenti per il CMS (Content Management System, cioè sistema per la gestione dei contenuti sul web) WordPress.

Strumenti indispensabili per WP

Anzitutto per installare e configurare il database (che è l’archivio in cui WordPress salverà, tra le altre cose, username e password di sistema, impostazioni e pagine personalizzate che andrete a creare, cancellare, modificare e rielaborare nel tempo) potreste aver bisogno sia di cPanel che di PHPMyAdmin. Il primo permette di:

  1. creare il database;
  2. configurare il database e le utenze MySQL;
  3. collegare un’utenza MySql al database (importantissimo e da non dimenticare);

mentre il secondo vi permette di effettuare backup dei dati, importare dati da un altro sito in WordPress mediante il trasferimento del dominio, e gestire comodamente tutte le informazioni che ci servono. Ovviamente, nel caso dei VPS, tali software dovrebbero essere installati mediante riga di comando SSH. Ci sono comunque numerosi aiuti che possono venirci incontro se non siamo troppo esperti: la prima opportunità sono gli hosting con WP preinstallato che vi permettono di evitare tutta la trafila ed installarlo direttamente con qualche click, la seconda è relativa alla possibilità di configurare, ad oggi, con relativa facilità anche un VPS per WordPress.

Un altro strumento molto utile per installare WordPress senza impazzire sulla configurazione è rappresentato dall’utilissimo Softaculous, che permette con una procedura one-click di installare tutto quello che ci serve in pochi click.

Guarda tutti gli hosting per WordPress


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Consulente SEO, ingegnere informatico e fondatore di Trovalost.it, Pagare.online, Lipercubo.it e tanti altri. Di solito passo inosservato e non ne approfitto.
Ti piace questo articolo?

18 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Hosting WordPress: ecco i migliori, a meno di 50 €

Votato 9.11 / 10, da 18 utenti