Come installare Drupal

Come installare Drupal

In questo tutorial andremo a vedere come si installa Drupal, sia in locale che in remoto, per la maggiorparte dei casi, sulla versione 7.

Di seguito vedremo le istruzioni dettagliate.

A che serve Drupal

che supportino foto, post, pagine statiche e quant’altro tra cui mappe, eventi, e-commerce, portali per il turismo e molto altro ancora. I moduli di Drupal permettono, infatti, di personalizzare al massimo il CMS, che è completamente free ed ovviamente open source, cioè può essere modificato a piacere.

Pubblicità

Drupal, a differenza di altri CMS come Joomla! e WordPress, è fortemente orientato al mondo della programmazione; per cui per i portali da personalizzare nel minimo dettaglio è facile realizzare le pagine web come si desidera, nella massima flessibilità.

Dove scaricare Drupal

Anzitutto andiamo a scaricare la versione stable da questo indirizzo:

che ci verrà fornita gratuitamente in formato gz (una sorta di archivio standand nei sistemi UNIX/Linux ed equivalente al più noto formato zip). Dopo qualche minuto andremo a fare una delle due cose:

  1. installazione in locale: a scompattare nella cartella di MAMP (o LAMP / XAMPP, a seconda del vostro sistema operativo) i file, creando così una sottocartella drupal-7.15 che potrà essere rinominata a nostro piacere (ad esempio drupal123). Il sito sarà accessibile direttamente da http://localhost/drupal123, ed è lì che inizierà la procedura di installazione.
  2. installazione in remoto: a scompattare prima in una cartella in locale, e successivamente all’interno di una cartella remota (via FTP) i file, creando così una sottocartella drupal-7.15 che potrà essere rinominata a nostro piacere (ad esempio drupal123). Il sito sarà accessibile direttamente da http://miosito.it/drupal123, ed è lì che inizierà la procedura di installazione. Se desideriamo che il sito sia accessibile da miosito.it, invece, andremo a scompattare tutti i files nella root del nostro hosting provider, quindi senza alcuna sottocartella. In rete trovate moltissimi hosting Drupal disponibili a circa 30/40 euro all’anno, ma in generale – anche se non c’è scritto esplicitamente – tutti gli hosting con PHP e MySQL vanno bene.
LEGGI ANCHE:  Come filtrare le variabili di ingresso con PHP

Come installare Drupal

Installazione on demand. Se non sai come fare, non hai voglia e desideri installare Drupal sul tuo sito web, posso effettuare il servizio a pagamento in poche ore – contattami per maggiori informazioni.

L’installazione avviene mediante un vostro comune browser (Opera, Firefox – consigliato!, Chrome, ecc.), ovvero apriamo l’indirizzo:

  • http://localhost/drupal123 (locale)
  • http://miosito.it/drupal123 (remoto)

e se i file sono stati copiati correttamente troveremo la seguente schermata.

Schermata 2013-10-18 a 16.16.01
Scegliamo un’installazione standard (già selezionata in figura) e clicchiamo su “Save and continue” per scegliere la lingua.

Scaricare i file della traduzione

Andiamo adesso a scaricare il file di traduzione .po da questo indirizzo:

Ovviamente andiamo a prelevare il file per la versione di Drupal 7.x: a questo punto il file .po va copiato in drupal123/profiles/standard/ (se da locale basta copiarlo, se da remoto da fatto chiaramente via FTP). Ricarichiamo la pagina di installazione e potremo scegliere la lingua italiana.

Schermata 2013-10-18 a 16.24.59A questo punto non resta che cliccare su “Save and continue“.

Installare il database

È ora il momento di installare il database: ovviamente questa operazione va eseguita dall’apposito pannello, PHPMyadmin permette di farlo in locale, invece da remoto bisogna seguire la procedura di installazione di un database (via cPanel o PHPMyAdmin, di solito).

Per capire come connettersi al database, cosa sempre utile da conoscere, ho scritto una guida molto specifica.

Di seguito una schermata esemplificativa a riguardo.

Schermata 2013-10-18 a 16.37.21Se tutto è andato per il verso giusto, dovreste visualizzare una finestra di caricamento come quella seguente. L’operazione potrebbe richiedere qualche minuto su host o per alcuni tipi di configurazioni.

LEGGI ANCHE:  GDPR: una guida passo-passo per trattare i dati personali sul proprio sito

Schermata 2013-10-18 a 16.39.08

Concludere l’installazione

eccoci, siamo quasi arrivati: inserite le informazioni di accesso al sito, title e description della home e poi andate ad inserire username e password di amministratore (evitate admin o administrator come username per ragioni di sicurezza). Dopo aver compilato tutti i campi andiamo a cliccare su “Salva e continua“.

L’installazione si è conclusa, e dovreste vedere una schermata come la seguente.

Schermata 2013-10-18 a 16.44.37

Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.