Come inviare file grossi via email

Come inviare file grossi via email

Devi inviare un file di grosse dimensioni e non sai come fare? Niente paura, anche stavolta cercherà di spiegartelo in modo semplice e pratico, e senza parole di troppo. La risposta sta nell’uso di alcuni servizi gratuiti, di cui qui ho fatto una selezione per tua comodità, che potrebbero tornarti molto utili per risolvere il tuo problema.

Sul web si possono trovare un gran numero di servizi di invio di file di grosse dimensioni, che non sono altro che siti web (e, in molti casi, corrispondenti app per smartphone e tablet) che consentono all’utente di inviare file di ogni genere: filmati, file documenti, audio e via dicendo. Essi sono supportati da tecnologie cloud, che garantiscono massima velocità, scalabilità e anche un minimo di sicurezza per tenere i nostri dati lontani da occhi indiscreti.

Ovviamente è necessario sempre fare attenzione con chi si condividono i file, ed evitare di condividere pubblicamente documenti o dati personali. Non bisogna mai condividere su questi servizi PIN di bancomat, password e dati sensibili di genere simile, perchè in genere è considerato comunque insicuro.

Pubblicità

A che servono questi servizi?

I servizi che elencheremo in questa sede possono essere usati per inviare file di grosse dimensioni via email, oppure per caricarli online e poi disporre di un link condivisibile pubblicamente oppure con chi desiderate voi. In generate vi daranno la possibilità di:

  1. salvare una copia su internet dei propri file, in modo che sia visionabile anche da altri (secondo la nostra scelta: amici, colleghi, ecc.);
  2. inviare file di grosse dimensioni via e-mail / social / internet;
  3. caricare copie di sicurezza dei file;

Generalmente il limite di Gmail, ad esempio, per l’invio di file è di 25 MB, motivo per cui i servizi seguenti servono ad aggirare questo limite. I servizi che vi presento permettono facilmente di aggirare questo limite, come vedremo.

JumboMail

Con JumboMail è possibile condividere ed inviare via email fino a 20GB di file alla volta (versione free).

Se inserite la mail vostra e del destinatario, arriverà in automatico una mail per avvisare lui che c’è un file che gli avete mandato, sia vi arriverà conferma sulla vostra quando il file sarà stato scaricato.

  1. Collegarsi su www.jumbomail.me
  2. Caricate uno o più file fino a raggiungere 2 GB al massimo. Se doveste inviare file ancora più grandi, dovrete fare più invii consecutivi oppure passare alla versione a pagamento.
  3. Nella casella A, inserite l’indirizzo email del destinatario
  4. Nella casella La tua email, inserite l’indirizzo email del mittente (cioè il vostro che mandate il file)
  5. Opzionale: nella casella Soggetto / Scrivere qui, inserite un messaggio che volete che il destinatario legga (ad esempio questi sono i video del tuo matrimonio)
  6. Cliccate su Il prossimo;
  7. Qui dovrete caricare il file o i file di grosse dimensioni: trascinate i file dal vostro computer dentro la finestra (dopo averli selezionati), oppure fate click su Aggiungere i file e selezionateli da qui; potete anche inserire una Cartella con tutti i suoi contenuti, volendo.
  8. Cliccate su Inviare ed attendete che il caricamento termini. Finito!

Ecco una schermata di esempio del caricamento:

WeTrasfer

Con WeTrasfer è possibile condividere ed inviare via email fino a 2GB di file alla volta (versione free), limite aggirabile passando alla versione a pagamento (20GB al massimo, con un archivio di 10GB). I file vengono mantenuti online per una settimana e poi vengono automaticamente cancellati.

Se inserite la mail vostra e del destinatario, arriverà in automatico una mail per avvisare lui che c’è un file che gli avete mandato, sia vi arriverà conferma sulla vostra quando il file sarà stato scaricato.

  1. Collegarsi su wetransfer.com e fare clic su Portami alla versione free
  2. Cliccare su Aggiungi File nella finestra che comparirà (da desktop si trova sulla sinistra)
  3. Caricate uno o più file fino a raggiungere 2 GB al massimo. Se doveste inviare file ancora più grandi, dovrete fare più invii consecutivi oppure passare alla versione a pagamento.
  4. Nella casella Invia una mail a, inserite l’indirizzo email del destinatario
  5. Nella casella La tua email, inserite l’indirizzo email del mittente (cioè il vostro che mandate il file)
  6. Opzionale: nella casella Messaggio, inserite un messaggio che volete che il destinatario legga (ad esempio questi sono i video del tuo matrimonio)
  7. Cliccate su Trasferisci ed attendete che il caricamento termini. Tutto qui!

Di seguito viene mostrata la schermata di esempio per inviare i file, molto semplice ed intuitiva – come potete vedere.

Alternative: usare i file hosting e condividere il link

Se volete procedere in modo diverso, potete preparare una mail normale per chi volete mandare i vostri file, ed allegare un link esterno da cui potrà scaricarsi il file o i file che gli mandate. Per farlo, vi servirà uno dei seguenti servizi free di file hosting, cioè di hosting di file di ogni tipo.

Ricordatevi sempre che:

  1. i file caricati sono potenzialmente visibili da occhi indiscreti;
  2. non tutti i servizi cancellano in automatico i file, dopo che il destinatario se li è scaricati (dovrete farlo voi a mano);
  3. in alcuni casi è possibile impostare una password per accedere ai file (consigliato), che ovviamente non andrà inviata via email (non avrebbe senso) ma comunicata a voce o comunque separatamente al destinatario

Per ognuna delle descrizioni qui presenti, clicca sul nome del servizio per aprirlo in una nuova finestra e provarlo direttamente. Ho riportato il tutto in ordine di preferenza puramente personale, e naturalmente di abitudine. Alcuni servizi sono free, altri oltre una certa soglia di spaziodiventano a pagamento.

  1. Google Drive è uno dei servizi migliori, anche perchè se già usate Gmail avrete già a disposizione 15 GB di spazio in cui condividere file, inviarli a chi volete ed impostare in modo preciso la visibilità: privata (ed ovviamente per inviare file non va bene), pubblica (ed è ok) o protetta (cioè apribile solo da chi riceve il link).
  2. Dropbox — Questo servizio offre una base di 2 GB per i vostri file, ma possiede funzionalità di sincronizzazione file e documenti, utile se si lavora in più persone sugli stessi progetti.
  3. Mega.nz – Ne ho parlato anche qui: è uno dei servizi più capienti e sicuri per l’invio di file, anche via email condividendo il link ovviamente. Ben 50 GB di spazio gratuito, ulteriormente espandibile a pagamento.
  4. MediaFire — Supporta fino a 10 GB di capienza
  5. OneDrive – Offre fino ad 1 TB di spazio, altro servizio molto capiente
  6. ADrive anche qui avrete fino a 50 GB di spazio disponibile per inviare file.
  7. DivShare offre 20 GB di spazio
  8. 4Shared offre solo 2 GB ma è molto facile da usare. Alcuni formati potrebbero essere limitati o proibiti (ad esempio MP3 o file .ISO)
  9. CloudBag – Supporta fino a 10 GB di file in prova gratuita. Assistenza in italiano anche via telefono per tutti gli utenti, ed offerto anch’esso come freemium.
  10. SpiderOak – Un cloud zero-knowledge, quindi molto sicuro ma non troppo facile da usare per i principianti, penso.
  11. AsusWebStorage – Il cloud dei clienti Asus, da provare.
  12. CloudMe – Offre 3 GB di base
  13. iCloud – Il cloud di Apple offre 5 GB

Che file posso inviare?

Esempi di file che si possono caricare su quasi ogni servizio sono i seguenti:

  • documenti (doc, txt, pdf, rtf, xls)
  • file audio e musicali (mp3, ogg, wav, mid)
  • file video (avi, mpg, mpeg)
  • immagini (jpg, gif, bmp, png)
  • file compressi o ZIP (zip, rar, arj)

Come funzionano questi servizi (in generale)

Di solito il caricamento dei nostri file, previa registrazione gratuita ad uno di questi servizi, avviene mediante una finestra di upload, poi si mette in coda il file, si attende la fine delle operazioni: il sistema restituirà o l’URL assoluto per rendere scaricabile la risorsa oppure, in caso di problemi di vario genere, un messaggio specificante la natura dell’errore.

Usate questi servizi con cognizione di causa, mi raccomando. Numerose sono infatti le problematiche annesse a questo genere di servizi, di cui quattro sono le più importanti:

  1. il livello di sicurezza e privacy nell’accesso ai file, cioè la possibilità di nascondere i contenuti ai motori di ricerca o riservare l’accesso solo a determinati utenti, se necessario;
  2. il livello di protezione della connessione, per evitare di essere “spiati” mentre copiamo i file;
  3. il livello di protezione dei file, che una volta residente sul sistema dovrebbero essere sotto il pieno controllo di chi li ha caricati, e di nessun altro;
  4. i diritti d’autore nell’accesso ai file, ovvero il fatto che se vogliamo condividere un film con un amico via rete, dobbiamo fare i conti con il fatto che l’operazione potrebbe essere vista come illecita dai detentori dei diritti, visto che quell’indirizzo di download diventerà pubblico molto facilmente.
Ti piace questo articolo?

1 voto

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Come inviare file grossi via email

Votato 10 / 10, da 1 utenti