Le sexy pubblicità di GoDaddy: ecco le più celebri

Le sexy pubblicità di GoDaddy: ecco le più celebri

GoDaddy, celebre azienda di hosting con oltre 12 milioni di clienti e circa 4000 impiegati, è nota anche in Italia per essere un provider molto utilizzato dalle piccole e medie realtà aziendali. L’azienda fondata da Bob Parsons si pone come uno dei competitor più grossi in ambito mondiale per quanto riguarda hosting e registrazione domini, ma anche servizi estesi come SSL e molto altro ancora.

GoDaddy è anche nota per le pubblicità che, a loro modo, hanno fatto scalpore: l’immagine di bellezze come Danica Patrick, Candice Michelle e supermodelle come Crissy Lynn hanno contribuito a rendere decisamente “virale” i loro spot, anche (e forse soprattutto) a costo di passare per contenuti di cattivo gusto o sessisti.

Pubblicità:

In questo primo spot, è Crissy Lynn a vestire i panni di un’insegnante sexy che illustra le caratteristiche dei servizi dell’azienda di fronte ad un nerd piuttosto imbambolato.

In Italia non è difficile immaginare che effetto produrrebbe uno spot del genere sul pubblico: l’effetto di buzzing sarebbe amplificato più dagli inevitabili articoli polemici sull’argomento che dall’effettiva portata degli stessi.

Il secondo spot è uno dei più famosi, probabilmente: si ironizza sulla velocità dell’hosting GoDaddy, per poi giocare sullo stereotipo della sexy-poliziotta.

In questo terzo spot, la supermodella Bar Rafaeli (“il lato sexy di GoDaddy”) bacia appassionatamente l’ennesimo nerd (colui che realizza “killer websites”). Facile immedesimarsi, a quanto pare.

I vantaggi di GoDaddy, nel quarto video che presento, sono rappresentati da un paio di “visori” che permettono al povero webmaster, vessato da clienti scortesi e aggressivi, di vedere una realtà decisamente più gradevole.

Già sette anni fa, per la cronaca, si registrava uno spot (forse ancora banale nel concepimento, ma certamente suggestivo) in questi termini.

https://www.youtube.com/watch?v=fz-NRjcY6oA

Pubblicità:

Ancora, la superstar di internet Marina Orlova propone uno “spiegone” sulla disponibilità dei nomi internet (aveva fatto qualcosa del genere relativamente ad alcuni termini usati in economia).


Sconto del 30% sul primo acquisto – GoDaddy
Del resto, se GoDaddy raddoppia l’offerta, non può che farcelo sapere in questi termini.

L’azienda non manca di inventiva, e la ripetività di fondo degli spot (quasi sempre a sfondo sexy, come visto) ha finito per renderli riconoscibili rispetto ad altre realtà di hosting, tipicamente più sobrie, per non dire fin troppo seriose, a volte aggressive nei confronti dei clienti ed autoreferenziali. GoDaddy, invece, ha sempre tratto enormi vantaggi dall’effettiva qualità dei propri servizi, soprattutto da quando (da qualche anno a questa parte) ha semplificato l’interfaccia di registrazione.


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Ingegnere informatico, consulente SEO, copywriter ed ideatore di trovalost.it. Di solito, passo inosservato: e non ne approfitto neanche un po'.
Ti piace questo articolo?

2 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Le sexy pubblicità di GoDaddy: ecco le più celebri

Votato 9 / 10, da 2 utenti