NIC.it: cos’è e come funziona il registro dei domini .IT

Argomenti:
Pubblicato il: 18-02-2021 12:00 , Ultimo aggiornamento: 18-02-2021 12:28

Da utenti più o meno abituali del web, spesso non ci poniamo troppe domande su come facciano tutti quei portali (tra quelli che troviamo su Google e su Facebook) a stare in piedi e proporre contenuti sempre nuovi. Se alla base di ogni sito c’è l’organizzazione di un piano editoriale, in genere, il funzionamento dei domini avviene grazie al NIC: un organo istituzionale tutto italiano, il quale opera in collaborazione con i vari servizi di web hosting e gestisce vari aspetti legati alla registrazione dei domini con estensione .IT.

Di cosa si occupa NIC.it

NIC è un acronimo, ovvero un nome determinato dalle iniziali di una frase, e in questo caso NIC sta per NETWORK INFORMATION CENTER (centro informazioni di rete, in italiano). Tutti i domini con estensione .it, di fatto, sono gestiti in modo unificato da questo ente, che si occupa sia di anagrafare che di gestirne l’eventuale scadenza, gli status intermedi dopo che è scaduto, la rimessa sul mercato dei domini scaduti e così via. In altri termini, il NIC.it è importantissimo – per quanto operi a livello “trasparente” e parecchio “dietro le quinte” rispetto all’uso che ne facciamo – al fine di gestire ogni genere di operazioni sui nomi a dominio a livello di ccTLD (Country Code Top Level Domain, ovvero le estensioni di dominio caratteristiche di una nazione: l’Italia, nel caso specifico).

Il NIC è in sostanza l’anagrafe, il database di tutti i domini con estensione .it, e viene organizzato ormai da anni dall’Istituto di Informatica e Telematica del CNR (Centro Nazionale Ricerche, nella città di Pisa). Se a livello più generale nella gerarchia di gestione troviamo infatti l’ICANN, che coordina e gestisce tutte le estensioni possibili di qualsiasi domini, il registro .IT del NIC si occupa invece di gestire nello specifici l’estensione di dominio per l’Italia (con TLD .it, che abbiamo discusso a parte qui) e anche dei domini edu.it.

Grazie al NIC tutte le pratiche di:

  • rinnovo dei domini
  • recupero di domini scaduti (questi domini vengono resi pubblici quotidianamente dal NIC, e puoi scoprirli qui)
  • registrazione di nuovi domini
  • gestione dei possibili status intermedi dei domini .it

vengono gestite, vagliate e prese accuratamente in carico. I domini .it sono tutt’altro che semplici da trattare, visto che possono esistere numerose sotto-casistiche annesse alla registrazione dei domini .it e, di fatto, ci sono domini .it come sottodomini edu.it oppure, ancora, relativi a province e regioni. Nello specifico, i siti della cosiddetta rete GARR, ad esempio, sono un insieme di domini dedicati al mondo dell’istruzione istituzionale e della ricerca, conteggiando circa un migliaio di domini sotto la sua ala. Tutte le organizzazioni del GARR-NIC fanno capo ad referenti a livello nazionale e locale sono, ad esempio, strutture come

  •  Università statali e non statali
  •  AFAM – Istituti Alta Formazione Artistica Musicale
  •  ASI – Agenzia Spaziale Italiana
  •  CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche
  •  ENEA – Ente per le Nuove Tecnologie, l’Energia e l’Ambiente
  •  INAF – Istituto Nazionale di Astrofisica
  •  INFN – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare
  •  INGV – Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia
  •  Enti di Ricerca afferenti al MIUR
  •  Istituti di Ricerca Medica, Sanitaria e Ospedali
  •  Altri enti di Ricerca e Formazione
  •  Enti di Ricerca Internazionali
  •  Biblioteche Nazionali, Centrali e Statali
  •  Consorzi interuniversitari
  •  MIUR Uffici Centrali
  •  Scuole di ogni ordine e grado

Come faccio a vedere il WHOIS di un dominio?

Tra le informazioni gestite dal NIC c’è il WHOIS, ovvero il nome dell’intestatario di un certo dominio: dato che può servire per analisi di mercato, spionaggio industriale, analisi e contrasto anti-spam, indagini eventualmente di tipo burocratico o legislativo in vari ambiti. Il WHOIS, per quello che ci serve, è il nome dell’intestatario di un dominio internet, sfruttando il DataBase dei Nomi Assegnati, Dbna; per scoprirlo, basta andare nel sito ufficiale ed inserire il nome del dominio .it su cui vuoi indagare:

web-whois.nic.it

Il servizio di WHOIS del nostro sito si basa ovviamente sullo stesso principio di quello del NIC, che pero’ permette di fare il WHOIS solo di domini con estensione .it. Questa informazione del WHOIS potrebbe, per alcune estensioni particolari (e anche se si attiva un servizio detto privacy WHOIS che quasi tutti i registrar  di dominio offrono), non essere più disponibile per via del recente GDPR in materia di privacy.

Cosa posso fare con il NIC?

Grazie al NIC hai la possibilità effettuare pratiche online sui domini di vario tipo, abbastanza particolari e piuttosto diverse dalla comune registrazione o rinnovo, ad esempio:

  • Registrare un dominio riservato
  • Modificare i dati del Registrante (cosa che puoi fare anche con hosting e registrar come tramite)
  • Aprire una procedura di opposizione
  • Richiedere l’accesso agli atti
  • Registrare un dominio a seguito di procedura di opposizione e/o riassegnazione
  • Verificare i requisiti soggettivi che hanno determinato, a suo tempo, l’assegnazione

Devo rivolgermi al NIC per registrare un dominio .it???

No, il NIC è solo un organo di gestione :-)

E come si fa a registrare un dominio, allora? Per registrare un dominio .it non serve andare dal NIC, ovviamente, ma i privati e le aziende devono rivolgersi ad un servizio di hosting che supporti l’estensione .IT. In alternativa, per la sola gestione degli hosting è possibile rivolgersi ad un registrar di domini.

3.03/5 (33)

Che te ne pare?

Grazie per aver letto NIC.it: cos’è e come funziona il registro dei domini .IT di Salvatore Capolupo su Trovalost.it
NIC.it: cos’è e come funziona il registro dei domini .IT (Guide, Mondo Domini)

Articoli più letti su questi argomenti:
Trovalost.it è gestito, mantenuto, ideato e (in gran parte) scritto da Salvatore Capolupo