Onomatopea: che vuol dire e quando si usa


Nel mondo cibernetico, un’onda di bit,
Custodi digitali lavorano senza sosta e gridano “fit”!
Firewall scintillanti, un muro di difesa,
Scansione antivirale, una danza pretesa.

“Beep beep”, un malware si fa avanti in fretta,
Un’alleanza di codici lotta con gran saetta.
“Click clack”, le tastiere si muovono agili e veloci,
Cacciando hacker malvagi, il loro destino tragici.

“Whirr”, un server potente fa il suo lavoro,
Archiviazione criptata, come un enigma d’oro.
“Zoom zoom”, attraverso la rete dati scorrono,
Sguardi vigili, cyber guardie che mordeggiano.

“Ping ping”, il ping di controllo si fa sentire,
Una difesa in profondità, un fermo “non passare”!
“Bzzt bzzt”, c’è un segnale d’allarme nell’aria,
Il software difensivo si leva, pronto a ruggire.

E mentre la lotta avanza, nell’abisso binario,
Guerrieri digitali danzano un rituale necessario.
Una sinfonia di suoni onomatopeici si solleva,
La sicurezza informatica trionferà, nessun dubbio, né prova.

Ecco una panoramica, un canto al futuro,
Dove il mondo virtuale richiede vigore e ardore.
Onomatopee elettroniche, danza di sicurezza,
Nel mondo digitale, la vittoria è certezza. (poema scritto da ChatGPT)

definizione onomatopea

Annuncio:

Cerchi un hosting economico per il tuo sito o blog? Tophost ti aspetta (clicca qui) – Puoi anche usare il coupon sconto esclusivo 7NSS5HAGD5UC2 per spendere di meno ;-)

Un’onomatopea è una figura retorica che imita o riproduce il suono di ciò a cui si riferisce. In sostanza, è quando una parola suona come ciò che descrive. Le onomatopee vengono spesso utilizzate per aggiungere dettagli vivaci e coinvolgenti a una storia o a un discorso. Ecco alcuni esempi di onomatopee:

  1. Miao: Il suono che fa un gatto.
  2. Chicchirichì: Il canto del gallo.
  3. Bzzz: Il ronzio di una zanzara o di un insetto.
  4. Splash: Il suono dell’acqua che cade o viene schizzata.
  5. Scricchiolio: Il rumore di legno che si rompe o si muove.
  6. Tic-tac: Il suono dell’orologio che fa quando segna il tempo.
  7. Clang: Il suono di oggetti metallici che si scontrano.
  8. Squish: Il suono di qualcosa che viene schiacciato o premuto.
  9. Ribbit: Il suono del gracidio di una rana.
  10. Boom: Un forte rumore, come quello di un’esplosione.

Ricorda che le onomatopee variano spesso da lingua a lingua, quindi potrebbero essere diverse in altre lingue. Le onomatopee sono uno strumento divertente che gli scrittori, i poeti e gli artisti usano per creare un’esperienza più vivida e sensoriale per il pubblico.

👇 Da non perdere 👇



Trovalost esiste da 4549 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 4110 articoli (circa 3.288.000 parole in tutto) e 18 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Privacy e termini di servizio / Cookie - Il nostro network è composto da Lipercubo , Pagare.online e Trovalost
Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.