Una nuova piattaforma per testare il tuo sito

Una nuova piattaforma per testare il tuo sito

Il nome della piattaforma è di quelli che rimangono impressi, e che si affianca ai classici tool che vengono usati per misurare SEO, prestazioni e usabilità dei siti: si tratta di web.dev, una piattaforma gratuita sviluppata da Google a cui è possibile assegnare un sito e farselo analizzare. L’analisi riguarda 4 aspetti basilari:

  • Performance
  • Accessibility
  • Best Practices
  • SEO

che andremo a vedere brevemente, punto per punto.

Pubblicità:

Performance

Qui viene analizzata il tempo di caricamento dell’URL, e vengono assegnati punteggi numerici ad ogni singola voce: ad esempio First Contentful Paint (il tempo necessario perchè l’utente veda qualche contenuto sullo schermo quando apre il sito), l’indice di velocità media del sito, il tempo di latenza iniziale (detto a volte TTFB) e così via. Le metriche sono piuttosto cattivelle, nel senso che tenderanno a smantellare la maggioranza dei siti web; ma è comunque bene che questi tool siano così, perchè il web di oggi è ancora troppo lento rispetto alla velocità delle connessioni disponibili.

Accessibility

Qui vengono analizzati aspetti legati all’accessibilità, quindi alla possibilità che il sito sia fruibile sui browser speciali: quindi vi rileva, ad esempio, la presenza o assenza degli attributi alt sui tag immagine e link, ed altre cose molto simili. Il problema generale, comunque, sembra essere legato al fatto che l’analisi non è puntuale: cioè non vi dice precisamente cosa modificare, almeno non in tutti i casi da quello che ho visto

Pubblicità:

Best Practices

Qui è inclusa una lista di suggerimenti utili per il vostro sito, come ad esempio il fatto di includere gli script nel footer e i CSS nell’header per un fatto di efficenza, di minificare i file JS e CSS, di utilizzare sempre un numero minimo di chiamate HTTPS per comporre la pagina e così via.

SEO

Lato SEO vengono infine checkati i campi fondamentali title e meta description, e si fanno notare eventuali problematiche lato mobile come ad esempio i bottoni troppo ravvicinati (tap ravvicinati o troppo piccoli). Il tool comunque pare non vada ad influenzare direttamente il posizionamento del sito da quello che ha detto Mueller di Google giorni fa in un talk pubblico, ma rimane comunque un discreto strumento per migliorare il proprio sito sotto vari punti di vista.

Dove trovare la piattaforma web dev

Trovate web.dev a questo indirizzo.


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Ingegnere informatico, consulente SEO, copywriter ed ideatore di trovalost.it. Di solito, passo inosservato: e non ne approfitto neanche un po'.
Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.