Come velocizzare Windows 10 in tre semplici mosse

Aggiornato il: 27-06-2022 06:00
Non c’è nulla da fare, più il vostro PC invecchia, più il sistema operativo – tramite aggiornamenti sempre più performanti ma affamati di memoria – è destinato a rellentarne le prestazioni. Ovviamente ciò non accade in maniera vistosa se il PC ha all’incirca un anno di età  ma, mano a mano che invecchia, il rallentamento è inevitabile. Vi suggeriamo qui di seguito tre semplici trucchi che possono aiutare a dare brio al vostro caro vecchio PC su cui avete installato il sistema operativo Windows 10.

girl 1064659 1920
Foto di Concord90 da Pixabay

Rimuovere i programmi inutilizzati

Vale un po’ il concetto del guardarobe: più si affollano vestiti al suo interno meno spazio libero c’è a disposizione e maggiore sarà  il tempo che vi occorrerà  per trovare la camicia che stavate cercando. Anche la memoria ROM dei nostri PC, in fondo, è come un armadio, capiente sà¬, ma non infinito. Ecco quindi che sicuramente, a tutti voi sarà  capitato di installare un programma che avete utilizzato una sola volta o, magari, dopo aver constatato che non era quello che faceva al vostro caso, lo avete lasciato là¬, ad occupare spazio nel vostro hard-disk, libero di trovare, scaricare e installare aggiornamenti da cui non trarrete nessun beneficio se non, appunto, un rallentamento del PC. Eliminate questa spezzatura e ne vedrete subiti gli effetti! Ecco come fare:

  1. Aprite le “impostazioni di Windows“. Basta cliccare sul simbolo di Windows nella barra delle applicazioni (in basso a sinistra) e premere l’icona a forma di ingranaggio;
  2. Cliccate sull’icona “App“;
  3. A questo punto vi verrà  mostrata una schermata in cui sono contenuti tutti i programmi installati sul vostro PC. Individuate quelli che non vi servono e cliccate su “disinstalla“. In pochi secondi l’operazione sarà  terminata e il vostro PC ringrazierà .

Disabilitare il background delle applicazioni

Alcuni programmi e applicazioni presenti sul nostro PC funzionano sempre in background, ciò significa che, anche se non le stiamo utilizzando in questo preciso istante, loro sono sempre silenziosamente in funzione alla ricerca di informazioni, notifiche, aggiornamenti e quant’altro. Un esempio semplice è quello del client di posta elettronica che è sempre attivo alla ricerca di e-mail e di segnalarvi con una notifica quando ve ne arriva una.

SMSHosting Usa il codice PROMO per uno sconto sul primo acquisto: PRT96919

Questo tipo di operazione che per alcuni è importantissima ed è quindi consigliato lasciare attiva, per altri può avere un’utilità  marginale e quindi conviene disattivarla per recuperare risorse di calcolo utili ad altre funzioni a voi più mportanti. Anche in questo caso la soluzione è a pochi click di distanza:

  1. Aprite le “impostazioni di Windows“. Basta cliccare sul simbolo di Windows nella barra delle applicazioni (in basso a sinistra) e premere l’icona a forma di ingranaggio;
  2. Cliccate sul tasto “Privacy“;
  3. Fare scorrere il men๠laterale a sinistra dello schermo fino alla voce “App in Background” e cliccarci sopra;
  4. A questo punto, in alto, troverete la voce “Consenti l’esecuzione delle app in background” con un cursore sottostante che di default è posizionato su “On“, basta portarlo su “Off” e il gioco è fatto.

A mali estremi, estremi rimedi: ripristinare Windows

A volte non basta affidarsi a soluzioni come quelle sopra elencate perchè o il PC è troppo vecchio e/o compromesso in alcune delle sue componenti per poter essere prestante con i più moderni aggiornamenti di Windows 10, oppure qualcosa nell’installazione degli stessi non è andata per il verso giusto per motivi che possono essere sia di prestazione hardware che di conflittualità  software con programmi già  presenti nel vostro PC. In tal caso, se per voi avere un PC aggiornato non è particolarmente importante, potete scegliere di annullare gli aggiornamenti accumulatisi nel tempo e far tornare Windows 10 alla sua condizione originale in una maniera tutto sommato semplice:

  1. Aprite le “impostazioni di Windows“. Basta cliccare sul simbolo di Windows nella barra delle applicazioni (in basso a sinistra) e premere l’icona a forma di ingranaggio;
  2. Cliccare su “Aggiornamento e Sicurezza“;
  3. Nel riquadro a sinistra cliccare su “Ripristino”;
  4. Nella sezione “Reimposta il PC” cliccate su “Inizia” e cosଠil processo di ripristino comincerà ;
  5. A questo punto vi apparirà  la finestra “Ripristina le impostazione di fabbrica del PCE FATE ATTENZIONE AL PROSSIMO PASSO: adesso vi si presenteranno due opzioni, “Mantieni i miei file” e “Cancella tutto“, se non avete nessuna intenzione di perdere i file che avete nel vostro PC, ovviamente, dovete cliccare su “Mantieni i miei file” perchè l’alternativa è cancellare tutto;
  6. Fatto ciò, cliccare su “Ripristina” e il processo inizierà  e potrà  durare anche diversi minuti.

Ovviamente questo espediente è una soluzione tampone poichè, prima o poi, chiunque avrà  necessità  di avere un PC aggiornato e continuare a ripristinare Windows 10, ad un certo punto, non avrà  alcun beneficio pratico quando lo stesso sarà  un sistema operativo troppo obsoleto.



Questo blog pubblica contenuti ed offre servizi free da 11 anni. – Leggi un altro articolo a caso – Per informazioni contattaci
5/5 (1)

Ti piace questo articolo? Vota e fammelo sapere.

Come velocizzare Windows 10 in tre semplici mosse
Keliweb : il servizio di hosting italiano
laptop 3087585 1920
Torna su