Come creare un’area riservata in WordPress

Pubblicità

Area riservata e paywall

Un’area riservata è una sezione del sito protetta dall’esterno, non pubblicamente visibile nè ai motori di ricerca nè agli utenti anonimi (non loggati nel sito), alla quale possono avere accesso dei membri con particolari privilegi o che hanno ad esempio sottoscritto un abbonamento. Si parla, in questi casi, di paywall: significa che l’accesso a quei contenuti, che possono essere paragrafi di testo, widget o pagine web, l’accesso è consentito solo a pagamento, o comunque (al limite) registrandosi al sito e sottoscrivendo, ad esempio, un contratto col sito stesso oppure ancora pagando una fee.

Vediamo quali sono i principali plugin di WordPress per paywall ed aree riservate.

MemberPress

Plugin tra i più quotati nel settore, è disponibile solo a pagamento: permette di gestire nella versione base fino a 5 siti web alla volta, con la possibilità di creare molto facilmente (in questo caso) areee riservate nel modo che più ci piace. È pensato specificatamente per creare corsi online da dare agli studenti in modalità “accesso riservato”.

Link

WP Customer Area

Un plugin che è diventato un vero e proprio must nel settore: grazie a WP Customer Area, infatti, è possibile creare un’area riservata in WordPress visibile solo agli utenti autenticati nel sito, ma anche delle pagine o dei file scaricabili privati, che possono essere resi visibili solo ad un determinato utente. Il tutto si integra facilmente con il theme che si sta usando grazie ad alcune facilities che sono state da poco incluse negli ultimi aggiornamenti.

Link

Restrict Content

Altro plugin di membership parecchio interessante: ti permette di riservare l’accesso sulla base della definizione dei ruoli in WordPress, cosa che secondo alcuni (me incluso) è spesso abbastanza difficile da gestire. I roles di WP sono impeccabili dal punto di vista progettuale e della sicurezza, ma esporli nell’interfaccia di un plugin del genere potrebbe teoricamente rivelarsi ostico per l’utente medio. Fermo restando questo, Restrict Content ti da’ pieno accesso e permette di regolamentare chi può (e chi invece non può) visionare determinati contenuti sul proprio sito in WordPress.

Grazie a questo plugin potrai dare accesso solo ai membri che siano autenticati nel sito.

With Restrict Content to create your membership site, you’ll be able to:

  • proteggere contenuti sensibili
  • controllare l’accesso di ogni utente
  • permettere agli utenti di registrarsi in autonomia, prima di vedere i contenuti
  • dividere il sito tra contenuti pubblico e “pseudo-paywall” privati, che si possono vedere solo da account e che non saranno, questi ultimi, visibili sui motori di ricerca (come avviene su alcuni forum privati, ad esempio).
  • permettere la registrazione ed il login da frontend
  • bloccare contenuti anche nel feed RSS, volendo
  • personalizzare il messaggio da mostrare a chi non possa vedere i contenuti pubblicamente

Questo plugin è molto interessante perchè permette di vincolare anche porzioni di testo con lo shortcode [ restrict ], anche sulla base dell’appartenenza dell’utente ad un ruolo (per esempio: mostra solo a chi è almeno editor del sito). Passando alla versione pro del plugin, si possono abilitare anche accessi a pagamenti con Stripe e PayPal – quindi veri e propri paywall – ed integrare nel plugin Mailchimp AWeber e simili, oltre alla possibilità di estendere la limitazione anche a prodotti Woocommerce.

Link

2 voti