Cos’è un SMS gateway?

Cos’è un SMS gateway?

Introduzione ai gateway di SMS

La tecnologia dei gateway permette di inviare messaggi di testo in blocco a vari numeri di telefono, stabilendo un messaggio una singola volta a permettendoci di inoltrarlo, in un colpo solo, a più di un numero di destinazione. Gli SMS o Short Message Service, di loro, sono alla base di questo funzionamento, e sono un metodo di invio di brevi messaggi mediante smartphone, che possono avere una lunghezza massima di 160 caratteri e che, nello specifico, si possono inviare anche mediante gateway. Questa tecnologia aiuta a facilitare l’invio di messaggi a più numeri senza impazzire a farlo con il proprio telefono, il che è complicato e tipicamente anche limitato (gli operatori come TIM e Vodafone in genere non permettono di farlo).

Gli SMS gateway superano i limiti dei singoli smartphone e, di fatto, sono alla base del meccanismo che regola l’invio di qualsiasi SMS, i classici “messaggini” che usiamo forse poco, al giorno d’oggi, ma che sono un obbligo quando ad esempio Whatsapp o Telegram non funzionano.  Si tratta di server che sono accessibili con determinate credenziali, quindi una username ed una password oppure, per i programmatori, una coppia di chiavi pubblica e privata (in genere). Ci sono anche gateway di SMS che possono essere gratuiti (e ne abbiamo parlato qui), ma in genere si tratta di un servizio a pagamento, scalabile sul numero di SMS in blocco che si vogliono inviare volta per volta.

Perchè dovrei usare gli SMS? Sono vecchi!

L’obiezione è classica di questi casi, ma è facile rispondere in positivo: usare Whatsapp Business, ad esempio, può anche andare bene, ma il problema è che questi messaggi tenderanno a perdersi in un turbine di altre informazioni. Tutti siamo iscritti a gruppi su Whatsapp, riceviamo messaggi da amici e parenti mediante questo sistema, quindi non daremmo comunque priorità ad un messaggio pubblicitario mandato in chat, che potrebbe passare inosservato o creare fastidio. L’SMS invece tende a mantenere, a mio avviso, una soglia di attenzione alta nell’utente destinatario, che riceve un SMS con una notifica audio specifica e quindi, di fatto, gli SMS li legge sempre tutti (motivo per cui sopravvive fino ad oggi, probabilmente).

Un’azienda potrebbe tranquillamente decidere di integrare gli SMS insieme agli altri canali di comunicazione social, SEO, sito web e via dicendo. Gli SMS, inoltre, forniscono sicurezza di consegna al destinatario entro pochi secondi, sono anche tracciabili (almeno in parte), si possono personalizzare, costringono a scrivere messaggi pubblicitari o di avviso (a seconda dei casi in cui ne facciamo uso) in modo sintetico, veloce ed efficace, si possono anche integrare in applicazioni più complicate. Le liste di numeri destinatari possono inoltre (e dovrebbero, in effetti) essere profilate per evitare invii massivi troppo casuali (per non dire peggio), e possiamo dividerli per categoria: chi vuole ricevere info su una certa cosa, ad esempio, o solo su prodotti di un certo tipo.

Come usare bene un gateway di SMS

I gateway SMS sono accessibili mediante opportune interfacce web e, in alcuni casi, mediante app specifiche per gli smartphone; essi permettono all’operatore l’invio in massa di sms a una varietà di numeri di telefono, a prescindere dal funzionamento o meno della rete internet, in genere senza ritardi e con una latenza di al massimo un paio di secondi. Se in genere un gateway non è altro se non una “porta” di accesso ad un determinato servizio, che è possibile programmare in almeno due modi:

  • per integrarlo mediante codice ed opportune API dentro una nostra app (ad esempio quella che invia i messaggi di posta della newsletter, oppure il nostro sito web aziendale);
  • per utilizzarlo mediante funzionalità predefinite per l’invio massivo di messaggi.

Ogni messaggio inviato mediante gateway di SMS possiede un contenuto, una data ed una “garanzia” di consegna, che corrisponde anche alla “qualità” dell’invio: per avere maggiori garanzie, ovviamente, dovremmo spendere qualcosina in più, ma parliamo comunque di un servizio abbastanza economico che fa pagare in genere ogni SMS che inviamo pochissimi centesimi di euro.

Dettagli tecnici: come funziona un gateway SMS

A livello più tecnico, ogni SMS massivo viene inviato mediante un’opportuna porta seguendo lo schema riportato in alto. I passaggi singoli per inviare ogni singolo SMS partono dall’alto, dalla web based application da cui si dipartono, in prima istanza, i messaggi che stiamo inviando e vengono così inoltrati all’ SMS Gateway. A questo livello, ricordiamo, è incluso anche un database dei numeri a cui inviare il messaggio, che deve essere cura dell’operatore inserire preventivamente oppure guadagnarsi mediante opportune campagne di acquisizione.

Il consenso alla ricezione di SMS da parte dei destinatari deve essere sempre esplicito, per rispettare il GDPR sulla privacy. Questo aspetto è spesso preso sottogamba e con superficialità, oppure fatto “alla buona”: ma bisogna sempre ricordare che il consenso degli utenti deve essere stato dato in precedenza, altrimenti staremmo inviando semplici messaggi spam.

Sfruttando un opportuno protocollo, che è diverso da HTTP (usato solo nel primo passaggio) e che viene indicato come SMS Protocol, il messaggio viene inoltrato mediante internet ad un Mobile Switching Center, che è il centro di smistamento degli SMS. Esso effettua finalmente la “magia”: ovvero smistare gli SMS ai vari numeri destinazione mediante una base station adibita allo scopo. I messaggi inviati, entro pochi secondi, arrivano così a destinazione.

L’invio quindi si basa su un mix tra la rete internet e la rete GSM, che cooperano tra di loro per garantire la consegna del messaggio e, in alcuni casi, per inviare un messaggio di notifica in caso di errore. Gestire questa catena di passaggi non è per nulla semplice, di suo, ed è proprio quello che fanno i gateway: offrono un’infrastruttura già pronta all’uso, che può essere programmata e usata da qualsiasi utente mediante opportune API (Application Programming Interface). Le API sono, per rimanere nel semplice e comprensibile, nient’altro se non una lista di metodi, di funzioni richiamabili mediante un linguaggio di programmazione utili a consentire lo svolgimento del processo, assicurandoci ad esempio che:

  • il messaggio non sia vuoto;
  • il messaggio provenga da un utente autorizzato all’invio;
  • il messaggio pervenga correttamente a destinazione;
  • il sistema generi un errore che faccia capire, in caso di errori, quello che non è andato bene.

Per chi potrebbe essere utile un servizio del genere?

Il sistema basato su gateway di SMS è parecchio usato dalle aziende, in quanto consente l’invio massivo di messaggi consentendo un notevole risparmio di tempo. Questo va benissimo a scopo di marketing (e si parla di SMS marketing, in questo caso), ad esempio per un negozio che volesse inviare i dettagli di una promozione limitata nel tempo mediante un SMS, invitando le persone a comprare online oppure a recarsi in negozio con il coupon.

Ma non finisce qui: se una PA (Pubblica Amministrazione) oppure un comune volesse avvisare tutti i propri cittadini, in caso di emergenze di vario genere ad esempio, che avessero dato il consenso a ricevere comunicazioni ufficiali, non dovrebbe fare altro che acquistare un servizio di gateway di SMS per poter così inviare in blocco lo stesso messaggio a tutti i propri cittadini.

Un supporto del genere, a ben vedere, si rivela importantissimo in almeno tre circostanze:

  • per le aziende grandi che non vogliano perdere contatto con la propria clientela;
  • per le realtà del pubblico che vogliano restare in contatto con i propri cittadini;
  • per le aziende medio-piccole che desiderano far conoscere i propri servizi o promozioni.

Alla base di tutto, ovviamente, ci dovrebbe sempre essere una campagna o strategia di marketing ben strutturata e correttamente pianificata.

API dei gateway SMS: a che servono?

Le API sono dei metodi, ovvero delle funzioni con un nome univoco che possono essere invocate dall’esterno per impartire ordini, ad esempio: “invia un SMS al numero X”, e questo si può mettere in un loop per tutte le X del database di cui disponiamo. In genere ogni servizio di gateway SMS, come ad esempio Skebby oppure SMSHosting, mette a disposizione dei servizi che sono automaticamente inclusi all’interno del pacchetto.

Tra questi spiccano le API SMS, che sono quelle che permettono di inviare i messaggi in blocco, con varie funzionalità di alto e basso livello. E questo avviene in due modi: sia uno per “utente medio”, quindi mediante interfaccia web cliccabile e facile da usare, sia mediante codice programmabile da usare come programmatori per integrare l’invio di SMS dentro un sistema proprietario più complesso, ad esempio. Quindi, doppio aspetto da considerare: un SMS gateway da usare sia per fare cose più complicate che per, semplicemente, dare un’interfaccia usabile anche da un operatore non specializzato per riempire dei campi e pianificare, ad esempio, l’invio degli SMS ad un database di destinatari ad una certa ora del giorno (per esempio martedì prossimo alle 08:00).

Quali sono i gateway di SMS che si possono comprare?

Noi ne abbiamo sperimentati due, in passato, e ci siamo trovati davvero molto bene: si tratta di SMSHosting e di Skebby. Vi consigliamo di vedere ai due link indicati di che si tratta, e valutare le rispettive offerte.

(Foto di copertina di Dry Heart Studio da Pixabay, immagine intermedia nell’articolo tratta da Quora)

1 voto


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Consulente SEO, ingegnere informatico e fondatore di Trovalost.it, Pagare.online, Lipercubo.it e tanti altri. Di solito passo inosservato e non ne approfitto.