Falla WhatsApp, quello che ti serve conoscere

Falla WhatsApp, quello che ti serve conoscere

Esiste una falla su Whatsapp che rende il vostro telefono attaccabile? Sì, ma è stata risolta da un po’: scopri di più all’interno di questo articolo.

La falla c’è davvero?

Specifichiamo da subito che sì, Whatsapp aveva effettivamente una falla: si tratta della CVE-2019-3568, documentata sul sito del NIST e consistente tecnicamente in un caso di buffer overflow: mediante una semplice telefonata via VoIP, di fatto, era possibile installare arbitrariamente malware, o peggio ancora eseguire codice dall’esterno (ad esempio) in grado di spiare le telefonate successive.

Cosa fare per risolvere

Il difetto è noto a Whatsapp, che ha subito corretto il problema con gli aggiornamenti successivi: quindi, in breve, se avete una versione di Whatsapp Business oppure Whatsapp standard basta aggiornare all’ultima versione e passa la paura. In genere le falle di questo tipo sono sfruttate per spionaggio a livello industriale o politico, per quello che ne sappiamo, quindi è bene ridimensionare le eccessive paranoie da cui molti si fanno prendere in questi casi – e questo non significa sottovalutare il problema: i software, i plugin dei siti e le app vanno sempre e comunque aggiornati all’ultima versione.

Rimane preferibile attivare gli aggiornamenti automatici per qualsiasi sistema operativo, in modo da rimanere al riparo sempre e comunque senza doverci pensare troppo – anche visto che le ultime versioni di Android, ad esempio, aggiornano da sole quando il telefono è in carica e siete a casa connessi in wireless, ad esempio.

Keliweb - Hosting italiano per WP

Provalo subito



Scopri l'offerta

Bufale sulla falla di Whatsapp

Su questa falla è diffusa parecchia disinformazione: alcune testate hanno scritto che la falla invaliderebbe la crittografia end-to-end che è sempre sicura, e rimane ovviamente sicura. Per la voglia di sensazionalismo a volte si perde la bussola, e si scrivono stupidaggini: la crittografia delle comunicazioni è comunque solida, e anzi è un bene che Whatsapp ci sia passato da un po’. Il problema non è quello, in sostanza: il problema è usare un telefono con app non aggiornate, semmai.

Versioni affette dal problema

La cosa impressionante, senza dubbio, è il numero di versioni affette dal problema: quindi assicuratevi di non avere una delle seguenti e se le avete, aggiornate quanto prima. Se usate Android, sono a rischio le versioni di Whatsapp (tutte) fino alla 2.19.134 esclusa, se usate iOS dovete passare ad una versione successiva alla 2.19.51. Per le versioni Business, la falla colpisce fino alla versione 2.19.44 per Android e 2.19.51 per iOS, mentre su Windows Phone (per chi ancora lo usa) bisogna passare ad una versione più recente della 2.18.348.


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Consulente SEO, ingegnere informatico e fondatore di Trovalost.it, Pagare.online, Lipercubo.it e tanti altri. Di solito passo inosservato e non ne approfitto.
Ti piace questo articolo?

1 voto

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Falla WhatsApp, quello che ti serve conoscere

Votato 10 / 10, da 1 utenti