Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Vai al contenuto

LinkedIn: cos’è e come funziona?

LinkedIn è un social network dedicato alla crescita professionale e alla ricerca di un lavoro oppure di un dipendente.

Si tratta di una risorsa importante per chiunque desideri un nuovo impiego e voglia fornire ai potenziali datori di lavoro una visione d’insieme delle proprie esperienze lavorative (in modo sicuramente più dinamico rispetto al classico curriculum).

Alcuni utenti scelgono addirittura di comprare like LinkedIn per dare un aspetto più autorevole al proprio profilo (ed eventualmente spiccare nelle selezioni).

Cos’è LinkedIn e a chi può servire

LinkedIn è la piattaforma perfetta per chiunque voglia mettere in mostra il proprio lavoro. In particolare, il sito è dedicato:

  • a studenti e disoccupati in cerca di un primo impiego;
  • a liberi professionisti che desiderano cambiare lavoro o vogliono sponsorizzare la propria attività;
  • alle aziende di ogni dimensione in cerca di nuove risorse;
  • ai lavoratori che vogliono connettersi con colleghi e datori di lavoro (attuali e passati);
  • a chi vuole tenersi aggiornato sul mondo del lavoro, sulle nuove offerte e sulle tendenze del momento.

Come funziona LinkedIn

L’iscrizione a LinkedIn prevede di creare un account dedicato alle proprie esperienze accademiche e/o lavorative, così da attirare l’attenzione di un eventuale recruiter.

La piattaforma, infatti, consente di usare la dicitura #opentowork sulla propria immagine profilo per comunicare la propria apertura a un nuovo lavoro. Nella parte più alta del profilo, è inoltre importante segnalare la posizione lavorativa a cui si aspira e la città/paese in cui si abita e si intende lavorare.

All’interno del profilo, conviene postare:

  • un contenuto in primo piano (per esempio il portfolio);
  • una breve presentazione;
  • le proprie esperienze lavorative in ordine cronologico inverso (avendo cura di taggare i precedenti datori di lavoro);
  • i titoli di studio;
  • i progetti più importanti a cui si è preso parte;
  • le competenze (che possono essere confermate tramite i precedenti impieghi oppure dagli altri utenti della piattaforma);
  • eventuali pubblicazioni, riconoscimenti e premi;
  • eventuali sezioni extra basate sulle proprie esperienze personali (lingue, certificazioni, ecc.).

Una volta creato un profilo, è possibile seguire gli account di aziende e privati, ricevendo aggiornamenti sulle loro attività e sulle eventuali posizioni aperte. Il social consente anche di impiegare il servizio di messaggistica istantanea interno, utile per chattare con eventuali colleghi o recruiter senza condividere troppe informazioni personali.

Inoltre, è possibile frequentare i corsi di LinkedIn Learning, per ottenere nuove competenze e certificazioni, oppure acquistare un abbonamento premium.

LinkedIn Premium Career consente di vedere come le proprie candidature si posizionano rispetto a quelle degli altri candidati ed è possibile visualizzare i profili di tutti gli utenti che hanno visitato il proprio account.

Come candidarsi per una posizione lavorativa

Lo scopo principale di LinkedIn è consentire a lavoratori e recruiter di incontrarsi; per tale motivo, chi usa il social per trovare lavoro può selezionare il tipo di posizione desiderata, specificando:

  • i tipi di località richiesti (in sede, ibrido, da remoto);
  • la località in cui abita e il raggio in cui è disposto a lavorare;
  • la data di inizio dell’eventuale lavoro (immediatamente o nel prossimo futuro);
  • il tipo di impiego richiesto (a tempo pieno, part time, a contratto, stage, temporaneo).

Dalla sezione Lavoro del social, è possibile visualizzare le offerte di lavoro più in linea con il proprio profilo. Per ottenere più offerte di lavoro possibili, è consigliabile iscriversi alla newsletter di LinkedIn per ottenere una selezione più ampia.

Quando si trova una posizione di proprio gradimento, è possibile candidarsi in due modi:

  • inviando il curriculum vitae come allegato, direttamente tramite LinkedIn;
  • seguendo la procedura consigliata dall’azienda (talvolta facendo riferimento a siti esterni).

Il curriculum che viene allegato tramite LinkedIn deve essere fornito dall’utente ed è sempre consigliabile che sia aggiornato e di buona qualità.

In seguito alla candidatura, sarà possibile ricevere una notifica quando questa verrà visualizzata.

Perchè postare contenuti su LinkedIn

LinkedIn consente di postare link, video e foto come un qualunque altro social network (ma non tutti gli utenti scelgono di usufruire di questa modalità, detta “modalità creazione di contenuti”. Tuttavia, si tratta di un ottimo metodo per farsi notare e per mettere in maggiore evidenza i propri progetti e traguardi personali in maniera professionale.

Di ciascun post, è possibile verificare le visualizzazioni, le impressioni e le comparse nel motore di ricerca.


👇 Da non perdere 👇



Trovalost esiste da 4526 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 4047 articoli (circa 3.237.600 parole in tutto) e 16 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Non ha ancora votato nessuno.

Ti sembra utile o interessante? Vota e fammelo sapere.

Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.
Il nostro network informativo: Lipercubo - Pagare online (il blog) - Trovalost.it