Questa IA è in grado di giudicare bellezza, avvenenza e “normalità”

Aggiornato il: 05-07-2022 20:07
Si scrive e si dice spesso che la normalità non esista sul serio, tanto più in tempi puntuali, veloci e frammentati come quelli che viviamo. Del resto ci sono discrete possibilità che sia davvero così, per quanto concerne la percezione dell’uomo che dovrebbe, a nostro avviso, aprire sempre più la mente a possibilità diverse da quelle a cui siamo abituati. Non la pensa ancora così, del resto, questa curiosa intelligenza artificiale che abbiamo sperimentato, HowNormalAmI, in grado di riconoscere il vostro viso da webcam e leggere le caratteristiche dello stesso, per voi snocciolare valutazioni sulla vostra età, avvenenza, sesso ed aspettative di vita.

Ecco il risultato del test che ho effettuato su me stesso poco fa. Tanto per cominciare stima che io abbia da 34 a 36 anni, cosa che mi ha fatto piacere (al momento in cui scrivo ne ho 42, in realtà) e che denota una capacità di valutare l’età di un soggetto dalla foto. Poi ha valutato il mio essere “triste” o felice – ero felice, secondo lui, ma in realtà stavo giusto pensando a cosa scrivere in questo articolo; ha valutato il mio indice di bellezza pari a 6.8, un vaticinio che denota un certo buongusto, evidentemente :-)

Ha poi stimato la mia reazione nel vedere il meme di un cagnolino (sorridevo), ed ha – per concludere – calcolato un’impronta digitale del mio viso, che dovrebbe prestarsi ad applicazioni decisamente inquietanti lato privacy. Di seguito le screenshot prodotte dall’app a titolo dimostrativo. Essere “normali” in questo caso va inteso in senso matematico o comunque letterale: significa prorpio essere nella norma rispetto alle altre persone che si sono sottoposte al test in questione, in un certo senso, il che potrebbe costituire un campione comunque distorto. Non è un difetto e mai, a mio avviso, essere fuori norma andrebbe considerato come tale.

Ci sono tante cose da dire in merito e di sicuro la discussione non si esaurirà con un semplice articolo. Premettiamo una cosa: probabilmente il focus della questione non è tanto da incentrare sulla precisione delle previsioni presentate dall’algoritmo, che nel mio caso sono state pure gradevoli o generose in termini di età (dandomi circa 8 anni di meno, cosa peraltro confermatami a più riprese da colleghi e conoscenti, per quanto forse particolarmente gentili). Il punto cruciale è che quei modelli di predizione in grado di giudicare l’avvenenza di una persona sono probabilmente sfruttati dalle app di dating come Tinder, proprio perchè non c’è nulla di più preciso disponibile sul mercato. Se un’app di dating o una di assicurazioni usasse l’IA in questi termini potrebbe, in teoria, far pagare di più un’assicurazione ritenendo abbia poco da vivere, magari per errore e contro qualsiasi prassi medica (è il problema ad essere posto in modo errato, in questo frangente, in effetti).

Cerchi un servizio di SMS pubblicitari? Prova SMSHosting ! PROMO per uno sconto sul primo acquisto: PRT96919

Eppure, se lo dice un computer…

Di fatto, ciò potrebbe portare ad uno scenario distopico, degno della serie Black Mirror, per cui chi non rientri nella “normalità” espressa dall’algoritmo (biased, come in qualsiasi altro caso, dalle convinzioni regresse dei suoi realizzatori, questo almeno in parte) potrebbe farsi fuorviare da previsioni errate, rovinarsi la giornata per aspettative di vita inferiori a quelle effettive (perchè questa IA fa anche questo: stima quanto ti resta da vivere), e se usato da una compagnia di assicurazione potrebbe condizionare in negativo valutazioni che andrebbero in altre direzioni se fatte senza l’ausilio di un algoritmo (mediante il cosiddetto bias di automazione, ovvero persone che usano il computer da operatori, e considerano “sacre” le decisioni o i responsi di un computer solo perchè “l’ha detto un computer“).

L’applicazione in questione in definitiva vorrebbe essere utile per sensibilizzare all’argomento della privacy e della possibilità di potenziali violazioni di diritti umani mediante un uso distorto dell’intelligenza artificiale stessa.



Questo blog pubblica contenuti ed offre servizi free da 11 anni. – Leggi un altro articolo a caso – Per informazioni contattaci
4.5/5 (2)

Ti sembra utile o interessante? Vota e fammelo sapere.

Questa IA è in grado di giudicare bellezza, avvenenza e “normalità”
Schermata 2022 07 05 alle 16.07.14
Torna su