WhatsApp può chiuderci l’account?

Argomenti: ,
Pubblicato il: 17-06-2021 12:29 , Ultimo aggiornamento: 17-06-2021 12:22

WhatsApp è una delle app di messagistica istantanea più utilizzate del momento. Alcuni di noi ne fanno un uso che rasenta l’ossessività, mentre altri lo utilizzano in maniera più limitata ma possiamo comunque tranquillamente affermare che sulla stragrande maggioranza degli smartphone l’app sia installata ed in uso. Ma può WhatsApp decidere di escluderci dal suo mondo, chiudendoci l’account e non permettendoci più di utilizzarla? Ebbene, la risposta è – e ora vi spieghiamo come e quando ciò possa accadere.

Come WhatsApp può chiuderci l’account?

I modi in cui WhatsApp può legalmente proibirci di utilizzare i suoi servizi sono sostanzialmente due:

  • Chiusura per trasgressione dei termini di utilizzo del servizio;
  • Chiusura dell’account per inutilizzo.

Entrambi i tipi di provvedimento sono chiaramente esplicitati nelle condizioni d’uso dell’app che accettiamo integralmente al momento della creazione del nostro account subito dopo che la abbiamo installata per la prima volta su un nostro dispositivo.

(All’interno del presente articolo citeremo integralmente passaggi riportati nelle condizioni d’uso di WhatsApp reperibili online a questo indirizzo e a questo per quanto riguardo la chiusura per inutilizzo).

Chiusura per trasgressione dei termini di utilizzo del servizio.

Qualora un utente non rispetti le modalità di utilizzo dell’app, i gestori possono decidere di chiudere o di sospendere l’account resosi protagonista delle azioni contrarie alle disposizioni sottoscritte dall’utente che, di fatto, corrispondono alle norme di legge in vigore. A tal proposito le condizioni d’uso di WhatsApp esplicitano che:

L’utente deve utilizzare i nostri Servizi in conformità ai nostri Termini e alle informative pubblicate. Se l’utente viola i nostri Termini o le nostre informative, potremmo prendere misure relative al suo account, ivi comprese la disattivazione o la sospensione dell’account; […]

Al punto successivo delle condizioni d’uso si chiariscono quali siano i limiti che l’utente non può travalicare:

L’utente deve accedere ai nostri Servizi e utilizzarli esclusivamente per scopi conformi alla legge, autorizzati e accettabili. L’utente s’impegna a non utilizzare (o assistere terzi nell’utilizzare) i nostri Servizi in modi che: (a) violino, si approprino in modo indebito o non rispettino i diritti di WhatsApp, dei nostri utenti o di terzi, ivi compresi la privacy, la “publicity” (diritti della personalità), la proprietà intellettuale o altri diritti di privativa industriale; (b) risultino illegali, osceni, diffamatori, minacciosi, intimidatori, fastidiosi, minatori, offensivi nei confronti di una razza o di un’etnia oppure promuovano o incoraggino comportamenti illegali o altrimenti inappropriati, come la promozione di crimini violenti, il mettere in pericolo o sfruttare minori o altri o la coordinazione di atti lesivi; (c) implichino la pubblicazione di contenuti falsi o ingannevoli o di affermazioni fuorvianti; (d) sfruttino l’identità di un’altra persona; (e) implichino l’invio di comunicazioni illegali o non consentite come messaggi in massa, messaggi automatici, chiamate da sistemi automatici o simili; (f) implichino l’utilizzo non personale dei nostri Servizi, fatto salvo quanto espressamente previsto da noi.

A questo punto, accertata la violazione dei termini di utilizzo, se gli amministratori decidono di sospendere l’account, invieranno al trasgressore – sempre tramite la stessa app – il seguente messaggio: “Il tuo numero di telefono è sospeso dall’uso di WhatsApp. Contatta l’assistenza.” Contattando gli operatori questi comunicheranno al titolare dell’account sospeso la durata del provvedimento e cosa fare per procedere eventualmente allo sblocco.

I gestori dell’App, nel caso in cui l’utente sia recidivo, si renda protagonista di gravi effrazioni alle norme sottoscritte oppure a seguito di disposizione da parte di un giudice o altro organo legalmente preposto a farlo, potranno chiudere definitivamente l’accaunt su cui si sono perpetrati gli abusi.

Foto di Peggy und Marco Lachmann-Anke da Pixabay

Chiusura dell’account per inutilizzo.

Se un utente installa WhatsApp sul proprio dispositivo, crea l’account ma poi non utilizza più l’app, allo scattare del 120° giorno di inattività, i gestori provvederanno senza preavviso a rimuovere l’account stesso per i motivi di seguito riportati:

Per garantire la sicurezza, limitare la conservazione dei dati e proteggere la privacy dei nostri utenti, gli account WhatsApp generalmente vengono eliminati dopo 120 giorni di inattività. Per inattività si intende la mancata connessione dell’utente a WhatsApp.

Questo è un provvedimento meno drastico del precedente poichè sarà comunque possibile registrarsi nuovamente senza perdere i dati salvati localmente sul dispositivo in uso:

I contenuti salvati localmente sul dispositivo dell’utente prima dell’eliminazione dell’account non saranno cancellati fino a quando WhatsApp non sarà eliminato dal dispositivo. Se l’utente si registra nuovamente su WhatsApp con lo stesso dispositivo, i contenuti salvati localmente saranno di nuovo visibili.

5/5 (1)

Che te ne pare?

Grazie per aver letto WhatsApp può chiuderci l’account? di Saverio Chiodo su Trovalost.it
WhatsApp può chiuderci l’account? (Guide, Guide smartphone e Telefonia, IM (Messaggistica Istantanea))

Articoli più letti su questi argomenti:

Seguici su Telegram: @trovalost