Errore 407 Proxy Authentication Required: cos’è e come si risolve

Pubblicità

Natura dell’errore: si tratta di un errore che interessa soprattutto i programmatori e chi si occupa della manutenzione del servizio, e che non può essere risolto dall’utente medio. Significa che una qualche richiesta è stata effettuata sfruttando un proxy configurato male, ad esempio, oppure che la risposta ottenuta non è coerente nè processabile dal software in questione.

Cos’è questo errore. Un errore del tipo 407 è un codice di risposta HTTP che indica che il server non può completare la richiesta poichè il client (quindi ad esempio voi con il vostro browser) non disponete delle credenziali corrette di accesso al proxy, che è necessario all’autenticazione. L’errore è simile a quello 401, che invece indica un accesso non autorizzato al servizio senza coinvolgemento di un proxy server.

Come risolvere il problema. Per risolvere il problema è di solito necessario, a parte dei programmatori del servizio, indicare un header specifico (detto Proxy-Authenticate) ed inserirlo correttamente nel frame di risposta dello stesso. Secondo le indicazioni della documentazione ufficiale RFC7235 HTTP/1.1 Authentication il proxy deve inviare un Proxy-Authenticate obbligatoriamente, in modo da fornire indicazioni univoche al client su come processare la richiesta e sul tipo di accesso da fornire. La sintassi tipica è:

Proxy-Authenticate: <type> realm=<realm>

e deve essere usualmente validata secondo lo standard HTTP/1.1, anche se potrebbe essere necessario adeguarsi al protocollo HTTP/2 nel caso di connessioni protette in SSL.

Nel caso di sistemi operativi Windows (nelle versioni: Windows 10, Windows 8, Windows 7, Windows Vista, Windows XP, Windows ME, Windows 2000), un errore 407 può indicare la presenza di un virus nel browser, la corruzione del registro di sistema da parte di un malware oppure un’infezione a livello di browser di natura differente.

0 voti
Pubblicato in FAQ