Chat più sicure con il nuovo Tor Messanger


Pubblicato il: 01-11-2015 08:44 , Ultimo aggiornamento: 20-02-2020 22:59

Gli sviluppatori del progetto TOR – uno standard per navigare anonimamente sul web, grazie ad un pratico browser (basato su Firefox) proposto come soluzione bundle – hanno rilasciato la prima versione (attualmente in beta, ovvero in fase di prova e collaudo allo scopo di trovare errori) di un’app di chat che prevede soluzioni integrate di sicurezza e crittografia dei dati.

Se avete a cuore la privacy delle vostre conversazioni, Tor Messanger potrebbe fare al caso vostro – e potrete scaricarlo da qui per Windows, Linux e Mac.

Il nuovo software per chat sfrutta la rete Tor per la comunicazione dei dati, sulla base del messaging OTR (Off The Record), ovvero garantendo all’utente crittografia, autenticazione dell’utente con cui parliamo, deniability (che garantisce l’integrità dei messaggi inviati e ricevuti) e perfect forward secrecy (se perdiamo le chiavi private nessuna precedente conversazione viene compromessa). Di default non è consentito chattare con utenti che non supportino OTR, anche se è possibile disabilitare in un secondo momento questa opzione manualmente.

SMSHosting Usa il codice PROMO per uno sconto sul primo acquisto: PRT96919

Nella pratica quando andremo a chattare per la prima volta con un nostro contatto, ci verrà richiesto di verificare il fingerprint OTR (cioè una stringa univoca generata casualmente), che è tipicamente un dato pubblicamente noto. A questo si associa una chiave privata semplice da ricordare per entrambi gli interlocutori, che verrà inserita nel programma da entrambi e che servirà a garantire che non ci siano attacchi man in the middle o impersonificazioni di uno dei due utenti da parte di terzi (fonti: ArsTechnica, blog.torproject.org).

Photo by woodleywonderworks

Nessun voto disponibile

Che te ne pare?

Grazie per aver letto Chat più sicure con il nuovo Tor Messanger di Salvatore Capolupo su Trovalost.it
Chat più sicure con il nuovo Tor Messanger (News)

Articoli più letti su questi argomenti:

Seguici su Telegram: @trovalost