Come prendersi cura delle persone malate di Alzheimer 


Pubblicato il: 12-11-2021 16:00 , Ultimo aggiornamento: 12-11-2021 19:28

La recente riapertura del laboratorio di San Salvo dedicato ai malati di Alzheimer è stata una bellissima notizia. Non solo, tra i vari servizi forniti dal laboratorio c’è anche quello di supporto alle famiglie dei malati di Alzheimer. Si tratta di una buona notizia, perché durante la pandemia molte persone affette da malattie come questa sono stati messi in secondo piano; è bello vedere che sono tornati a ricevere le cure di cui hanno bisogno. Se nella vostra famiglia c’è un malato di Alzheimer, allora dovreste considerare i seguenti consigli su come prendervene cura quotidianamente.

Ridurre le loro frustrazioni 

I malati di Alzheimer o di demenza tendono ad agitarsi molto facilmente, per questo anche svolgere semplici azioni quotidiane può risultare loro molto stressante. Per limitare le loro sfide quotidiane e alleviare il più possibile la frustrazione, si può fare quanto segue:

  • Programmare con saggezza la loro giornata: Questo significa stabilire una sorta di routine quotidiana per loro, a cui possono abituarsi. Dovreste riuscire a capire in quali occasioni sono più felici e in quali invece si sentono più frustrati e poi programmare la giornata in base a questi elementi. Per esempio, è bene programmare le visite mediche o i momenti dedicati all’igiene personale quando il vostro caro è più a suo agio.
  • Prenditi il tuo tempo: È impossibile negare che certe operazioni richiederanno più tempo del normale, per questo dovreste mettere in conto di prevedere il tempo che sarà effettivamente necessario.  Dovreste anche prevedere delle pause durante queste operazioni: probabilmente ne avranno bisogno.
  • Coinvolgere la persona: Dovreste permettere alle persone affette da malattie come l’Alzheimer o la demenza la possibilità di svolgere da sole le proprie attività, senza metterle in condizione di ricevere troppa assistenza. Questo permetterà loro di mantenere la loro indipendenza anche nella loro condizione, il che apporterà un enorme vantaggio al loro stato d’animo. Per esempio, potreste lasciarli apparecchiare la tavola, vestirsi da soli, stendere il bucato.
  • Limitare il sonnellino: Non lasciate che facciano dei pisolini durante il giorno: dormire fuori orario potrebbe comportare una difficoltà a dormire di notte. Ciò può creare uno sfasamento del ritmo sonno veglia non solo per loro, ma anche per voi che ve ne occupate.

Prenditi del tempo per te stesso 

È importante che vi prendiate del tempo per voi stessi e che non vi dimentichiate di prendere una meritata pausa ogni tanto.  Prendersi cura di una persona malata di Alzheimer è incredibilmente faticoso, per questo ritagliarsi dei momenti in cui potersi rilassare è di fondamentale importanza. Ci sono un sacco molte cose che potreste fare, per esempio, se amate il gioco, potreste visitare siti come www.vogliadivincere.it e godervi l’enorme varietà di giochi online che hanno a disposizione. Se il gioco non fa per voi, allora potreste dedicare del tempo alla lettura, oppure ascoltare della musica o fare un bagno. Qualunque cosa scegliate di fare, assicuratevi di concedervi del tempo per staccare.

Essere flessibili 

Le malattie come la demenza o l’Alzheimer tendono a progredire col passare del tempo, ciò significa che il peggioramento delle condizioni di salute andrà di pari passo con l’aumentare dell’impegno richiesto nell’assistenza del malato.  Starà a voi capire qual è il modo di prendervi cura di loro in base al bisogno.  Per fare ciò, dovrete essere il più flessibili possibile.  Non esitate a chiedere un aiuto a professionisti esterni se vi rendete conto che la situazione sta sfuggendo al vostro controllo, poiché questo è comune anche per le persone con demenza.

Nessun voto disponibile

Che te ne pare?

Grazie per aver letto Come prendersi cura delle persone malate di Alzheimer  di Max Headroom su Trovalost.it
Come prendersi cura delle persone malate di Alzheimer  (News)

Articoli più letti su questi argomenti:

Seguici su Telegram: @trovalost