Consulenza SEO: cos’è e perché richiederne una se hai un sito web

Consulenza SEO: cos’è e perché richiederne una se hai un sito web

Prima di capire cos’è una consulenza SEO e perché ogni azienda con un sito web ne avrebbe bisogno, concentriamoci un momento sulla parola “SEO”.

La Search Engine Optimization, SEO appunto, è l’insieme delle molteplici attività che permettono di ottimizzare un sito web per i motori di ricerca, quindi fare sì che lo stesso appaia nei primi risultati in risposta alle specifiche parole chiave per le quali è posizionato.

Quando un utente cerca qualcosa su Google trova dei risultati pertinenti all’intento di ricerca. La SEO permette di scalare la SERP, quindi gli stessi risultati presenti per specifiche keyword, attraverso diverse azioni che possono andare a toccare il codice sorgente del sito, la sitemap, ma anche i testi o l’experience da dispositivi mobili. Tutte attività che un’azienda potrà decidere di intraprendere solo dopo un’attenta consulenza SEO.

Perché si richiede una consulenza SEO?

Avere un sito web che non appare nei risultati di ricerca non ha granché senso. Certo, esistono strumenti come le ADS per guadagnare visitatori, ma è con la SEO che si hanno i risultati più importanti sul medio-lungo periodo.

Con Google e social ADS, infatti, una volta finito il budget a disposizione si finisce molto velocemente nei meandri del web, a meno che non sia stata effettuata un’azione sinergica con una consulenza SEO, che permette di apparire nei primi risultati dei motori di ricerca per specifiche keyword inerenti al proprio business.

Un processo lungo, che però fornisce risultati rilevanti per qualsiasi azienda che abbia investito in una consulenza professionale.

Ma cos’è una consulenza SEO?

Una consulenza SEO, di fatto, è composta da più fasi: quella di analisi, in cui si fa un’audit che mette in evidenza punti critici e di forza dell’intero progetto, quella di strategia, che permette di individuare le azioni da intraprendere per ottenere risultati reali, l’operatività, ovvero l’ottimizzazione vera e propria, e la misurazione dei risultati.

Quello che dev’essere chiaro della consulenza SEO è che i risultati non si vedono dopo pochi giorni, e nemmeno dopo poche settimane. A seconda del settore in cui si opera, possono volerci da un minimo di 3 / 4 mesi fino anche a 12 mesi dall’inizio del lavoro di ottimizzazione. Certo è che, sul lungo periodo, la SEO dà molte più soddisfazioni rispetto ad altre strategie di digital marketing perché permette quasi di “vivere di rendita” sul lavoro costruito.

Attenzione, però. Questo non significa che effettuata la consulenza SEO e l’ottimizzazione non avrai più bisogno di un professionista che ti aiuti.

Per conservare la propria posizione in SERP, infatti, è sempre necessario investire in attività come, per esempio, la link building che permette di ottenere link in entrata al proprio sito web facendolo apparire autorevole agli occhi di Google, migliorandone così il ranking.

Un lavoro costante che, con un po’ di pazienza, ti permetterà di sbaragliare tutti i tuoi competitor sul medio-lungo periodo.


Informazioni sull'autore

Walter Conte

Il mio lavoro è strano: amo definirmi un copywriter, e non solo per assonanza con la parola copriwater. In fissa con il cyberpunk, amo ovviamente la tecnologia - purchè non ci opprima.
Ti piace questo articolo?

1 voto

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Consulenza SEO: cos’è e perché richiederne una se hai un sito web

Votato 10 / 10, da 1 utenti