Come iniziare a lavorare sul tuo blog in WordPress

Aggiornato il: 27-06-2022 00:00
WordPress è senza dubbio uno dei migliori prodotti sul mercato dei CMS: gratuito, facile da usare, programmato in PHP / MySQL ed adatto a … grandi e piccini (appassionati, blogger, smanettoni, specialisti del settore). In poche parole, un ottimo prodotto che tende a migliorare anno dopo anno.

Prima di tuffarsi a capofitto su WP, pero’, è necessario tenere conto di un po’ di cose, e poi seguire i passi indicati di seguito.

#1 Verifiche iniziali

Prima di installare WordPress, è necessario controllare che l’hosting presso cui lo stai installando sia adatto allo scopo. Di solito è già  cosଠsenza bisogno di troppe verifiche, ma sarebbe essenziale accertarsi che l’hosting supporti PHP (una delle versioni più recenti), MySQL e Apache / NGINX (più facile e pratico il primo, almeno all’inizio). In seguito bisogna scaricare da WordPress.org la versione italiana, l’ultima disponibile, e poi prepararsi al seguito delle operazioni.

#2 Verificare i requisiti dell’hosting WordPress

Prima di acquistare uno degli hosting che solitamente usiamo per WordPress, è necessario controllare che supportino tutti i requisiti necessari al nostro CMS: una versione recente di PHP, una versione recente di MySQL, server Apache o NGINX. Non sono requisiti difficili da controllare, e servono a garantire la massima flessibilità  al nostro sito web: ad esempio, se pensate di integrare funzionalità  Facebook ed Open Graph nel sito, avrete bisogno di PHP almeno 5.6.

#3 Installare il software giusto sul proprio computer

Da non fraintendere: WordPress dispone già  del software necessario, o meglio ne dispone l’hosting a cui avrete deciso di rivolgervi. Per utilizzare WordPress nel lungo periodo, di fatto, basta un buon browser aggiornato: Firefox, Opera, Chrome e cosଠvia. All’inizio ed in alcuni momenti del ciclo vitale del tuo sito potrebbero servirti inotre:

  • un buon editor di testo (suggerisco Notepad, Sublime Text 2, TextWrangler, Atom o TextEdit);
  • un client FTP come FileZilla (versione client, non server!).

Dovrai infatti sia saper mettere mano ad un editor di testo decente per modificare, se non il theme, il file wp-config.php; non dovrebbero essere richiesti grandissimi passaggi in questa fase, ma è comunque opportuno tenere conto della possibilità  ed essere preparati ad intervenire.

Ricordati anche di controllare questa lista della spesa, prima di procedere con installazione ed utilizzo, e poi procedere con l’installazione in locale (per test vari) o in remoto (per pubblicare il sito).

Photo by teamstickergiant



Questo blog pubblica contenuti ed offre servizi free da 11 anni. – Leggi un altro articolo a caso – Per informazioni contattaci
Non ha ancora votato nessuno.

Ti piace questo articolo? Vota e fammelo sapere.

Come iniziare a lavorare sul tuo blog in WordPress
SMSHosting Usa il codice PROMO per uno sconto sul primo acquisto: PRT96919
e830b20f2ef5063ecd0b470de7444e90fe76e6dd10b4164297f5c6 640 wordpress
Torna su