Usare il DNA per memorizzare dati: il nuovo progetto di Microsoft prende forma


Pubblicato il: 29-04-2016 19:25 , Ultimo aggiornamento: 19-04-2018 00:58

SMSHosting Usa il codice PROMO per uno sconto sul primo acquisto: PRT96919

Il motivo per cui si potrebbe usare il DNA per memorizzare i dati sarebbe legato a tre ragioni fondamentali:

SMSHosting Usa il codice PROMO per uno sconto sul primo acquisto: PRT96919
  1. l’elevato livello di conservazione delle informazioni al suo interno;
  2. l’elevata densità del DNA rispetto ad esempio a dischi o nastri magnetici;
  3. l’elevata resistenza all’obsolescenza del materiale, ben note entrambe in ambito biologico.

Sarà improbabile vedere nei prossimi anni in commercio smartphone o pen drive USB basati su questa tecnologia, anche perchè la controindicazione sembra attualmente legata al livello di lentezza di accesso ai dati (è ottimo comunque per grossi archivi di dati scientifici), ma certamente gli sviluppi saranno interessanti da seguire anche a breve (fonte, fonte, fonte)

Nessun voto disponibile

Che te ne pare?

Grazie per aver letto Usare il DNA per memorizzare dati: il nuovo progetto di Microsoft prende forma di Salvatore Capolupo su Trovalost.it
Usare il DNA per memorizzare dati: il nuovo progetto di Microsoft prende forma (News)

Articoli più letti su questi argomenti:

Seguici su Telegram: @trovalost