Plugin per bloccare gli adblocker in WordPress

Plugin per bloccare gli adblocker in WordPress

Siete disperati perchè i vostri visitatori non vi fanno guadagnare con gli annunci pubblicitari? Cari amici, non siete i soli e ve lo racconto senza ipocrisia; in molti casi i blogger già sono penalizzati da annunci francamente improponibili, ripetitivi e poco interessanti, come se non bastasse molti di loro utilizzano layout poco efficaci e tecniche abbastanza aggressive, per cui alla fine dei conti gli utenti reagiscono e fanno uso di adblocker in generale. Il meglio che possiamo fare, e che tendo a fare anch’io sulle pagine di questo sito, è cercare di spingere gli utenti a metterci in white-list; non è facile, ma un tentativo possiamo farlo, anche se ovviamente bisogna capire come farlo.

A monte dell’uso di un plugin anti-adblocker, in effetti, vi sono delle considerazioni anche (per non dire soprattutto) di convenienza: della serie, il gioco vale davvero la candela? In genere se state valutando di utilizzare un anti-adblocker nel vostro sito sappiate che:

  1. tendono ad utilizzare soluzioni software a volte poco ortodosse (es. inserimento di <div> nascosti), comportamenti che potrebbero essere visti con sospetto da antivirus e adblocker, mentre addirittura alcuni di essi (come riporta, tra le altre, la pagina ufficiale di Ad Blocker Notify Lite) possono essere a loro volta messi in blacklist dai software di adblock, i quali – a quanto sembrerebbe – decidono un po’ troppo freestyle cosa fare;
  2. una politica troppo aggressiva (della serie: se non disinstalli o mi metti in white-list, non ti faccio vedere la pagina) potrebbe darvi un rientro negativo in termini di immagine, visitatori di ritorno – insomma peggiorare invece di migliorare le cose.

Valutate bene, eventualmente assieme al vostro consulente di fiducia, se sia il caso di installarne uno o meno; al tempo stesso, sono dell’idea che una politica intermedia – ammesso che uno non usi annunci invasivi o popup o ancora fatti in Java o Flash – sia doverosa e necessaria per distinguersi dalla blogosfera più infima, quella disponibile a fare qualsiasi cosa pur di guadagnare  (spesso letteralmente) quattro spiccioli.

Ad ogni modo, la lista dei plugin anti-adblocker per WP è la seguente.

Ad Blocking Detector

Un tool avanzato che può essere utilizzato dai publisher (i blogger che pubblichino annunci stile Adsense) per rilevare in automatico quando si stia utilizzando un adblocker, ed avvisare il client scegliendo cosa comunicargli. Si può anche inserire, ad esempio, un form di iscrizione ad una newsletter (riporto da quanto scritto nella documentazione: secondo me ci sono modi migliori per raccogliere iscritti in una newsletter, ma non è l’argomento dell’articolo per cui sorvoliamo). Altra caratteristica molto importante di questo plugin, ideale per quando avete una grande quantità di visitatori che utilizza adblocker, è quella di stabilire quale debba essere l’annuncio alternativo da mostrare al posto dell’ad. In genere questo plugin è stato progettato mediante avanzati hook di WordPress in grado di integrarsi, praticamente a qualsiasi livello, dentro il CSS ed il JS pre-esistenti del vostro blog, per cui può essere molto utile per cercare di potenziare l’esposizione dei vostri ads.

Block Adblock

Attualmente non è aggiornato da un po’, per cui non posso consigliarvi di installarlo ed utilizzarlo oggi: può essere più che altro una buona base da cui partire per sviluppare un vostro plugin. Peraltro questo plugin sembrerebbe, almeno per quanto scritto nella documentazione, ideale per evitare di non far indicizzare contenuti delle pagine bloccate, cioè per passare in modo sostanzialmente indenne ai motori di ricerca. Un problema che non dovrebbe neanche porsi, in realtà, ma che qui viene specificato a chiare lettere ed è il motivo per cui, seppur con qualche dubbio, lo propongo come possibile alternativa di plugin anti-adblocker per WordPress. Dispone anche di alcune facilities che cercano di rendere poco identificabile il software da parte degli adblocker, sfruttando la randomizzazione di alcuni nomi.

WP Adblock Detect

Questo è uno degli anti-adblocker per WordPress più semplici e veloci da utilizzare che ci possano essere: in pratica mostra una semplice finestra modale, che sembrerebbe essere nativa di Bootstrap, per cui potrebbe e dovrebbe funzionare benone se avete un sito con un theme sviluppato con questo framework open source. L’ideale per le situazione in cui i conflitti e le scarse compatibilità del theme sono all’ordine del giorno, ed impediscono di fare uso di soluzioni magari più complete ma non utilizzabili nella pratica.

Ad Blocking Advisor

Questo plugin non fa altro che mostrare un discreto avviso nell’header sticky della pagina, con la possibilità di personalizzarne non solo i colori di sfondo e del font, ma anche la durata del cookie. Niente male davvero, anche qui può andare bene a scopo di sviluppo oppure nei casi in cui molti plugin finiscano per essere incompatibili tra di loro.

Ad Blocker Notify Lite

Secondo me è uno dei migliori che si possano utilizzare: già nella versione free da’ tutto (anche la paid è da valutare, dipende dai casi), o quasi, quello che ci potrebbe servire. Permette anche di creare in automatico dei grafici, visibili solo internamente dai gestori del sito, che diano l’idea della percentuale di visitatori che fa uso di adblocker, insomma una buona più che buona e secondo la mia esperienza recente uno dei plugin più efficenti (fermo restando quanto detto all’inizio) per “combattere” gli adblocker. Presenta moltissime opzioni e da’ anche la possibilità di attivare piccole strategie per evitare che adblocker troppo zelanti possano, a sua volta, bloccarne l’attivazione.

Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.