USB Type-C (USB 3.0): supporta crittografia e riconoscimento dei dispositivi


Interessanti novità  sul piano hardware sono in arrivo per l’interfaccia USB, il discusso e diffusissimo canale di comunicazione – presto in arrivo anche in app distribuite – che permette ai dispositivi un livello di interconnessione immediata e senza configurazione ad hoc. Il gruppo USB-IF (USB Implementers Forum, il consorzio che si occupa di definire lo standard) ha infatti al vaglio, ormai da tempo, di inserire una serie di caratteristiche obbligatorie per tutti i costruttori, in particolare per i connettori USB Type-C, il nuovo standard che aderisce alle specifiche 3.1 (migliorative rispetto al diffuso USB 3.0).

Annuncio:
Vuoi pubblicare il tuo articolo su questo portale? Cercaci su Rankister (clicca qui) .

La nuova USB sarà  leggermente diversa da quella che siamo abituati a vedere (vedi foto in basso), ma le novità  non finiscono qui.

USB-Type-C.svg

Una delle cose introdotte riguarda il livello di autenticazione dell’hardware: qualora connettiamo un USB Type-C o 3.1 via adattatore di potenza, cavo o accessorio in un host (ad esempio un telefono o un computer), l’host stesso sarà  obbligato (in modo trasparente per l’utente) a verificare la capacità  presente e l’eventuale certificazione disponibile. Tali dati viaggeranno quindi in forma criptata sia se sul cavo circolano dati + corrente che in quello in cui circoli solo corrente.

Il sistema di autenticazione limita quindi il raggio d’azione dei malware (alla BadUSB) e delinea uno scenario nel quale, ad esempio, una banca possa operare esclusivamente con dispositivi USB certificati ed autentici. USB 3.1 disporrà  nativamente di metodi per la gestione di chiavi randomiche, firma digitale ed hash per cui dovrebbe essere relativamente agevole per i produttori gestire la situazione.

USB Type-C si candida dunque ad essere il connettore USB del futuro, anche grazie alla sua retrocompatibilità  con le precedenti USB 2.0 e USB 1.0, e con un occhio di riguardo per l’aspetto legato come forse ricorderete alla sicurezza (fonte).

Image credits: Andreas Pietzowski, CC BY-SA 3.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=39641787, Jacobo Garcia

👇 Da non perdere 👇



Trovalost esiste da 4552 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 4141 articoli (circa 3.312.800 parole in tutto) e 20 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Privacy e termini di servizio / Cookie - Il nostro network è composto da Lipercubo , Pagare.online e Trovalost
Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.