No More Ransom: il progetto free per recuperare i file infetti da ransomware

No More Ransom: il progetto free per recuperare i file infetti da ransomware

Un nuovo aiuto nella lotta ai ransomware (i software abusivi che criptano i dati dell’utente chiedendo un riscatto) arriva dal sito nomoreransom.org, che ha pubblicato una lista dei principali tool gratuiti che si possono usare per recuperare i propri file. Ogni tipo di ransomware possiede infatti il proprio sistema specifico per invertire il processo, ma non sempre è possibile farlo. C’è da specificare, infatti, che la lista in questione non può tecnicamente risolvere qualsiasi caso di infezione da ransomware: in molti casi l’operazione è purtroppo irreversibile, e l’unica soluzione è quella di essersi affidati (in precedenza) a soluzioni di backup affidabili.

Tophost a 10,99

In altri casi pero’, sono note contromisure per almeno una parte dei malware sotto questa infida categoria, che sono quelli per cui sono stati presentati gli strumenti di file recovery, ovvero:

Pubblicità:

Alcatraz
BarRax
Bart
Chimera
CoinVault
Crypt888
CryptoMix
Crypton
Damage
Derialock
FenixLocker
Globe
Globe2
Globe3
GlobeImposter
Gomasom
HiddenTear
Jigsaw
Linux.Encoder
Marlboro
Merry X-Mas
MRCR
Nemucod
NMoreira
Noobcrypt
Ozozalocker
Philadelphia
PHP Ransomware
Popcorn
Rakhni
Rannoh  (updated 20-12-2016 with CryptXXX v3)
Shade
Stampado
Teslacrypt
TM Ransomware File
WildFire
Xorist

Si specifica che i tool in questione servono per il recupero dei file, per cui è necessario aver rimosso via antivirus il ransomware da cui si è eventualmente affetti.


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Ingegnere informatico, consulente SEO, copywriter ed ideatore di trovalost.it. Di solito, passo inosservato: e non ne approfitto neanche un po'.
Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.