Xiaomi Redmi 4X 4G Smartphone: test sul campo e recensione

Xiaomi Redmi 4X 4G Smartphone: test sul campo e recensione

Xiaomi Redmi 4X 4G è uno smartphone economico e decisamente funzionale: ho avuto modo di acquistarne uno solo di recente (è uscito ad aprile del 2018, in realtà), ma devo dire che mi ha lasciato decisamente soddisfatto. Xiaomi sta producendo questi telefoni Android con almeno 3 GB di RAM (una liberazione, rispetto a quelli che troviamo spesso nei negozi che ne hanno tipicamente solo 1GB o massimo 2GB), la cosa buona è che dal sito GearBest è possibile scegliere sia la taglia della RAM che altri parametri tra cui processore e capienza della memoria interna (quella per memorizzare le vostre foto, documenti, rubrica e video). Memoria interna che per inciso nel mio caso era di ben 32 GB. La spedizione è stata perfetta e, almeno nel mio caso, non ho riscontrato alcun problema nè danneggiamento nè di ritardo (meno di due settimane ed è arrivato con corriereBartolini) nella stessa. La scatola è completamente bianca, non riporta alcun logo troppo visibile e questa “discrezione”, in effetti, si ripercuote anche sul packaging del telefono stesso: discreto e privo dei fastidiosi loghi degli operatori telefonici imposti sulla maggiorparte dei telefoni.

Dal punto di vista del design è decisamente snello, abbastanza sottile ed altrettanto elegante, nella sua semplicità.

Pubblicità:

Il colore dello smartphone è nero, mentre a livello di alimentazione è UK Plug (cioè significa che usano l’attacco 110V delle prese inglesi, diverse da quelle europee che usiamo abitualmente): questo non dovrebbe trarvi in inganno, in realtà, perchè comunque forniscono un adattatore anche senza chiederglielo, magari un po’ antiestetico come potete vedere in foto ma assolutamente funzionato, dato che ho caricato in poche ore la batteria giusto ieri sera.

Batteria dello smartphone che, per la cronaca, dura anche abbastanza facendo un uso intensivo del telefono: circa un giorno e mezzo nei miei test, probabilmente anche 2 giorni e mezzi se lo si usa meno o principalmente per telefonare. Quella che segue è la schermata di accensione, non appena avviato per la prima volta.

I tre bottoni disponibili permettono di andare nella home, di scorrere le varie app attive ed eliminarle, di tornare alla schermata precedente e di utilizzare sia app dagli store alternativi che da quello ufficiale di Google Play. Il telefono è molto facile da usare e, anzi, per certe cose è progettato meglio dei classici telefoni con Android. La CPU è una Snapdragon 435, avrete 3 GB di RAM, 32 GB di memoria più uno slot per memoria esterna SD, fotocamera a ben 13 Mpixel sul davanti e 5 Mpixel sul retro, batteria infine da 4100 mAh.

Pubblicità:

In breve, pertanto:

  • si tratta di un buon telefono ricco di app utili;
  • si sincronizza con il vostro Account Google (fatelo, è un backup gratuito);
  • permette di passare tra le varie schermate senza laggare (bisognerà vedere col tempo, ma la sensazione sembra ottima);
  • il sistema operativo è molto buono, personalizzabile facilmente ed adatto sia agli utenti più esigenti che a quelli più basilari.

In linea di massima la mia valutazione è pertanto molto positiva: lo smartphone è compatto, ha una forma molto elegante ed è particolarmente leggero e sottile. Costa intorno alle 120 euro spedizione inclusa, ma è facile trovarlo anche a meno se riuscite a trovare qualche coupon (ad esempio sul gruppo Telegram di Xiaomi). Inoltre, cosa non da poco, possiede un sistema operativo Android MIUI, che è molto meglio di quelli forniti in dotazione con gli altri telefoni (Samsung, ecc.) e lagga molto meno, anzi direi quasi per nulla – fatta eccezione per la funzionalità di ricerca delle varie opzioni, almeno nell’uso che ho provato a farne io. A parte il fatto, quindi, che con questo MIUI gli aggiornamenti sono continui – e questo va a vantaggio della stabilità del sistema – è possibile cambiare tema, utilizzare app inedite su altre versioni di Android e sfruttare una sveglia che suona anche se il dispositivo è spento, ci sono numerose funzionalità utili, che si riflettono in un sistema operativo che prende il buono di iOS e lo porta nel mondo Android, con tutti i vantaggi del caso in termini di usabilità.

Approvato!


Informazioni sull'autore

Salvatore Capolupo

Ingegnere informatico, consulente SEO, copywriter ed ideatore di trovalost.it. Di solito, passo inosservato: e non ne approfitto neanche un po'.
Ti piace questo articolo?

5 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Xiaomi Redmi 4X 4G Smartphone: test sul campo e recensione

Votato 9.6 / 10, da 5 utenti