Core web vitals: cosa sono e quanto incidono sull’andamento di un sito


Nel panorama del digital marketing, i Core Web Vitals sono tra gli elementi cruciali nella determinazione della salute e dell’efficacia di un sito web.

Questi sono indicatori vitali che misurano la velocità, la reattività e la stabilità visiva di un sito, elementi chiave per offrire un’esperienza utente ottimale e migliorare il posizionamento SEO.

I core web vitals sono parametri fondamentali per l’ottimizzazione di un sito web su Google e al riguardo segnaliamo che nel sito landing-page-efficace.it uno di questi, ovvero la velocità di caricamento (nello specifico delle landing page, che hanno un’importanza strategica non indifferente), viene approfondito a tutto tondo.

Vediamo in questa guida nel dettaglio cosa sono i Core Web Vitals e come funzionano!

Che Cosa Sono i Core Web Vitals? 

I Core Web Vitals, dunque, sono un insieme di metriche specifiche che Google utilizza per valutare la qualità dell’esperienza utente su una pagina web.

Questi includono:

  1. Largest Contentful Paint (LCP): misura il tempo impiegato per caricare il contenuto principale di una pagina. Un tempo di caricamento rapido è cruciale per mantenere l’utente impegnato.
  2. First Input Delay (FID): valuta la reattività di una pagina quando un utente interagisce per la prima volta. Un basso FID assicura che la pagina sia reattiva e pronta all’uso.
  3. Cumulative Layout Shift (CLS): misura la stabilità visiva, ossia quanto gli elementi nella pagina si spostano durante il caricamento. Una pagina stabile migliora l’esperienza dell’utente evitando clic accidentali e disorientamento.

Ottimizzare i Core Web Vitals non solo migliora l’esperienza dell’utente, ma influisce positivamente anche sul ranking del sito sui motori di ricerca.

Google, infatti, considera questi fattori nel suo algoritmo di ranking, privilegiando i siti che offrono una buona esperienza utente. Pertanto, un sito ottimizzato in termini di Core Web Vitals ha maggiori probabilità di apparire nelle prime posizioni dei risultati di ricerca.

Come Ottimizzare i Core Web Vitals

L’ottimizzazione dei Core Web Vitals richiede un approccio tecnico e strategico. Inoltre, quest’attività richiede una particolare attenzione a specifiche aree del sito.

Per ottimizzare i Core Web Vitals, bisogna iniziare da attività quali:

  • Ridurre la Dimensione dei File: comprimere e minimizzare HTML, CSS e JavaScript può ridurre i tempi di caricamento.
  • Utilizzo della Cache: memorizzare nella cache le risorse statiche del sito consente ai visitatori frequenti di caricare la pagina più velocemente.
  • Analisi delle Prestazioni del Sito: utilizzare strumenti come Google PageSpeed Insights, Lighthouse o WebPageTest aiuta a identificare aree specifiche di miglioramento.
  • Ottimizzazione del Codice JavaScript: ridurre le dimensioni dei file JavaScript e eliminare script non necessari migliora la reattività e riduce il FID.

Tra gli altri elementi che è necessario ottimizzare per migliorare i Core Web Vitals ci sono anche:

  • First Input Delay: questo è un indicatore essenziale della reattività di un sito. Per ottimizzarlo, è fondamentale ridurre il blocco del thread principale del browser e utilizzare la pre-renderizzazione per caricare anticipatamente le risorse.
  • Cumulative Layout Shift: per ridurre il CLS, è importante assicurarsi che gli elementi della pagina rimangano stabili durante il caricamento, evitando spostamenti imprevisti.
  • Largest Contentful Paint: ottimizzare il LCP significa garantire che il contenuto più significativo della pagina venga caricato rapidamente. Questo può essere raggiunto ottimizzando le immagini, utilizzando la lazy loading e migliorando il server hosting.

Ottimizzare i Core Web Vitals è un compito complesso che richiede competenze tecniche e una conoscenza approfondita delle best practices di sviluppo web.

Ricordiamo che un sito web ottimizzato non è solo più piacevole per l’utente, ma è anche più efficace nel raggiungere i suoi obiettivi di business.

Una volta ottimizzati i Core Web Vitals sarà possibile ottenere diversi vantaggi sia in ambito dell’ottimizzazione SEO sia in termini di miglioramento della navigazione utente. Ecco perché tra le varie attività da svolgere, questa è di certo tra le più rilevanti.

Foto di Carlos Muza su Unsplash

👇 Da non perdere 👇



Questo portale esiste da 4556 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 4171 articoli (circa 3.336.800 parole in tutto) e 20 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Privacy e termini di servizio / Cookie - Il nostro network è composto da Lipercubo , Pagare.online e Trovalost
Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.