Facebook: sperimentato PIPER, il riconoscitore facciale avanzato


Pubblicato il: 27-06-2015 15:01 , Ultimo aggiornamento: 27-06-2015 14:12

Facebook afferma, secondo quanto riportato sul blog del Wall Street Journal, di aver sviluppato un metodo di identificazione facciale in grado di riconoscere le persone anche se non sono perfettamente frontali rispetto alla camera. Secondo la pubblicazione in questione (link) l’algoritmo ha esaminato un campione di circa 60.000 fotografie tratte da Flickr, e le ha utilizzate sfruttando un criterio di classificazione di posa, abbigliamento, punto di vista della macchina fotografica, risoluzione ed illuminazione della foto.

SMSHosting Usa il codice PROMO per uno sconto sul primo acquisto: PRT96919

L’articolo propone il metodo PIPER (Pose Invariant PErson Recognition), un complesso algoritmo che facilita il riconoscimento facciale anche in condizioni poco favorevoli (persone di spalle, coperte da qualche oggetto o fotografate di profilo), e che si propone come integrazione del DeepFace attualmente utilizzato dal celebre social network per il riconoscimento facciale.

La versione finale dell’algoritmo è in grado di riconoscere le persone con grado di accuratezza dell’83%, ed è stato recentemente presentato alla conferenza Computer Vision and Pattern Recognition a Boston.

SMSHosting Usa il codice PROMO per uno sconto sul primo acquisto: PRT96919

Questo articolo contiene 153 parole – Questo blog esiste da 3.643 giorni.
Nessun voto disponibile

Che te ne pare?

Grazie per aver letto Facebook: sperimentato PIPER, il riconoscitore facciale avanzato di Salvatore su Trovalost.it
Facebook: sperimentato PIPER, il riconoscitore facciale avanzato (News)

Articoli più letti su questi argomenti:

Seguici su Telegram: @trovalost