Leonard Kleinrock e il passato, il presente e il futuro di Internet Il professore statunitense è intervenuto nel corso di un evento che si è svolto al Politecnico di Milano

<span class="entry-title-primary">Leonard Kleinrock e il passato, il presente e il futuro di Internet</span> <span class="entry-subtitle">Il professore statunitense è intervenuto nel corso di un evento che si è svolto al Politecnico di Milano</span>

Sappiamo che Internet è nata in ambito militare, in chiave anti-sovietica. Sappiamo che i primi messaggi, le prime mail e i primi siti risalgono ad anni che, comunemente, non associamo alla Rete. Per esempio, è di questi giorni la notizia che il primo messaggio venne inviato addirittura nel 1969. Sappiamo che l’Internet di oggi è profondamente diversa da quella di fine XX/inizio XXI secolo. Se non altro, perché sono arrivati i social, che prima non c’erano perché ormai la Rete permea la nostra vita e ne è parte integrante, mentre prima non accadeva. Sì prevede che in futuro, in un futuro non lontano, lo sarà ancora di più. Per esempio, si pensa che ci saranno elettrodomestici in grado di fare cose umane come ordinazione. Non saremo più noi a decidere di comprare il latte, ma ci penserà il frigorifero, tramite l’assistente virtuale (Alexa, per capirci). Si chiama “L’Internet delle cose”.

Cerchi siti per guest post?

Coobis mette in contatto editori ed inserzionisti per pubblicare guest post e articoli sponsorizzati a prezzi proporzionali al numero di visite del sito (Google Analytics).

Scoprilo adesso!

Leonard Kleinroch ha detto

Del futuro di Internet ha parlato anche Leonard Kleinrock, che recentemente è intervenuto all’evento “OnLife” che si è tenuto al Politecnico di Milano e organizzato da “La Repubblica”.

Ha detto che le opportunità positive che offre Internet sono superiori ai rischi e ai disagi che può creare, ma che effettivamente dei pericoli e altre cose brutte (hacker, virus, spam, fake, minacce per la privacy) ci sono. Ha detto che occorrono tecnologie in grado di criptare i dati, ma che ancora non è matura, e che ci vuole una maggiore collaborazione tra gli Stati. Ha anche stigmatizzato il processo di balcanizzazione in  corso.

Ecco un passo del suo discorso:

“Oggi Internet è passata da risorsa digitale affidabile a moltiplicatori di dubbi, da mezzo di condivisione di notizie a strumento dal lato oscuro”.

Ha parlato anche dell’Internet delle cose: “Ci sarà l’invisibilità delle strutture, delle macchine. Useremo interfacce cerebrali […] Sarà un mondo nuovo, ma per capirlo dovete chiedere ai vostri figli, lo sanno meglio di noi”.

Chi è Leonard Kleinrock?

È un ingegnere (Baricco, in “The game”, fa notare che gli artefici della Rivoluzione Digitale sono quasi tutti ingegneri) e insegna all’Università della California di Los Angeles Fu proprio lui a spedire quel primo messaggio, ormai mitico, di cui abbiamo parlato sopra.

Link utili

repubblica.it/dossier/tecnologia/onlife/2019/10/04/news/kleinrock_e_rus-237687297/

Web Hosting

https://video.repubblica.it/dossier/onlife/onlife-intervista-a-leonard-kleinrock-internet-piu-vantaggi-che-pericoli/345134/345717


Informazioni sull'autore

Massimiliano Priore

Ti piace questo articolo?

0 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.