Gli scienziati dovrebbero aprirsi alla possibilità dell’esistenza degli UFO: parola di Michio Kaku

Argomenti: ,
Pubblicato il: 07-05-2022 21:54 , Ultimo aggiornamento: 07-05-2022 21:55

Anche se non sappiamo cosa ci sia dietro il fenomeno UFO – e per quanto speriamo il contrario fino alla fine resta plausibile che non lo sapremo mai, non dovremmo escludere alcuna possibilità che possa essere minimamente concreta: tra queste, il fatto che un’intelligenza aliena stia guidando le sorti del mondo, oppure che possano esistere oggetti misteriosi provenienti da mondi diversi dal nostro.

Lo scetticismo in questo ambito, ovviamente, non manca: un’obiezione comune suggerisce ad esempio che, anche ammesso che esista una civiltà aliena abitatrice di pianeti lontani, il viaggio sarebbe troppo lungo per poter avvenire in tempi accettabili (paradosso di Fermi). Ma, per Kaku, questo risulta essere solo una parte del problema. L’universo è incredibilmente vecchio – 13.7 miliardi di anni – e possediamo le tecnologie adeguate per poter viaggiare nello spazio soltanto da pochi decenni. Se si considera la probabilità che eventuali alieni abbiano avuto a disposizione milioni di anni per sviluppare “comodamente” una qualche tecnologia di propulsione, questa non sembra essere esattamente piccola per quanto, ovviamente, rimanga paradossale che non abbiamo ancora incontrato nessuno di loro.

Il prof. Michio Kaku, classe 1947, è un fisico teorico americano, di origine giapponese. È docente universitario di fisica teorica al City College di New York e presso il CUNY Graduate Center. Il professore è inoltre autore di numerosi libri sulla fisica e argomenti analoghi, e ha fatto frequenti apparizioni come divulgatore scientifico in radio, televisione e film.

Se davvero esistono gli alieni, secondo Kaku avrebbero molte più tecnologie e sarebbero molto più avanzati di noi; avrebbero scoperto molto di più sulla fisica e questo, naturalmente, vuole essere un invito agli scienziati (e non solo) a tenere aperta la possibilità. Il professore, a riguardo, si è più volte tuffato nella mischia partecipando ad accesi dibattiti nella comunità scientifica, inerenti l’opportunità o meno di comunicare con un’intelligenza aliena, ammesso che esista. E se non esistono, peraltro, qualcuno è mai stato in grado di dimostrarlo? UFO non è sinonimo di alieni, non andrebbe mai dimenticato, così come il fatto che certi di questi oggetti compiano traiettorie strane non significa che la fisica non possa un giorno trovarne una spiegazione plausibile.

Penso che sia una domanda scientifica legittima chiedere da dove provengano questi avvistamenti UFO“, ha scritto su Twitter lo scienziato: del resto anche lui ha confermato che ciò “non significa che questi UFO provengano per forza da un altro pianeta“.

La comunicazione con l’intelligence aliena potrebbe essere “estremamente pericolosa”

Peraltro il contatto con gli alieni potrebbe non essere semplice e, ad un certo punto, nemmeno consigliabile: da un’intervista al Guardian Kaku mette in guardia da questo punto di vista:

Grazie al telescopio Webb in orbita abbiamo migliaia di pianeti da osservare, ed è per questo che penso che le probabilità che possiamo entrare in contatto con una civiltà aliena siano piuttosto alte. Ci sono alcuni miei colleghi che credono che dovremmo metterci in contatto con loro. Penso che sia un’idea terribile. Sappiamo tutti cosa è successo a Montezuma quando ha incontrato Cortés in Messico, diverse centinaia di anni fa. Ora, personalmente, penso che gli alieni là fuori sarebbero amichevoli, ma non possiamo scommetterci. Quindi penso che ci metteremo in contatto, ma dovremmo farlo con molta attenzione.

https://twitter.com/michiokaku/status/1432885745048596482


Questo articolo contiene 528 parole – Questo blog esiste da 3.759 giorni.
5/5 (3)

Che te ne pare?

Grazie per aver letto Gli scienziati dovrebbero aprirsi alla possibilità dell’esistenza degli UFO: parola di Michio Kaku di Max Headroom su Trovalost.it
Gli scienziati dovrebbero aprirsi alla possibilità dell’esistenza degli UFO: parola di Michio Kaku (News, Nuove tecnologie, Pensare)

Articoli più letti su questi argomenti: