Password smarrita, persa o dimenticata? Ecco cosa puoi fare

Password smarrita, persa o dimenticata? Ecco cosa puoi fare

La sensazione sgradevole è sempre la stessa, e la cosa peggiore è che, in molti casi, quello che si può fare è sforzarsi di ricordare bene le credenziali di accesso, e seguire una serie di accortezze che riporteremo in questo articolo.

In questa pagina cercherò di riportare dei suggerimenti generali che possono valere nel caso in cui abbiate dimenticato la password di:

  1. account di posta elettronica o e-mail;
  2. credenziali di accesso a Facebook;
  3. Credenziali di accesso a servizi on-line (istituzionali, bancari);
  4. Credenziali di accesso al vostro computer;
  5. Pin del bancomat;
  6. pin del telefono

Cosa fare prima

In molti casi pratici la maggior parte delle contromisure possono essere prese per evitare di ritrovarsi fuori dal proprio account perché si è dimenticata la password sono quelle che si possono effettuare soltanto (purtroppo) prima che il problema si sia verificato.

Non si tratta quindi di metodi universali per recuperare password una volta smarrita, bensì di una serie di attenzioni che tutti noi utenti – nel momento in cui decidiamo di aprire un account di registrazione sito riceviamo le credenziali di accesso ai servizi on-line istituzionali o bancari, e così via – possiamo prendere e ricordarci di prendere, soprattutto.

Le più comuni contromisure per evitare di perdere la password in seguito si riconducono ad una serie di punti che elencherò di seguito:

  1. Stabilire un criterio che possa essere facile da ricordare per generare le password sui vari account, evitando quindi di utilizzare sempre la stessa password su tutti i servizi; possiamo utilizzare delle piccole variazioni legate numeri cifre sillaba o parole per noi facili da ricordare.
  2. Un’altra discreta idea, anche se deve essere praticata con la massima cautela, può essere quella di prendere nota della password su un quaderno custodito in un luogo fisso, ad esempio a casa in una scrivania. Evitiamo portarci dietro questa informazione, E, quindi, cerchiamo di prendere nota delle password importanti, e teniamole lontane occhi indiscreti.
  3. Altra cosa molto importante che per esempio Gmail permette di impostare una mail di recupero, che può essere un’altra mail il nostro possesso a cui (in caso di emergenza password dimenticata) siamo richiedere di ricevere delle nuove credenze di accesso.

Come recuperare una password dimenticata

Per ricordare una password dimenticata, com’è facile immaginare, non esiste un metodo unico ed universalmente applicabile: se esistesse, infatti, sarebbe fin troppo facile per chiunque accedere e violare il nostro account in qualsiasi momento.  Se non riuscite ad accedere ad un account per cui avete verificato la password, nell’ordine:

  1. controllate sempre la username e /o l’ e-mail con cui accedete al servizio siano quelle corrette; non sono rari, infatti, i casi in cui si inserisca una password corretta ma la username o l’email associata all’account non sia quella giusta; in questi casi ovviamente il sistema non ci fa entrare;
  2. Fate mente locale sull’ultima volta che avete avuto accesso al servizio, e cercate di ricordare la password corretta; motivo per cui è sempre opportuno avere un criterio di generazione delle password e sforzarsi di ricordarne una diversa per ogni servizio a cui accediamo;
  3. Provate ad effettuare il recupero della password via e-mail oppure sul vostro telefono via SMS, a seconda dei casi; se il servizio cercato di accedere non dispone di recupero come avviene per il pin del bancomat dovrete necessariamente rivolgervi alla vostra banca.
  4. Cercate eventualmente nei vostri appunti o sul quaderno in cui salvate la vostra password quella corretta;
  5. Provate a scrivere le varie password che vi vengono in mente, e testatele una per volta (senza provare due volte la stessa password, se non funziona) con l’accortezza riportata al punto successivo.

Evitare un eccessivo numero di accessi consecutivi

Quando si cerca di ricordare una password della email, il PIN del proprio cellulare o il codice di sblocco dello smartphone vale un’altra regola generale: evitare di eseguire più accessi di fila. Sempre meglio distanziare un minimo i vari tentativi, perchè in questo modo il sistema dovrebbe darvi la possibilità di effettuare più tentativi consecutivi. Con il bancomat, ad esempio, vale un principio molto più restrittivo per cui anche gli accessi errati effettuati di seguito finiscono per bloccare definitivamente l’accesso alla carta. Questo principio potrebbe valere anche per alcuni tipi di email istituzionali, per alcuni sistemi più delicati e per alcuni servizi come quelli bancari online.

Per le volte successive

Una volta recuperata la vostra password potete seguire alcuni dei suggerimenti di massima che verranno indicati di seguito:

  1. Usare un password manager;
  2. Cambiare periodicamente la vostra password (seguendo un criterio di modifica), se possibile;
  3. scegliere sempre password robuste.

Non prende la password, eppure è corretta? Controllate la tastiera

Può capitare in certi casi, infine, che si inserisca una password che siamo assolutamente sicuri essere quella corretta: stranamente, pero’, non riusciamo ad accedere alla nostra email, a Facebook e via dicendo. Cosa fare in questi casi? La prima cosa di cui dobbiamo accertarci è verificare che la tastiera sia davvero funzionante: proviamo, pertanto, a scrivere la password all’interno di un file del blocco note, per verificare che sia scritta giusta. Per un certo periodo, ad esempio, non riuscivo ad accedere a Skype pur digitando quotidianamente la stessa password, ed essendo quindi sicuro di averla scritta giusta: il problema è che sulla tastiera del mio Mac non funzionava bene il tasto ‘o’, e la mia password conteneva giusto una ‘o’! Per cui la password veniva digitata (per capirci) come “miapasswrd” anzichè “miapassword“. In questi casi si può provare a risolvere cercando di pulire il tasto che non funziona (come spiegato nel video successivo), oppure collegando una tastiera USB ed utilizzando quella per accedere e digitare la password.

Attenzione: il tutorial qui sotto è molto decisamente consigliabile per chi avesse già una certa esperienza con manutenzione di Mac. Se non eseguite correttamente le istruzioni qui indicate, rischiate di fare danni al vostro Mac!

Ti piace questo articolo?

2 voti

Su Trovalost.it puntiamo sulla qualità dei contenuti da quando siamo nati: la tua sincera valutazione può aiutarci a migliorare ogni giorno.

Password smarrita, persa o dimenticata? Ecco cosa puoi fare

Votato 10 / 10, da 2 utenti