Si esaurisce il pool indirizzi IPv4 assegnabili gratuitamente, ma nessuno sconvolgimento è in arrivo


L’American Registry for Internet Numbers (ARIN) ha dato l’annuncio 4 giorni fa (24 settembre): il pool di indirizzi IPv4 si è esaurito, e le richieste di indirizzi internet di questo tipo saranno gestite mediante un apposito Transfer Market oppure, in alternativa, mediante una lista d’attesa (Wait List). Questo non provocherà  troppi sconvolgimenti nel mondo del web, visto che potranno essere riassegnati vecchi IPv4 non utilizzati, ma sempre a patto che vengano rilasciati i vecchi indirizzi dai legittimi proprietari. La maggioranza delle nuove richieste, di fatto, saranno dirottate sui nuovi indirizzi IPv6.

Annuncio:
Vuoi pubblicare il tuo articolo su questo portale? Cercaci su Rankister (clicca qui) .

Il passaggio ai nuovi indirizzi a 128 bit (IPv6) dovrebbe essere del tutto indolore, anzi riserverà  nuove opportunità  per gli attori che si affacceranno sul mercato del web: del resto, fin dall’inizio si sapeva che questa classe di indirizzi avrebbe convissuto in dual stack per decenni con quelli a 32 bit (IPv4)

(fonti: ARIN, Punto Informatico)

Photo by LarsZi

👇 Da non perdere 👇



Trovalost esiste da 4549 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 4117 articoli (circa 3.293.600 parole in tutto) e 18 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Privacy e termini di servizio / Cookie - Il nostro network è composto da Lipercubo , Pagare.online e Trovalost
Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.