Aprire un sito o un blog WordPress con hosting TopHost

Argomenti:
Pubblicato il: 21-12-2018 08:37 , Ultimo aggiornamento: 15-05-2021 09:51

Creare un sito è diventata una necessità per studi associati, aziende, attività commerciali o startup, tanto più che le aziende di ogni settore si stanno progressivamente digitalizzando, per cui l’esigenza sta diventando sempre più universale.

Per creare il proprio sito web, a meno di utilizzare soluzioni puramente gratuite (e ce ne sono tante: suggerisco Blogger di Google per chi volesse creare solo un blog; all’atto pratico, tuttavia, le limitazioni su questa piattaforma sono notevoli), l’unica soluzione è quella di affidarsi ad un servizio di hosting. In questo post vedremo esattamente come procedere, facendo affidamento su una delle soluzioni di hosting nostrano più popolari del momento: TopHost.

Vedremo quindi come effettuare la registrazione all’interno del sito di Tophost, assieme alla procedura per avere a disposizione il proprio sito nomechevuoi.it , pronto all’uso e con tecnologia WordPress.

Tra i vantaggi più importanti di WordPress ricordiamo:

  • la presenza di un editor di testo avanzato, per formattare il testo, inserire immagini e video e suddividere in sezioni il testo (modello Word);
  • la possibilità di abilitare più di un utente a pubblicare nel blog;
  • la possibilità di catalogare i propri articoli e suddividerli in più categorie distinte, oltre alla possibilità di associare tag o etichette a gruppi di articoli;
  • l’opportunità di proteggere l’accesso amministrativo al sito con una password personalizzabile;
  • moltissime ulteriori opzioni (gallerie foto, video, directory, funzionalità responsive per cellulari e tablet, ecc. )che si possono scegliere ed installare liberamente in seguito, da una ricca collezione di plugin gratuiti.

WordPress offre inoltre funzionalitù molto più avanzate del concorrente Blogger, e a differenza di quest’ultimo permette di creare sia siti vetrina che blog, e-commerce e forum (anche perchè è fatto in PHP, un linguaggio per il web molto potente ed altrettanto popolare, con una community di supporto considerevole in caso di necessità). Ricordatevi che se il vostro sito in WordPress è fatto bene, non vi servirà avere competenze tecniche da programmatore per usarlo, ma si tratterà di un sito web perfetto per l’utente comune che sappia almeno fare uso di un browser web.

Per acquistare un hosting WordPress per TopHost dovremo procedere, quindi, a tre passi fondamentali, ovvero:

  1. comprare un dominio personalizzato, scegliendo tra quelli che si trovano disponibili;
  2. procedere alla scelta di un servizio di web hosting;
  3. …si è pronti a creare il proprio sito web!

Scopriremo nella prossima pagina la procedura da seguire passo-passo.

Passo 1 : si comincia!

Anzitutto, dovremo accedere alla pagina web di TopHost.it (QUESTO è IL LINK per cominciare) e dalla home page del sito dovremo scegliere il tipo di piano di hosting che desideriamo; qui può andare bene sia il piano Topweb che quello Topweb+, io suggerisco quest’ultimo perchè la differenza di prezzo è minima rispetto all’altro, ed è un piano davvero molto completo. Non scegliete il piano TopName, perchè serve ad acquistare soltanto un dominio senza hosting, e questo per quello che vogliamo fare non è adatto.

Tenete conto che per registrare il vostro account avrete bisogno, fin da subito, di:

  1. il nome di chi sarà l’intestatario del dominio (voi, la vostra azienda o un vostro cliente);
  2. il rispettivo codice fiscale (o partita IVA nel caso di attività commerciale);
  3. la data di nascita ed il luogo di nascita del registrante (vostri o del vostro cliente).

Facciamo click sul bottone “Ordina ora!” in corrispondenza dell’offerta di cui abbiamo bisogno, come mostrato di seguito.

schermata-2016-11-06-alle-14-33-41

In pratica dovrete scegliere quale dei due account acquistare: il primo vi darà 20 GB di spazio web, 30 account email, PHP e 4 database MySQL. Il secondo, invece, estende lo spazio a 30 GB in SSD (più veloce), vi darà comunque PHP e 6 database invece di 4. Tutte le offerte di TopHost non possiedono, tra le specifiche, limitazioni di banda.

Se avete già un account su TopHost, fate subito l’accesso con le vostre username e password solide (eventualmente, recuperatele via email con la procedura guidata), e poi andate direttamente a pagina 6; se non ce l’avete, che è il caso che tratteremo, basta seguire le indicazioni della prossima pagina.

Passo 2: registrazione

Poniamo quindi di non avere un account su TopHost, e di dover registrare da zero il nostro account; avete i dati necessari a portata di mano ? Servirà sapere, lo ricordo ancora, a chi intestare l’account (dominio + hosting), la sua data e luogo di nascita ed il suo codice fiscale (o partita IVA, se disponibile). Se non li avete, procurateveli e poi continuate a leggere la nostra guida.

Ecco la schermata iniziale di registrazione: nel primo campo inserirete un vostro indirizzo di posta elettronica (E-mail) funzionante e valido, successivamente (nei rispettivi box) Nome, Cognome, ed una Password ripetuta due volte (che dovrete sempre scegliere voi: non sono presenti controlli sulla complessità, ma voi sceglietene sempre una facile da ricordare per voi, e difficile da indovinare per un estraneo).

schermata-2016-11-06-alle-14-43-39

Spuntate la casellina grigia in basso al fine di confermare la presa visione della normativa sulla privacy, e cliccate su Crea account per procedere al passo successivo.

Ecco la spunta attiva:

schermata-2016-11-06-alle-14-47-01

Passo 3: tipo di account

Dopo aver inserito il vostro nome e cognome, più email e password scelta, passerete alla scelta del tipo di account: privato o professionista? Se avete una partita IVA o lavorate per conto di un’agenzia, o comunque dovrete rilasciare una fattura (ad es. state prendendo un hosting per un cliente a cui farete un sito), scegliete la seconda opzione, altrimenti la prima è in genere più semplice e va bene per molti casi pratici.

schermata-2016-11-06-alle-14-52-36

Nel primo caso, “Senza partita IVA“, i campi da compilare sono i seguenti (io ho inserito dei dati di prova: ovviamente l’indirizzo specificato è soltanto di prova, e non è il mio :-) ).

schermata-2016-11-06-alle-14-51-52

Nel secondo caso, “Con partita IVA o CF numerico“, i campi da compilare sono questi.

schermata-2016-11-06-alle-14-52-29

Attenzione: i dati inseriti sono soltanto di prova, e molti campi sono di fantasia, e solo a scopo illustrativo del presente articolo. Tophost richiede sempre di intestare i domini a persone o aziende reali, per cui non registrate mai un sito con dati inventati perchè rischiate di farvi chiudere o invalidare l’account.

Avete inserito tutti i dati? Bene, cliccate su Salva e continua con l’acquisto per passare al passo successivo della procedura. Abbiamo quasi finito, tranquilli!

Passo 4: come intestarsi un hosting TopHost

Finalmente è arrivato il momento di scegliere il vostro nome di dominio! Tutto quello che dovrete fare è inserirlo all’interno della casella apposito, nella pagina che dovreste vedere sullo schermo arrivati a questo punto della procedura.

Ecco qui la schermata in questione.

schermata-2016-11-06-alle-15-07-16

Attenzione che, nella prima casella, dovrete inserire solo il nome del dominio, mentre l’estensione andrà selezionata a parte dalla lista di estensioni disponibili direttamente dal sito. Solo le estensioni mostrate nel sito in questa lista sono effettivamente registrabili.

Facciamo un esempio pratico: per registrare ilmionomepreferito.eu, prima inserite solo ilmionomepreferito nella prima casella, e poi selezionate a parte l’estensione .eu, come esemplificato di seguito.

View post on imgur.com

Tenete conto che non tutti i nomi che vorreste sono effettivamente liberi, in quanto potrebbero già essere stati presi da altre persone o aziende; nel momento in cui scegliete nome + estensione, fate click su Controlla (o attendete qualche istante) e dovreste vedere qualcosa del genere.

schermata-2016-11-06-alle-15-09-47

Se questa scritta non appare, provate a fare delle modifiche minime al nome, finchè non ne troverete uno libero tutto per voi. Le estensioni disponibili al momento su TopHost, per la cronaca, sono i domini .info, .eu, .com, .biz, .net, .org e .it in tutte le sue numerose varianti regionali e provinciali.

Cliccando su Nuovo profilo, andrete a specificare i dati del registrante del dominio: come avrete intuito, essi non corrispondono per forza con quelli dell’intestatario dell’hosting, per quanto spesso essi coincidano vanno qui ripetuti una seconda volta. Nel prossimo passo vedremo dettagliatamente come fare.

Passo 5: come intestarsi un dominio

La procedura può sembrare lunga, ma in realtà è molto semplice anche qui: i dati che vi serviranno sono: nome, cognome, indirizzo, città, data e luogo di nascita e codice fiscale o partita IVA.

Prima di tutto, scegliamo il nome per i dati dell’intestatario, cioè un’etichetta che potremo richiamare in futuro evitando così di riscrivere tutti i dati per eventuali future registrazioni ai servizi di TopHost.

schermata-2016-11-06-alle-15-14-18

Inserite ad esempio “Profilo di Nome Cognome“, dove Nome e Cognome sono il vostro nome e cognome reali, in modo da dare un nome intuitivo a questa etichetta. I campi successivi sono del tutto simili a quelli indicati in precedenza durante questo articolo, per cui non li ripeto qui. Noterete pero’ che vi verrà richiesta un Nome del rappr. legale (che potete essere sempre voi, o il vostro cliente o il rappresentante legale dell’azienda) e di questo serviranno come sempre nome, cognome, indirizzo, città, data e luogo di nascita e codice fiscale o partita IVA.

che comparirà, andremo ad cliccare su “Sign up” (ovvero “registrati”). La schermata che vedrete sarà molto simile alla seguente. Proseguendo in questa lunga pagina, dovrete compilare tutti i campi richiesti: controllate con grande attenzione questi dati, perchè saranno quelli pubblicamente consultabili del vostro nuovo sito, ed è importante fornirli in modo corretto per dare un’immagine di professionalità ed affidabilità.

Spuntate tutte le caselle richieste in modo da poter procedere con la fase di pagamento del dominio. Completa ordine sarà il bottone disponibile per completare, finalmente, la procedura di registrazione del vostro nuovo dominio personalizzato con hosting per WordPress!

schermata-2016-11-06-alle-15-21-16

Passo 6: scegliere il metodo di pagamento

I metodi di pagamento su TopHost sono i seguenti:

  1. Paypal;
  2. Postepay;
  3. VISA;
  4. Mastercard;
  5. Maestro;
  6. Discover;
  7. Aura;
  8. American Express.

Potrete pagare indifferentemente con una qualsiasi di  queste carte; il mio suggerimento è quello di registrarvi su Paypal, e poi procedere con il pagamento mediante quest’ultimo. Se avete già una carta pronta, potrete pagare invece direttamente mediante la stessa.

Alla fine della procedura ricordatevi di confermare l’ordine: vi verrà inviato un codice ordine univoco e riceverete, nella mail che avrete specificato all’inizio, il riepilogo dell’ordine e poco dopo tutti i dati di accesso necessari.

Nessun voto disponibile

Che te ne pare?

Grazie per aver letto Aprire un sito o un blog WordPress con hosting TopHost di Salvatore Capolupo su Trovalost.it
Aprire un sito o un blog WordPress con hosting TopHost (Guide, Suggerimenti per gestire il tuo sito)

Articoli più letti su questi argomenti:
Trovalost.it è gestito, mantenuto, ideato e (in gran parte) scritto da Salvatore Capolupo - Alcuni contenuti e ads mostrate nel sito potrebbero non rispecchiare il pensiero degli autori.