Seguici su Telegram, ne vale la pena ❤️ ➡ @trovalost
Vai al contenuto

Come affrontare l’università nel modo corretto: i migliori consigli

Non è facile finire le scuole superiori e trovarsi catapultati nel mondo universitario. Seppur sembra un’estensione degli studi, è una realtà tutta nuova che se non affrontata nel modo corretto con la giusta disciplina e autostima può rivelarsi molto pesante sia a livello fisico che mentale.

Si inizia l’università da maggiorenni (sulla carta) ma non tutti riescono a proseguire con la maturità necessaria. Non ci sono più i professori che ti rimproverano se non studi o se non arrivi a lezione in orario. Quando finiscono i corsi bisogna dare gli esami, e qui viene il bello! Addirittura puoi scegliere (tranne per quelle con frequenza obbligatoria) se seguire o meno le lezioni.

Nella maggior parte dei casi gli studenti sono fuori sede, quindi, bisogna acquisire la giusta indipendenza anche al di fuori degli orari universitari, pensare a cosa mangiare, a come organizzare la casa, ecc…

Vediamo insieme una serie di consigli utili per approcciare l’università nel modo migliore possibile.

Vai a lezione

Non andare a lezione è forse il più grande errore che uno studente universitario dei primi anni possa fare. Vai a lezione anche se pensi che sia inutile e anche se non riesci a capire nulla di quello che i docenti spiegano.

Questa, soprattutto il primo anno, è una palestra fondamentale per la propria disciplina. Andare a lezione significa alzarti dal letto ogni mattina, sistemarti e uscire di casa. Uccide, quindi, con certezza la possibilità che tu rimanda chiuso in casa, alzarti tardi dal letto e non concludere comunque nulla di buono.

Andare a lezione ti permetterà, in primis di conoscere i tuoi colleghi con i quali affrontare le stesse problematiche di percorso. Inoltre, ti permetterà di recepire più informazioni possibili sul mondo universitario parlando con i vari docenti e partire con qualche vantaggio nel periodo di sessione d’esame.

Prendi gli appunti

Vai a lezione e cerca di prendere gli appunti in modo organizzato. Solitamente, le modalità di erogazione dei corsi cambiano in base ai docenti. Ci sono docenti che preferiscono scrivere alla lavagna, altri che utilizzano le slide al proiettore, altri ancora che parlano solamente, ecc…

A partire dalla prima lezione cerca di organizzarti a prendere gli appunti nel modo più efficace possibile. Tra gli strumenti che possono agevolarti il lavoro, puoi usare un registratore e sbobinare tutta la lezione non appena possibile oppure in alternativa puoi utilizzare un tablet su cui scrivere e registrare l’audio contemporaneamente.

È importante però non andare a lezione solo per scrivere pagine piene di appunti, cerca di capire la maggior parte dei concetti. Se qualcosa ti sfugge come prima opzione chiedi chiarimenti al docente e solo dopo in caso prova a risentire la registrazione.

Studia in modo produttivo

Studiare di volta in volta è la strada più corretta per giungere al periodo di esami in modo più tranquillo e preparato possibile. In questo modo, infatti, la mente ha tutto il tempo necessario per metabolizzare i concetti studiati e rafforzarli con la ripetizione.

Trova fin da subito un luogo per studiare che ti renda molto produttivo, alcuni preferiscono studiare da soli a casa oppure nel silenzio della biblioteca senza distrazioni. Altri, invece, studiano molto bene in luoghi chiassosi come bar o bistrot. Nelle belle stagioni fai anche la prova di studiare nel verde prati del tuo campus.

Un altro consiglio che ti farà apprendere molto in fretta è studiare in gruppo. Anche se le prime volte potresti sentirti a disagio perché magari non ti senti molto preparato, non preoccuparti, tra colleghi e amici ci si supporta.

Quindi, alterna studio individuale con lo studio di gruppo soprattutto quando ci sono esami imminenti e si ha la necessità di ripetere il programma del corso oppure fare delle prove di esame.

Prepara gli esami

La sessione degli esami è il peggior incubo per ogni studente universitario. Se studi passo passo seguendo i concetti espressi in precedenza non avrai grossi problemi.

Se i corsi prevedono delle prove intermediarie facoltative non perdere l’occasione di alleggerire l’esame finale e provaci. Se un esame va male non succede nulla, ci sono diverse date di appello per ogni sessione, quindi puoi riprovarlo successivamente.

Non ti focalizzare tanto sui voti, supererai esami in cui sarai molto preparato con voti non soddisfacenti e viceversa. Non preoccuparti troppo.

Concentrati su un esame alla volta, se già sai di non riuscire a poter sostenere tutti gli esami nella prossima sessione, scegli quelli che più ostici che ti permettano anche di raggiungere il maggior numero di CFU per un’eventuale borsa di studio.

Fai attività sportiva e mangia sano

Andare all’università è un’attività stressante. Prenditi cura del tuo corpo e della tua salute mentale. Non appena ti sarai ambientato in questo nuovo luogo, iscriviti in palestra oppure pratica un qualsiasi altro sport.

Bada bene anche alla tua alimentazione, non mangiare schifezze come la maggior parte degli studenti universitari fa. Se non sai cucinare, impara. La cucina è un’ottima attività anche per staccare e per dare sfogo alla propria creatività.

Gestisci bene la tua casa

Se sei un fuori sede dovrai badare alla tua casa condivisa con altri coinquilini. Instaura con loro un buon rapporto di amicizia perché passerete insieme gran parte del vostro tempo e ci saranno i momenti in cui avrete l’uno bisogno dell’altro.

Fin dai primi giorni organizzate al meglio le giornate di pulizia con opportuni turni. Stabilite anche chi deve fare la spese, chi deve buttare la spazzatura, ecc… Mentre, per gestire le spese di casa ci sono delle ottime app come SplitWise.

Sporcati le mani

Se vuoi crescere professionalmente, non pensare solo allo studio, ma metti in pratica tutto ciò che impari anche al di là dell’università. Lancia un tuo progetto personale, leggi libri, frequenta dei corsi extra. Un esempio? Giuseppe di espertotech, che durante gli studi universitari ha realizzato questo blog per condividere e rafforzare le proprie conoscenze. Sii curioso di come funziona il mondo e apprendi più soft skills possibili.

Sono queste le abilità che una volta conclusa l’università ti permetteranno di districarti nel mondo del lavoro e nella vita di tutti i giorni. Tra l’altro avrai la possibilità di arricchire il tuo curriculum e renderlo distinguibile da tutti gli altri.

Mantieni i tuoi studi

Per le famiglie di tanti ragazzi/e studiare fuori casa è un peso economico non indifferente. Se fai parte di loro, cerca dei metodi efficaci per mantenerti all’università senza dover togliere troppo tempo allo studio (altrimenti ha poco senso). Trova delle attività che ti permettano di guadagnare nel tuo stesso ambito di studio, così da trovare più piacevole il tutto. Se prendi gli appunti in modo meticoloso e organizzato puoi venderli su piattaforme come Docsity, in alternativa puoi offrire ripetizioni ai ragazzi che ne hanno bisogno.

Esci con gli amici

Il divertimento è altrettanto utile per riposare e riprendere con le giuste energie. Questo non vuol dire che dovrai uscire con gli amici tutte le sere altrimenti dormirai poco e male e l’effetto sarà quello contrario. Bisogna trovare un equilibrio tra università, divertimento ed un eventuale lavoro. Foto di Naassom Azevedo da Pixabay

👇 Da non perdere 👇



Trovalost esiste da 4495 giorni (12 anni), e contiene ad oggi 5126 articoli (circa 4.100.800 parole in tutto) e 15 servizi online gratuiti. – Leggi un altro articolo a caso
Non ha ancora votato nessuno.

Ti sembra utile o interessante? Vota e fammelo sapere.

Questo sito contribuisce alla audience di sè stesso.
Il nostro network informativo: Lipercubo - Pagare online (il blog) - Trovalost.it